metodi di cottura

Cottura degli alimenti

La maggior parte degli alimenti per poter essere mangiata deve necessariamente essere sottoposta alla cottura. E' questo uno dei punti cardini dell'alimentazione, cuocere gli alimenti è importantissimo per diversi aspetti ed è bene conoscerli. Innanzitutto si rende molto più sicuro l'alimento, attraverso infatti la cottura si eliminano tutti quei microrganismi patogeni che risiedono in diversi alimenti. Cucinando gli alimenti si migliorano inoltre le varie proprietà organolettiche, il che significa che il sapore, il colore, l'aspetto di un cibo sarà molto più buono. Inoltre si migliora anche la disponibilità di alcuni nutrienti, senza poi contare l'aumento della loro digeribilità. Cuocere gli alimenti quindi ha diversi vantaggi, ma chiaramente bisogna tener presente anche che molti nutrienti dei cibi che cuociamo tendono a perdersi proprio nel momento della cottura, insomma viene modificata la loro composizione.

Cottura degli alimenti

Il grande libro degli alimenti. Dizionario illustrato: 1000 alimenti, dall'aquisto alla conservazione, dai metodi di cottura ai valori nutritivi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,65€
(Risparmi 4,35€)


Metodi di cottura

Metodi di cotturaA tal proposito è importante conoscere i vari metodi di cottura e capire quali sono più salutari e quali invece possono considerarsi dannosi per la salute dell'organismo umano. I metodi di cottura in cucina sono davvero tanti, sembra così semplice creare un piatto, cucinare qualcosa di buono, ma sono soprattutto i metodi di cottura che condizionano il sapore, la composizione dei nutrienti di tutti gli alimenti. E' importante quindi conoscere i dettagli che ruotano intorno ai vari metodi di cottura e prima di tutto è indispensabile capire quali sono. Ritroviamo la bollitura, il bagnomaria, la pressione, la stufatura, il forno, l'arrosto, il microonde e la frittura. Come insomma potete notare i metodi di cottura sono davvero tanti e ognuno permette di donare all'alimento qualcosa in più, anche se nei diversi casi c'è da dire che cambia, a seconda della cottura, la composizione dei nutrienti. Conoscere i diversi metodi di cottura per un cuoco è importantissimo, non bisogna infatti donare al piatto solo un buon sapore, ma è importante che l'alimento non perda poi tutti i valori nutrizionali che è in grado di trasmettere all'organismo umano.

  • Alimentazione e salute L'alimentazione deve essere seguita con grande attenzione durante tutta la nostra esistenza. La maggior parte delle patologie esistenti sono infatti generate proprio dall'alimentazione, chiaramente qu...
  • Dieta e cottura Per poter dimagrire è importante seguire una dieta che sia quanto più equilibrata e salutare possibile. Questo è il primo punto da tener presente se si ha intenzione di perdere qualche chilo di troppo...
  • piramide alimentare La piramide alimentare è una vera e propria rappresentazione grafica piramidale che ha al suo interno una struttura precisa sulla quale si basa la dieta adatta ad ogni individuo. Di piramidi aliment...
  • il mirto Il mirto lo si può considerare tranquillamente un alimento, anche se principalmente si tratta di una pianta, detta Mirtys Communis, che è sempreverde e cresce nelle zone del Mediterraneo. Il mirto è p...

Macrobiotica moderna. Benefici, ricette, metodi di cottura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


I diversi metodi di cottura

Vediamo ora nel dettaglio come avvengono tutti i metodi di cottura e soprattutto quali vantaggi e svantaggi provocano. La bollitura è un tipo di cottura che viene effettuata in modo particolare in acqua oppure in un altro liquido che può essere il classico brodo che arriva al punto di ebollizione, solitamente questo è intorno ai 100°. Tra i metodi di cottura la bollitura è sicuramente quello più salutare perché consente di evitare l'aggiunta di grasso di condimenti, ma è anche vero che la maggior parte dei nutrienti degli alimenti si perdono nell'acqua. Il che significa che più acqua si utilizza e più c'è la possibilità di ritrovarsi con alimenti poveri di nutrienti, a meno che non si utilizzi proprio quest'acqua per condire poi lo stesso alimento. Generalmente però la bollitura permette la perdita dei grassi che si trovano negli alimenti, ecco perché è considerata la cottura più dietetica, inoltre rende i cibi molto più digeribili e teneri da masticare. Poco utilizzato invece tra i metodi di cottura è il bagnomaria. In questo caso l'alimento viene posto in un contenitore che è immerso a sua volta in un altro recipiente però colmo d'acqua. Solitamente la cottura a bagnomaria è usata quando si preparano creme o salse, quante volte insomma avrete sciolto il classico cioccolato per i dolci a bagnomaria. Il vantaggio di questa cottura è che gli alimenti tendono a mantenere quasi intatte le proprie caratteristiche dei nutrienti, non c'è la dispersione in acqua come avviene con la bollitura.


Pressione, stufatura, arrosto e frittura

Per quel che riguarda invece la cottura a pressione questa va effettuata con la classica pentola, in questo caso si supera di gran lunga il punto di ebollizione, la cottura insomma avviene oltre i 100°. La cottura a pressione permette ad un alimento di cuocersi in modo più rapido, ma soprattutto di mantenere intatte le proprietà nutrizionali in esse contenute. Non vi sono in tal caso eccessive perdite dei nutrienti. La stufatura invece avviene quando ad un alimento in cottura si aggiunge costantemente un liquido, che sia acqua o brodo. E' un tipo di cottura molto simile alla bollitura ed è utilizzato spesso per cuocere la carne e i vari ortaggi. Chiaramente anche in questo caso sussiste una dispersione dei nutrienti nell'acqua. Molto utilizzato tra i metodi di cottura è quella in forno che può essere utilizzata per qualsiasi tipo di alimento. In questo caso la cottura deriva dalla semplice trasmissione di calore ed è consigliata per chi è a dieta, anche se chiaramente bisogna sempre tenere d'occhio i condimenti. L'arrosto invece è molto utilizzato per cuocere i vari tipi di carne e il pesce, questo permette, attraverso il passaggio progressivo del calore dall'esterno all'interno, di cuocere al meglio l'alimento, ma molto spesso si subisce una carbonizzazione superficiale dell'alimento che è molto tossica. La cottura a microonde è quella più recente, qui gli alimenti si cuociono in poco tempo e sono però soggetti ad un campo elettromagnetico, è insomma consigliabile non utilizzarlo spesso. Dulcis in fundo c'è la frittura, in questo caso l'alimento viene immerso in coropo grasso portato ad alte temperature. La frittura rende i cibi molto più gustosi, ma chiaramente meno salutari.




COMMENTI SULL' ARTICOLO