Le ricette

Ricette di primi piatti

Il cibo è fonte di vita e di benessere. Attraverso di esso per esso, l’organismo acquisisce il nutrimento giusto che viene poi canalizzato in energia. Mangiare è una necessità, un bisogno fisiologico, ma non solo. Il momento del pasto ha da sempre un’aurea di sacralità. Il cibo è la delizia del palato. Quella culinaria, è infatti considerata ad oggi una vera e propria arte, un modo di vivere il cibo, artistico e fantasioso. I cibi hanno delle proprietà nutritive specifiche, ed hanno anche dei sapori unici e peculiari, che combinati in determinati modi producono dei risultati eccezionali. Anche la preparazione del piatto rappresenta una vera e propria arte, nella variabile combinazione di colori, forme e decorazioni. L’amore per l’arte culinaria è un amore senza tempo. Cosi come l’arte stessa delle preparazioni non ha una definizione precisa e costante. Le ricette hanno origini differenti e con il passare del tempo hanno subito notevoli trasformazioni dettate dalle innovazioni continue che hanno migliorato e cambiato il modo di mangiare e l’abitudine alla tavola. E’ stata la tradizione in primis ad assegnare determinati piatti a determinati luoghi. La caratteristica del cibo più peculiare è precisamente questa: assaggiare ricette diverse di uno stesso piatto o di piatti diversi in diversi luoghi. Nel nostro Paese in particolare questa caratteristica differenziale, si snoda nelle ragioni che lo compongono, che nel corso del tempo hanno prodotto e presentato sulle tavole nostrane e straniere piatti divini le cui ricette hanno conquistato chiunque li abbia assaggiati. Le ricette più gettonate, e maggiormente amate. Dai primi piatti al dolce. Per la gioia del palato.
pasta fresca

Ricette: Quaderno per scrivere ricette - Disegno di copertina: pentola magica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,29€


Le crepes

Tra i primi piatti maggiormente famosi troviamo: Crepes e crespelle, gnocchi, minestre, pasta fresca, pasta secca, pasta ripiena, riso, sformati e zuppe. Le crepes, sono un piatto amatissimo. Sono semplici da preparare e varie nel sapore, proprio perché gli ingredienti, che possono essere utilizzati per il ripieno variano a seconda dei gusti. La parte esterna va preparata a parte in una padellina anti aderente, con uova, sale, farina e poco latte. Una volta formata la crepes vera e propria, occorre preparare il ripieno con il quale riempirla. Se sin desidera preparare una crepes ai funghi ad esempio, bisognerà procurarsi dei funghi in primis, del sale, un pacchetto di besciamella, del parmigiano grattugiato e del prezzemolo. Ovviamente le dosi cambiano a seconda del numero di persone per le quali viene preparato il piatto. Il primo passaggio, dopo la preparazione della crepes che va lasciata freddare, è la pulitura dei funghi, che vanno poi tagliati e fatti saltare in una piccola padella con olio, sale e prezzemolo. Un a volta pronti, i funghi vanno uniti alla besciamella e al parmiggiano e fatti saltare ancora. Intanto sulla crepes ormai fredda va steso un velo di panna e poi il ripieno leggermente freddato. Il tutto una volta richiusa la crepes a ventaglio, va infornato per quindici minuti. Lo stesso procedimento è valido per gli altri tipi di crepes. Con panna, peperoni, asparagi, zucchine e spinaci. Ovviamente il ripieno va sempre preparato a parte e in maniera peculiare.

  • alimenti per la dieta L’arrivo dell’estate comporta una serie di cambiamenti che riguardano le abitudini alimentari e non solo. La bella stagione, porta con sé temperature parecchio calde, che portano chiunque a scoprirsi ...
  • chicchi di avena L’aveva è un cereale molto utilizzato nell’alimentazione sia degli animali che in quella umana. Come tutti i cereali non dovrebbe mancare nei prodotti e negli alimenti che usiamo più spesso, proprio p...
  • uovo L’albume è una delle due parti che costituiscono un uovo, in particolare parliamo delle uova di uccelli e per gli usi più comuni in cucina delle uova di gallina. Le uova , formate da tuorlo e albume, ...

