integratori magnesio

Integratori magnesio

Il magnesio è un elemento di grandissima importanza per il corretto funzionamento dell’organismo: esso influenza l’azione degli enzimi responsabili della produzione cellulare, dei muscoli e dei nervi. Il magnesio, viene assorbito dall’organismo mediante alcuni alimenti, e viene espulso mediante le sostanze di scarto. Il magnesio, svolge funzioni specifiche per l’organismo: esso tende infatti a favorire il rafforzamento di muscoli nervi ed ossa. Il magnesio partecipa al processo di bio-sintesi, che attiva la produzione di proteine responsabili della trasformazione in collagene. Questa sostanza, favorisce inoltre l’assorbimento di altri minerali ed oligoelementi come il calcio, il fosforo, il sodio, ed alcune vitamine come la vitamina D. Questo minerale, è abbondantemente utilizzato in ambito medico, per ripristinare o riequilibrare numerosissime funzioni vitali: il magnesio, favorisce la regolarizzazione del battito cardiaco, (in caso di aritmia) e per migliorare il funzionamento della vescica. Il magnesio è un minerale abbondantemente diffuso in natura, soprattutto nelle verdure: lo si trova negli spinaci, e in tutte le verdure a foglia verde, nei legumi, in alcuni cereali, nella farina e in alcuni ortaggi. Abbondante anche nelle arachidi, nei pistacchi, nei pinoli, nelle mandorle, nel cacao in polvere, nelle bietole, nell’avena. Il magnesio, è dunque presente in alimenti che vengono inseriti quotidianamente nell’alimentazione, per cui è molto difficile registrane una carenza. Tuttavia, alcune variabili, possono influenzare direttamente o indirettamente lo stato di salute del soggetto. La sintomatologia che palesa una carenza di magnesio, è nausea, affaticamento, cefalea, inappetenza, stanchezza, aritmie, battito cardiaco accelerato, dolori ossei e muscolari (manifesti sotto forma di sparsi o anche di debolezza), mancanza di sonno, convulsioni. La carenza di magnesio, può dunque essere la testimonianza di una patologia, come l’ipocalcemia, o colite ulcerosa. Alcune malattie infatti, si manifestano con una notevole carenza di magnesio; in questi casi oltre alla cura della patologia, è necessario effettuare una cura di magnesio integrativa, seguendo un’alimentazione che contenga abbondantemente questa sostanza, accompagnata dall’utilizzo costante di integratori di magnesio. Solitamente la carenza di magnesio, si associa comunemente ad un’alimentazione povera di questa sostanza, alla mancanza di integratori, alcune patologie, come sottolineato sopra, l’alcolismo. Altri fattori, possono essere riconducibili ad un mancato assorbimento del magnesio stesso, a causa di pancreatite, malassorbimento, colite, morbo celiaco. Tutte queste patologie, possono indurre una carenza di magnesio: molto spesso, se non si è a conoscenza della patologia che determina questa carenza, si può riconoscere la sintomatologia che testimonia la mancanza di questa sostanza che si manifesta mediante confusione mentale, tremori, crampi, nervosismo, insonnia, ipocalcemia, aritmia cardiaca. Riconoscendo questa sintomatologia, è possibile risalire non solo alla carenza di magnesio, ma anche alla patologia che l’ha determinata.
integratori di magnesio

Z-MAx - 200 Capsule premium, Magnesio e Vitamina B6 - Riducono la stanchezza, migliorano il sonno, mantengono i livelli di testosterone, promuovono la sintesi delle proteine - Fornitura per 3 mesi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,97€
(Risparmi 20,02€)


integratori magnesio: A cosa servono

magnesio Quando si ha una notevole carenza di magnesio, questo viene somministrato per via orale, tramite gli integratori, o anche per via endovenosa, se la carenza è eccessiva. Non esistono particolari effetti collaterali apportati da questa sostanza, l’unica nota negativa è che, è possibile che mediante l’assunzione di integratori, si possa riscontrare un effetto lassativo forte. In altri casi, è possibile che alla diarrea si accompagnino anche mal di testa, spasmi addominali. Se si assumono farmaci per il cuore o anche per la circolazione sanguigna, il magnesio, può comportare problemi, inibendo la loro stessa funzione. Il magnesio, possiede una percentuale di soglia minima e massima, che varia a seconda delle età e del sesso, e anche della presenza di patologie: per cui, prima di assumere integratori, è bene conoscere il limite minimo della soglia soggettiva, per poi rivolgersi ad un medico che sia in grado di stabilire il quantitativo di magnesio da integrare. I neonati, da zero a sei mesi, devono integrare circa trenta milligrammi di magnesio, da sei mesi ad un anno invece, il quantitativo sale a settanta milligrammi circa, i bambini che vanno da uno a tre anni, arrivano a circa ottanta milligrammi, dai quattro agli otto, circa centotrenta milligrammi. Gli adolescenti di sesso maschile, variano tra i duecentocinquanta e i quattrocento milligrammi, mentre per le ragazze adolescenti, varia da un minimo di duecentottanta ad un massimo di trecento; le donne in gravidanza, e in allattamento, necessitano di più di trecento milligrammi di magnesio, per cui, oltre a seguire una dieta, devono utilizzare gli integratori. Il magnesio, è una sostanza necessaria all’organismo, che va sempre controllata per evitare che si manifesti una sintomatologia dolorosa e fastidiosa, dipendente da una sua carenza. Il primo passo dunque è tenere sempre sotto controllo il livello di questo elemento.

    Integratore Alimentare Per Il Metabolismo Energetico Cloruro Di Magnesio 200 Compresse

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,81€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO