padri separati

Fallimento del matrimonino

Quando un matrimonio non riesce a proseguire con serenità e amore, spesso si ricorre alla separazione. Questa fase transitoria può poi portare al divorzio, dove i due coniugi tornano ad essere praticamente liberi dal vincolo del matrimonio. Purtroppo sempre più matrimoni tendono a fallire e solitamente a patire maggiormente tale evento sono i figli. Finché insomma non sussiste la prole, tutto risulta essere molto più semplice anche da parte del giudice che ha il compito di dare la sentenza finale. I figli però devono essere messi sempre al primo posto, ancor di più quando di mezzo c'è una separazione piuttosto dolorosa dei propri genitori. La legge deve tutelare il benessere della prole e per questo è opportuno analizzare tutta l'intera vicenda familiare e capire anche il perché si sia deciso di arrivare alla separazione.
Fallimento del matrimonino<p />

Il delirio e la speranza. Storie di padri separati

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,5€
(Risparmi 1,5€)


Padri separati

Padri separati Ormai il matrimonio può fallire anche quando di mezzo ci sono delle incomprensioni legate più che altro all'aspetto caratteriale, non per forza insomma deve esserci un evento traumatico scatenante che può essere un tradimento o un atto di violenza. In queste circostanze però ad avere la peggio sono sempre i padri separati. Sarà che la legge italiana non è perfetta e che i giudici abbiano una sorta di pregiudizio nei riguardi di un padre che da solo deve occuparsi del prorpio figlio, ma c'è un problema reale che ancora oggi non si riesce assolutamente a risolvere. In Italia sono oltre 4 milioni i padri separati, coloro che sono costretti a fare enormi sacrifici per vedere i propri figli. Il problema più grande però è legato alla questione economica e qui la colpa sicuramente più importante è da ricondurre alla legge che tende a salvaguardare maggiormente la donna. Si tratta di una visione alquanto obsoleta della vita di coppia, per questo si necessita una maggiore modernizzazione dell'assetto giuridico proprio riguardante la legge sulla separazione e sul divorzio. La figura della donna è ancora vista come il classico sesso debole, persona che quindi deve essere accudita dall'uomo, nonostante ormai siano tantissime le madri che lavorano e che sanno badare tranquillamente a sé stesse. Che la legge non funzioni al meglio in Italia è un dato di fatto, basti pensare che per ottenere il divorzio devono necessariamente trascorrere tre anni di separazione, quindi accumulare ancor più denaro da spendere e soprattutto perdere tempo prezioso per godersi una nuova vita.

  • matrimonio Il matrimonio è il contratto con cui due persone decidono di amarsi e vivere assieme per tutta la vita. Il matrimonio è dunque un’istituzione, un contratto che dà valore giuridico a un sentimento d’a...
  • Matrimonio Due persone che si amano solitamente hanno come obiettivo comune quello di sposarsi, dar vita in questo modo ad una nuova parentesi della propria vita creandosi una propria famiglia. Il matrimonio è v...
  • Matrimonio e divorzio Il matrimonio è un vincolo sacro che unisce due persone per tutta la vita. Solitamente si tratta del punto di partenza di una nuova vita per le persone innamorate, coloro insomma che hanno intenzione ...
  • Matrimonio Il matrimonio è un evento importantissimo per tutte quelle coppie che sono innamorate e pensano di trascorrere per sempre la loro vita in totale unione. Negli ultimi anni il matrimonio ha un po' perso...

Guida alla sopravvivenza per padri separati

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€
(Risparmi 2,1€)


Il problema dei padri separati

Il dramma dei padri separati in Italia è una questione che diventa ogni anno sempre più roboante. Il problema principale è che i padri sono costretti non solo a fornire gli alimenti per i propri figli, ma devono anche badare alle spese della loro madre, garantendo ogni mese il classico assegno di mantenimento. E' proprio la questione economica a distruggere maggiormente i padri separati che a stento riescono poi a provvedere alla propria vita. Molti non possono permetersi una casa dove vivere e sono costretti a ritornare dai genitori, altri invece non hanno alcun tipo di supporto e si rivolgono addirittura alla caritas. Effettivamente quasi un quarto dei padri separati in Italia si ritrova ad essere praticamente povera e tale condizione inevitabilmente porta i padri separati anche ad essere allontanati dai propri figli. Secondo la legge dopo la separazione o il divorzio un figlio deve avere le stesse attenzioni da parte della madre e del padre, ma purtroppo non è assolutamente così. La presenza del padre nella vita dei figli diventa sempre più evanescente, i vari turni delle visite tendono ad essere molto ridotti ed a volte si è costretti a fare chilometri e chilometri anche solo per stare mezz'ora con il proprio bambino.


La mancanza di tutela per i padri separati

Una situazione praticamente tragica che coinvolge la maggior parte dei padri separati, i quali non sono per niente tutelati dallo stato italiano e si ritrovano a dover vivere in condizioni disastrose non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto da quello emotivo. Il denaro può essere sicuramente un problema, ma è principamente la sofferenza dovuta dall'allontanamento dei figli che rischia di affossare ancor di più i padri separati. In giro sono nate diverse associazioni pronte a sostenere questi uomini costretti a vedersi con i propri figli solo per pochissime volte al mese. La madre, probabilmente per una questione naturale, si ritrova quasi sempre con l'affidamento dei propri bambini, solo nei casi più estremi, in cui presenta delle particolari dipendenze o problemi legati alla salute, il padre può beneficiare dell'affidamento dei propri figli. La situazione piuttosto preoccupante dei padri separati nel nostro Paese non sembra potersi risolvere in poco tempo e questo non fa altro che peggiorare ancor di più la loro condizione, ritrovandosi ad essere praticamente incapaci di poter ritornare a vivere con serenità, potendo contare sull'amore dei propri figli. Se quindi deve esserci sempre massima tutela per la prole durante la separazione ed il divorzio, è opportuno che questa possa godere sempre e costantemente dell'appoggio, dell'amore e dell'assistenza di entrambi i genitori.




COMMENTI SULL' ARTICOLO