osmosi inversa

Il processo di osmosi inversa

L’osmosi inversa è un processo fisico che riguarda l’acqua e le sue proprietà di liquido. Per osmosi si intende il passaggio di un solvente, all’interno di una soluzione, dalla parte in cui sono diluiti di più alla parte in cui sono più concentrati. Per gli esperimenti di osmosi si prende una membrana e si introduce in una soluzione in cui abbiamo un solvente, che sarebbe l’acqua, e un soluto i quali creano la soluzione. Con la membrana, che deve permettere il passaggio solo al solvente e quindi è del tipo semipermeabile, si divide la soluzione in due all’interno del recipiente in cui è inserita e in uno degli scompartimenti si aggiunge altro soluto. Il solvente, e cioè l’acqua, tende a passare dalla parte del recipiente in cui è più diluito alla parte in cui è più concentrato. Con il processo di osmosi inversa, sempre utilizzando il principio di osmosi e il principio della pressione sui fluidi si fa passare l’acqua nel verso opposto di modo che da una parte del recipiente resti acqua poco diluita e quindi pura. Il principio è usato per depurare l’acqua, naturalmente in soluzione con minerali o altri tipi di soluti.
acquapura

IMPIANTO OSMOSI 3 STADI 190 LT/GIORNO ACQUARIO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,9€


Depurare l’acqua

acqua depurata dal rubinetto L’acqua non è sempre una risorsa naturalmente spendibile in tutte le abitazioni. In alcune zone essa è troppo “dura” ossia troppo piena di Sali minerali ed in più in altre zone risulta essere potabile, ma allo stesso tempo sono presenti delle impurità quali metalli pesanti o batteri. Le falde acquifere sono sempre controllate così come i sistemi di distribuzione dell’acqua potabile nelle abitazioni, ma spesso può accadere che l’acqua si “contagi” all’interno delle stesse tubature domestiche. I controlli non possono nulla contro il calcare e molto spesso l’acqua risulta potabile ma lo stesso per molti imbevibile. Per cui le famiglie usano comperare acqua imbottigliata per l’uso quotidiano da tavola e comunque pagano i servizi di distribuzione di acqua per usare l’acqua per la cucina e il lavaggio. L’acqua imbottigliata costa molto di più per ogni litro rispetto all’acqua di uso domestico che in ogni caso viene distribuita e paghiamo con le bollette e quindi per molte famiglie un giusto investimento volto al risparmio è l’istallazione di un depuratore d’acqua che prende l’acqua che arriva a casa e la depura riducendone la durezza. Il principio di osmosi inversa è utilizzato in molti depuratori per l’uso domestico dell’acqua. È un sistema di filtraggio molto semplice e di facile manutenzione, poiché ai depuratori bisogna cambiare i filtri che rappresentano la membrana semipermeabile attraverso la quale l’acqua, priva dei minerali e delle impurità quali metalli pesanti, residui di pesticidi, batteri e virus vari. L’osmosi inversa si attiva attraverso una pressione che viene attivata all’interno dei contenitori e che permette all’acqua di passare nella parte in cui è meno concentrata. Questa parte del contenitore del depuratore è poi collegata al sistema di tubature o ad un sistema che permette di far uscire l’acqua direttamente dal rubinetto di casa. Il principio è molto semplice e permette di avere sempre acqua depurata da tutte le impurità, i virus e i batteri. In più l’acqua risulta meno dura, quindi oltre che più buona da bere risulta anche essere priva o quasi di calcare. Ciò è importante per l’economia domestica perché, oltre che il consumo di acqua potabile che si compera per la tavola, si riducono i danni causati da un’acqua troppo dura ad elettrodomestici quali lavastoviglie, lavatrici, per non parlare di tutto il calcare che resta depositato su tutte le stoviglie e sulla rubinetteria.

    Filtro ad osmosi inversa RO500

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 140€
    (Risparmi 224€)


    Depuratori ad osmosi inversa

    I depuratori ad osmosi inversa sono per lo più utilizzati per uso domestico poiché si prestano facilmente alla manutenzione periodica. Una volta acquistato il depuratore si provvede all’istallazione e poi per la manutenzione bisogna solo cambiare la parte che ha all’interno il filtro con la membrana semipermeabile che bisogna poi cambiare periodicamente a seconda dell’uso che si fa del depuratore, della durezza dell’acqua e della grandezza del filtro. I depuratori ad osmosi inversa sono molto pratici perché si istallano sotto al lavello e vi permettono di avere direttamente dal rubinetto acqua subito pronta per bere. Alla struttura è anche possibile collegare i tubi che portano acqua alla lavastoviglie di modo da avere sempre stoviglie brillanti e prive di calcare.


    Prezzo dei depuratori d’acqua

    I depuratori ad osmosi inversa hanno un prezzo che varia a seconda della grandezza espressa in litri di acqua che riesce a purificare. Per il prezzo iniziale dovete tener conto che molte ditte che si occupano dell’istallazione, non includono il costo per venire a casa e montarvi dove desiderate il depuratore. Il costo dell’istallazione non è esagerato, ma prima di comprare un depuratore informatevi sulle spese per l’istallazione e per le successive manutenzioni, poiché, come già accennato, dovete periodicamente cambiare i filtri. Un depuratore ad osmosi inversa per uso familiare può costare dai 1000 ai 3000 euro circa, in base alla grandezza e all’azienda produttrice. Alcuni tipi di filtri vanno cambiati semestralmente e l’azienda , spesso, si occupa di contattarvi per cambiare il filtro o controllare periodicamente che quello che avete nel depuratore stia ancora compiendo il suo dovere.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO