grassi saturi

Grassi saturi

I grassi , nome con cui sono comunemente conosciuti i lipidi , sono componenti nutritivi importanti per il nostro corpo e il suo funzionamento. Assunti tramite gli alimenti, essi vanno a formare il tessuto adiposo che si trova al di sotto della pelle e permette di mantenere costante la temperatura corporea interna e inoltre protegge gli organi dalle temperature troppo alte o troppo basse che vengono dall’esterno. In questo senso vanno anche a regolare la forma del corpo in quanto sono i responsabili di eventuali “rotondità” in eccesso. Il deposito di grassi in particolari zone del corpo è però dettato da vari fattori legati alla conformazione fisica dell’individuo, alla sua alimentazione, al suo stile di vita e anche al sesso a cui appartiene. Per esempio nelle donne il grasso tende ad accumularsi sui fianchi, sui glutei, sulle cosce e sulla pancia, mentre gli uomini tendono ad ingrossare tutto l’addome. I grassi sono ,inoltre, un’importante fonte e riserva di energia. Ogni molecola di grassi, infatti, può fornire al nostro corpo un ‘ elevata quantità di calorie che sono “immagazzinate” per permettere che il corpo funzioni anche a riposo. Non dobbiamo infatti dimenticare che per il nostro corpo gli organi funzionano anche quando stiamo fermi e inoltre funzionano autonomamente. I grassi rappresentano, quindi, una sorta di “riserva di carburante” indispensabile per il nostro organismo. I grassi sono anche i componenti principali delle membrane delle cellule e ne regolano quindi il perfetto funzionamento. Oltre a queste funzione c’è da aggiungere che i grassi portano ai cibi un maggior sapore oltre che un maggiore senso di sazietà, considerate le calorie che apporta anche in piccole quantità. I grassi presenti negli alimenti si distinguono a seconda delle loro funzioni e del modo in cui agiscono positivamente o meno nel nostro organismo. I grassi si dividono principalmente in grassi saturi e grassi insaturi. I grassi saturi sono considerati “i cattivi” anche se per tutti sono quelli più buoni.
lardo

TUTT'ALTRO MACINATO VEGETALE 100% BIO VEGAN 250 GRAMMI SENZA GRASSI SATURI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,5€


Differenze con i grassi insaturi

I grassi saturi sono principalmente diversi dai grassi insaturi per la conformazione chimica. I grassi saturi, il cui nome trovate anche espresso come acidi grassi saturi, sono chimicamente conformati da doppi legami tra gli atomi di carbonio e gli atomi di idrogeno e questo dà a questa struttura la proprietà di non legarsi con nessun altro atomo e di considerarsi “al completo”. Gli acidi grassi insaturi sono formati da atomi di carbonio che si legano tra loro con legami semplici e possono legarsi anche ad altri atomi all’interno del nostro stesso organismo. Ecco da dove deriva la loro denominazione: i saturi sono gli acidi grassi completi che non possono essere legati ad altri atomi ed in particolare a quelli di idrogeno, e quelli insaturi invece sono gli acidi grassi per i quali è possibile un legame con gli atomi di idrogeno. Per questo motivo legato alla costituzione di legami chimici abbiamo la maggior parte dei grassi saturi in forma densa o pressoché solida e di quelli insaturi in forma più o meno liquida. La funzione di entrambi i tipi di grassi è quella di apportare energia al nostro organismo con la differenza che i grassi saturi sono considerati dannosi per il nostro organismo. I grassi insaturi, al contrario , sono considerati come i portatori della buona energia poiché essi vengono subito assorbiti dal corpo e quindi danno subito energia. I grassi saturi sono principalmente quelli di origine vegetale. Per esempio contengono grassi insaturi l’olio di oliva, le mandorle, le nocciole, il pesce, il burro di arachidi, la carne magra. Inoltre, tra gli acidi grassi insaturi anche di vario genere troviamo il gruppo degli omega (omega 3 – omega6 ed omega 9 che sono importantissimi per il mantenimento del giusto grado di colesterolo nel sangue e sono alleati fondamentali per la pelle.


  • proteine Ogni alimento possiede le proprie proprietà nutrizionali, cioè fornisce al nostro corpo una quantità di nutrienti utili al nostro fabbisogno energetico, le quali risultano importanti per la crescita e...
  • Misurazione della pressione arteriosa L'ipertensione è una malattia caratterizzata da un incremento della pressione arteriosa al di sopra dei valori normali, cioè quando si raggiungono o superano i 140 mm/Hg di pressione sistolica (massim...
  • omega 9 Il gruppo omega rappresenta il gruppo di acidi grassi polinsaturi che sono considerati importanti per la salute di ogni individuo. Gli omega comprendono l’omega 3, l’omega 6, l’omega 9 che sono gli ac...

TUTT'ALTRO FETTINE VEGETALI 100% BIO VEGAN 250 GRAMMI SENZA GRASSI SATURI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,5€


Cibi che contengono grassi saturi

patatine I grassi saturi sono per la maggior parte sono di origine animale e dalla consistenza solida o densa. Tutti i grassi delle carni sono grassi saturi e anche il burro contiene grassi saturi. Tutte i fritti sia in olio che in sugna contengono una grande quantità di grassi saturi. I grassi saturi sono contenuti negli insaccati, nelle frattaglie, le patatine snack e tutti gli snack fritti. Alcuni alimenti come i latticini contengono proporzioni sia di grassi saturi che di quelli insaturi come per esempio il latte interno o i formaggi. I grassi saturi di origine vegetale sono l’olio di palma, il cioccolato, l’olio di cocco che sono utilizzati ampiamente nelle industrie alimentari per la produzione di snack vari che contengono, di conseguenza, grassi saturi. Per esempio tutte le merendine al cioccolato, al burro, alla crema sono piene di grassi saturi che provengono da uno o più alimenti che contengono grassi saturi utilizzati nella loro preparazione.


I grassi saturi e il nostro organismo

I grassi saturi portano ad un aumento del colesterolo nel sangue da cui derivano alcune insufficienze e patologie cardiocircolatorie poiché il colesterolo è una molecola importante per il funzionamento cellulare e anche di alcune ghiandole come per esempio la tiroide, ma se troppo esso affatica il fegato che tende a smaltirlo e poi quello in eccesso va ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni. Evitare del tutto i grassi saturi, però non è la soluzione per evitare tutte le malattie cardiocircolatorie poiché è dimostrato che per una dieta equilibrata bisogna che tra le calorie assunte quotidianamente per il proprio fabbisogno energetico ci sia almeno il 10% di grassi saturi per avere anche la giusta riserva di energia a riposo. Certo, non bisogna esagerare neanche con i grassi insaturi e per evitare del tutto malattie e disturbi cardiovascolari è necessario non abusare neanche di alcol e soprattutto non fumare.




COMMENTI SULL' ARTICOLO