Baffi

I baffi

La barba ed i baffi sono da sempre motivo di sensualità, bellezza, fascino, saggezza. L’uomo, palesava attraverso queste modaiole appendici del viso la propria forza, la propria mascolinità. La moda, con le sue diverse parabole ascendenti e discendenti, ha soffiato nuove tendenze e nuovi stili, che hanno apportato cambiamenti diversi, ma non hanno mai lasciato posto al glabro, fresco e vellutato. Suddette appendici, hanno scritto la storia del fascino maschile, della sua autorevolezza, della sua forza, disegnando nell’immaginario collettivo un’idea precisa di maschio, che esprime la sua massima esponenza mascolina mediante un volto assolutamente barbuto, coperto da una peluria composta, attraente, elegante. La mitologia, presenta volti perennemente baffuti e barbuti: le divinità maschili, conservavano questa magnificente caratteristica comune. Gli dei dell’Olimpo adorati dai Greci, erano coperti in volto da barbe e baffi folti, che variavano dalle tonalità del rossastro a quelle del bruno, per finire nel candore del bianco. Le appendici baffute e barbute degli dei, richiamavano la mascolinità, la potenza, la superiorità, la forza, la saggezza. Allo stesso modo, le divinità maschili egizie, associavano la loro stessa sacralità al loro essere barbuti, e quindi virili. L’altisonanza divina, riecheggiava nell’immagine, nell’apparire. La barba e i baffi, hanno mantenuto nel corso del tempo una strettissima correlazione con la figura maschile. La mascolinità veniva espressa dalla barba, come la saggezza dai baffi. I più grandi pensatori, pittori, scultori, religiosi, scienziati, musicisti, di ogni tempo, portavano la barba o i baffi o possedevano appendici di peluria ben curate.
baffi

TRIXES Set 12 baffi finti assortiti autoadesivi per travestimenti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 0,99€
(Risparmi 6€)


Baffi e mascolinità

fascino dei baffi La moda attuale, non preclude e non esalta il concetto di mascolinità mediante queste appendici del viso. La libertà di scelta, lo stile, le esigenze personali ed i gusti aprono possibilità di scelte diverse. I baffi e la barba non perdono la loro simbologia iniziale, ma vengono spesso soppiantati da un viso pulito, glabro, liscio e vellutato. La peluria viene eliminata per esigenza, per praticità. E’ questa la società in cui viene promossa un’immagine giovane, perennemente intrappolata in una dimensione presente, che non torna indietro, che non va avanti. L’uomo è un eterno Peter Pan, un fanciullino gioioso, legato morbosamente alla sua immagine, al suo apparire, alla sua bellezza. L’uomo dipende dalla sua immagine, promuove se stesso mediante la sua essenza figurativa, esprime ciò che è, mediante l’apparenza. La scelta della rasatura è dunque una scelta consapevole e voluta, è una vera e propria preferenza, che si palesa attraverso l’idea di una manifestazione di se stessi. Un viso glabro, è un viso giovane, liscio, curato. Allo stesso modo, la scelta della barba e dei baffi, all’ultimo grido, richiamano ancora oggi sulla figura maschile un’aria seriosa, importante, saggia. Attualmente, non esiste una differenza sostanziale tra la scelta di portare o non portare i baffi, poiché la scelta è quella di avere un aspetto curato, elegante ed impeccabile. Il fascino di un uomo, attualmente, risiede nel suo essere puntuale all’appuntamento con il buon gusto, con la cura della propria immagine, con la spettrale aurea divina che dal mito ad oggi, lo caratterizza come il sesso forte.

