latte in polvere

Latte

Nel campo alimentare è molto utilizzato il latte, un ingrediente genuino che permette all'organismo umano di essere molto più forte e resistente. In modo particolare il latte è consigliato soprattutto per il grande apporto di calcio e fosforo che esso può donare all'organismo di ognuno di noi. Grazie a tali proprietà nutritive è l'ideale per rafforzare principalmente l'apparato scheletrico, avere quindi ossa molto più forti e robuste, evitando di ritrovarsi con qualche patologia piuttosto problematica dovuta proprio alla mancanza di calcio. Dal latte poi si ricavano anche numerosi prodotti alimentari che quotidianamente ritroviamo sulle nostre tavole, i classici formaggi, lo yogurt e così via. Questo quindi fa ben comprendere come il latte sia praticamente un alimento indispensabile per la nostra alimentazione e lo ritroviamo anche di diversi tipi a seconda poi dei propri gusti. C'è il latte intero, solitamente con una consistente concentrazione di grasso; il latte parzialmente scremato, con una percentuale del grasso che va dall'1 all'1,8 per cento; il latte scremato, qui il grasso è meno dello 0,5 per cento; il latte concentrato, l'acqua viene qui evaporata; il latte in polvere, ottenuto dalla disidratazione del prodotto; il latte industriale, usato per lo più per la produzione industriale di burro e formaggio.
Latte

Nido Latte in Polvere - 400 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Latte in polvere

Latte in polvere<p />Vogliamo approfondire a tal proposito il tema del latte in polvere. Su quest'argomento non c'è molta chiarezza, solitamente si associa il latte in polvere esclusivamente all'alimentazione del neonato, ma in realtà non è così. Principalmente è bene sapere che il latte in polvere è un tipo di latte ottenuto dalla disidratazione quasi totale del prodotto, come abbiamo accennato già in precedenza. Questa operazione viene effettuata attraverso il calore, quindi ad alte temperature. Come il semplice latte, anche questo in polvere è possibile trovarlo in commercio intero, parzialmente scremato e scremato. La differenza riguarda, come visto già in precedenza, dal suo contenuto di grassi. Le tipologie specifiche di latte in polvere sono però due: quello utilizzato per i classici neonati e quello destinato principalmente al consumo degli adulti. Questo insomma fa ben capire come sia sbagliato pensare al latte in polvere associandolo esclusivamente all'alimentazione dei neonati.

  • latte di soia Il latte è un alimento liquido di colore biancastro perlaceo, che presenta un odore gradevole e gentile, ed un sapore tendenzialmente dolciastro. Per la sua composizione, ricca di elementi nutritivi,...
  • Mamma e neonato La nascita di una nuova vita è accolta con grande gioia da mamma e papà. E' un momento assolutamente magico e ricco d'amore che bisogna affrontare con tutta la naturalezza possibile. Chiaramente i gen...
  • Gravidanza e stile di vita La gravidanza è un momento importante per ogni donna, in quanto si inizia a sentire i gran senso di responsabilità verso la vita di un'altra persona. E' opportuno seguire durante i nove mesi di gravid...
  • Alimentazione dei bambini La cura del proprio figlio è il primo pensiero di ogni mamma, poterlo accudire al meglio soprattutto dal punto di vista salutare, evitando il più possibile di farlo ammalare. Per la crescita sana e fo...

NESTLÉ MIO 2 Latte di proseguimento polvere da 6 mesi 800g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,39€
(Risparmi 3,01€)


Due tipi di latte in polvere

C'è inoltre una differenza sostanziale tra le due tipologie di latte in polvere e riguarda il modo in cui viene prodotto. Il latte in polvere per gli adulti, se così lo vogliamo definire, è realizzato con la semplice disidratazione del prodotto, il che significa in poche parole che è privato della sua acqua. Il latte in polvere per neonati invece è, sì privo di acqua, ma al suo interno sono introdotte alcune sostanze indispensabili proprio per il nutrimento del neonato. Ritroviamo quindi oli vegetali, fibre alimentari, proteine del siero del latte, vitamine, sali minerali, inositolo, L-cisteina, emulsionanti e maldostrine. Tutto questo miscuglio di elementi rende praticamente sgradevole tale latte in polvere per gli adulti. L'uso di tale alimento è sia industriale che domestico. Molte industrie ad esempio utilizzano il latte in polvere per la produzione di dolci e di gelati, prodotti insomma relativi propriamente all'industria dolciaria. Nel secondo caso il latte in polvere può essere tranquillamente bevuto, ad esempio quando ci si trova ad afforntare un viaggio e non è possibile portare con sé la confezione del latte liquido. Proprio come accade nella produzione industriale dei dolci, il latte in polvere è utile per creare gli impasti di pizze, dolci, pane, tutti quei prodotti da forno che normalmente molte mamme amano realizzare.


Vantaggi del latte in polvere

I vantaggi del latte in polvere sono inoltre davvero tanti, oltre alla comodità di poterlo portare con sé in viaggio, consumarlo quindi in qualsiasi momento senza preoccuparsi della sua conservazione, è un tipo di latte molto sterile, non c'è il rischio di imbattersi in qualche batterio. Inoltre, una volta aperta la confezione, può essere tranquillamente riutilizzato in diversi momenti, ha una conservazione molto lunga, con scadenze a volte anche di due anni. Se inoltre è utilizzato come ingrediente in cucina, il latte in polvere riesce a rendere i vari prodotti alimentari realizzati in casa molto più nutrienti e soprattutto morbidi. Proprio per questo è utile per i vari tipi di impasto, che sia dolce o salato. Dona inoltre anche consistenza al prodotto che si sta realizzando, capita molto spesso di ritrovarsi con impasti molto liquidi, il latte in polvere contribuisce a renderli più sostanziosi e solidi. Come visto i vantaggi del latte in polvere sono davvero notevoli e non lo si può considerare inferiore al latte normale che si consuma quotidianamente nelle nostre case. Attenzione però a non utilizzare il latte in polvere per neonati in cucina e viceversa, c'è il rischio di ritrovarsi in situazioni piuttosto spiacevoli. Solitamente per i neonati è consigliabile bere direttamente il latte proveniente dal seno della madre, è molto più completo rispetto al classico latte in polvere, quindi se non c'è una motivazione valida è meglio non nutrire il neonato con il latte artificiale.




COMMENTI SULL' ARTICOLO