Ricette: Quaderno per scrivere ricette - Disegno di copertina: zuppa di pollo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,29€


Gli gnocchi e tanti altri primi

gnocchi Oltre alle crepes, un tipico primo piatto campano è costituito dagli gnocchi. Sono amati da tutti, ed hanno una preparazione semplice e veloce. Gli ingredienti sono: gli gnocchi, preferibilmente freschi, sugo di pomodoro, parmigiano, mozzarella, basilico, olio e sale. Il primo passo è la preparazione del sugo che deve essere abbastanza abbondante perché gli gnocchi tendono ad assorbirne molto. In una padella o in una pentola, versare una leggera base d’olio e una cipollina sminuzzata. Aggiungere dopo pochi secondi il sugo e aspettare che cuocia. Alla fine della cottura, aggiungere foglie di basilico fresco per profumare il tutto. Una volta cotti gli gnocchi, bisognerà scolarli e disporli in un tegame o in una pirofila. Su di essi bisognerà stendere il sugo e la mozzarella tagliata a cubetti. Per decorare il piatto basterà aggiungere altre foglie di basilico e del pecorino per dare maggiore sapore. Per quanto riguarda la pasta secca e fresca, esistono diversi piatti gustosi e buonissimi. Tra questi ritroviamo ricette di mare e di terra, come: la lasagna vegetariana, cortecce con vongole e fiori di zucca, paccheri con melanzane e seppie, gnocchetti al nero di seppia.


Ricette di carne e di pesce

manzo Per quanto concerne i secondi piatti, esattamente come i primi esistono numerosissime variabili di preparazioni e di scelte. Se si preferisce un piatto di terra, bisognerà puntare sulla carne, che sia bianca o rossa, non ha importanza a seconda delle preferenze. Un secondo piatto elaborato e buonissimo da preparare è il roast-beef alla spagnola con salsa. Gli ingredienti sono: più di un chilo di filetto o scannello di manzo, del vino rosso, un bicchiere di aceto, tre cipolle, tre peperoni verdi, tre pomodori pelati, una foglia di alloro, olive nere, cinquanta grammi di funghi secchi, quattro spicchi di aglio, mezzo cucchiaino di paprica spagnola, sale, pepe e mezzo bicchiere di olio. La preparazione avviene in questo modo: Bisogna inizialmente legare la carne per mantenerne la forma, e cospargerla di sale, pepe, aglio tritato e paprica. In una terrina va poi riposto il vino, l’aceto, (mezzo bicchiere) e una foglia di alloro. In questa soluzione bisogna immergere il pezzo di carne. Questa va lasciata in questa pirofila per dodici ore. I funghi intanto vanno fatti bollire in acqua tiepida, vanno poi lavati e tritati. Dopo le dodici ore, la carne va rimossa dalla soluzione marinata che a sua volta va colata e tenuta da parte. In una tegame, bisogna scaldare l’olio, ponendovi la carne e facendola rosolare a fuoco vivo. Ne tegame vanno aggiunte le cipolle, i peperoni e i pomodori tritati, le olive senza noccioli, i funghi e metà della soluzione marinata. Il tegame va messo in forno e bisogna lasciare cuocere per circa mezz’ora o poco più. La cottura va sempre sorvegliata. Il roast beaf va tagliato e servito a fette su un piatto ben caldo con la soluzione marinata restante sopra.

Un secondo piatto a base di mare assolutamente ottimo è la cernia in fette brasata. Gli ingredienti sono: sei fette di cernia, carote, cipolle, prezzemolo tritato, cinquanta grammi di burro, un barattolino di pomodori pelati, mezzo bicchiere di vino, sale, pepe e farina. La procedura è la seguente: le fette di cernia devono essere pulite, lavate e asciugate, bisogna poi salarle, peparle e impastarle nella farina. A parte va tagliata la cipolla e la carota in fettina sottili. Prendere una teglia e ungerla con una noce di burro, e riporre all’interno uno strato di fettine di cipolla e carote, poi ben allineate in un solo strato le fette di cernia. Su ogni fetta bisogna poi riporre una piccola noce di burro per poi bagnarle con il vino per poi coprirle con un foglio di carta forno ben imburrato. Infornare il tutto. A metà cottura, quando il vino sarà quasi del tutto assorbito, bisogna togliere il foglio di carta forno e aggiungere sul pesce i pomodori pelati passati. La teglia va poi ricoperta e rimessa in forno. Il contenuto va fatto cuocere per circa un’ora a fuoco moderato. A cottura completa, è necessario rimuovere le fette di pesce dalla teglia, e allinearle in un piatto di portata e prendere la salsetta restante nella teglia, e del burro. Con entrambi coprire le fette di cernia che vanno poi cosparse di prezzemolo.


Le ricette: I dolci: i biscotti e il castagnaccio

dolci Dolci buoni, ce ne sono tanti, tra le tante ricette questa è tipica del Sud Italia. I biscotti alle mandorle, vengono mangiati esattamente come i cantuccini fiorentini, a fine pranzo con il vin santo. Gli ingredienti sono: un chilo di farina, cinque uova, trecento grammi di mandorle pelate, trecento grammi di zucchero, una noce di burro, un bicchierino di liquore strega, una bustina di vaniglia. Il procedimento è: Senza utilizzare tutta la farina, disporre questa al centro del tavolo e aggiungere tutti gli ingredienti, uno per volta e solo alla fine aggiungere le mandorle tagliate a metà. Preparare dei salsicciotti. Prendere una teglia da forno e prepararla con un foglio di carta sul quale andranno adagiati i salsicciotti. Una volta infornati questi, aspettare che acquistino una colorazione dorata. Estrarli dal forno e tagliarli longitudinalmente fino a dare ai biscotti la forma di una mezza luna. Riporre questi nella teglia per completarcela cottura su ambo i lati.

Tipico dolce nostrano è il famoso castagnaccio. Mangiato soprattutto nel periodo autunnale, quando le castagne sono pronte per essere raccolte, il castagnaccio è semplice da preparare ed è decisamente delizioso. Gli ingredienti sono: un chilo di castagne, cento grammi di burro, centocinquanta grammi di zucchero, settanta grammi di cacao, un bicchierino di liquore strega o rum, due mottini di pan di Spagna. A parte avviene la preparazione della crema moka per la quale occorrono: cento grammi di burro, un tuorlo d’uovo, una tazzina di caffè ristretto, quattro cucchiai di zucchero a velo. Una volta preparata questa crema, si può procedere alla preparazione del castagnaccio: Eliminare l’involucro dalle castagne e cuocerle. Una volta lessate, senza attendere che si freddino, sollevare la pellicola chiara rimasta attaccata ad esse. Passarle nel passatutto, aggiungendo il liquore per ammorbidirle fino a renderle cremose. Riporre in una terrina ampia, le castagne appena passate, lo zucchero, il cacao ed il burro e amalgamare il tutto. L’impasto ottenuto va steso su un panno umido e si aggiunge la crema moka e il pan di spagna. Arrotolare l’impasto e riporlo in frigo avvolto dalla carta argentata. Servire a fette.

Questi alcuni delle tante ricette buonissime tipiche della nostra regione che delizierebbero qualsiasi palato. L’amore per la cucina è spontaneo e richiede pochissimo tempo, un tempo impiegato nella maniera giusta, per la preparazione di un primo gustosissimo, di un secondo piatto raffinato e di un dolce bello da presentare e nutriente, per uno spuntino più che piacevole!



COMMENTI SULL' ARTICOLO