    TINKSKY 60pcs photo booth props matrimonio foto booth baffi bicchieri cappello Maschera rifornimento del partito

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


    Questione di stile

    baffi e moda Il novecento in particolare, ha visto susseguirsi una serie di alternative possibili del volto maschile, che sceglieva la sua immagine in relazione all’idea di rimando: aspetto selvaggio, composto, saggio, macho, intellettuale, trasandato, originale. I baffi e la barba hanno caratterizzato l’immagine nel tempo, col tempo. Il maschio modifica la propria peluria facciale in relazione all’espressione che intenzionalmente vuole emanare di sé. Barba e baffi, rispettano delle precise mode, e dei tagli esatti che le caratterizzano per periodi e tipologie. La barba ed i baffi corti: è uno stile giovanile, trasandato, dalla sensualità sottile e rude. E’ questo lo stile dell’uomo ancora giovane, composto, tendenzialmente elegante, che si lascia crescere la barba ed i baffi in maniera leggera e appena pungente. Sul viso, si forma una peluria appena pronunciata. Le labbra stesse, assumono un riflesso più scuro, nell’ombra della linea baffuta e dura che copre la parte superiore del labbro. E’ questo uno stile tendenzialmente uniforme, dove baffi e barba sono praticamente un tutt’uno, un’insieme che dona al maschio un’eroticità folle. Doppi, e folti sono certamente meno attraenti. Questi ultimi si adattano perfettamente a visi maggiormente maturi, a uomini che attraverso i loro sorrisi baffuti nascondono uno stile, un tempo, una moda, un pensiero. Ogni forma e tipologia , chiaramente si adatta ad una tipologia di uomo. I baffi possono essere portati anche lunghi e arricciati alla coda. E’ questo lo stile retrò di mode ormai tramontate, che richiamano polverose immagini di uomini d’affari, o di uomini rudi, pistoleri, divi del cinema. Altro modo di coniugare baffi e barba, assolutamente in voga, è il pizzetto. Questo disegno preciso e raso della peluria, lascia spazio ad un’eleganza e ad una bellezza rare. Il pizzetto, non è per tutti i visi. Si abbina preferibilmente a delle linee gentili: nella sua squadratura, esso tende a firmare una marcatura esatta di quella zona del volto.


    Baffi e cure

    pizzetto Il barbiere, è la persona che si occupa non solo dei capelli, ma anche della barba. E’ colui che conoscendo le esigenze del cliente, riesce a consigliare lo stile che maggiormente si intona ad un determinato viso, è colui che opera il taglio, la rasatura, è colui che crea una forma baffuta. Gli accessori che vanno usati per la cura dei baffi sono una cera, uno specifico pettinino, una spazzola, delle forbici. I baffi presentano diversi stili, e prendono delle nomenclature ben precise: possono essere all’inglese, cespugliosi, a spazzola, a penna, imperiali, stile libero, ricci, lisci, squadrati sottili. A seconda del viso, del gusto, della moda, delle preferenze, è possibile scegliere una tipologia precisa di baffi, abbinarli ad una barba oppure no. Non è solo una questione di moda o di stile, i baffi sono si frutto di una tendenza, ma vanno ad intonarsi al viso, esattamente come i capelli, divenendo parte integrante del fascino maschile.


    Baffetti donna

    baffi donna Donna barbuta sempre piaciuta! Pura verità o solo un detto bizzarro? La donna si sa, ha una conformazione fisica e tratti distinti rispetto all'uomo ma a volte anche le donne possono presentare dei baffi dovuti a disfunzioni ovariche di origine cistica o tumorale. In ogni caso, senza dover pensare al peggio e trattare questi particolari ma limitati episodi, possiamo affermare che i baffetti sono presenti sul viso di tutte le donne. In base al tipo di carnagione, al colore dei capelli e alle caratteristiche fisiche della persona saranno più o meno evidenti. Fortunatamente eliminare il problema non è difficile! Pinzetta, crema depilatoria, rasoio, ceretta oppure creme decoloranti in grado di rendere i baffetti meno evidenti se non quasi invisibili. Oggi, esiste un nuovo metodo per rimuovere in maniera definitiva questi maledetti peletti sul viso: la depilazione laser. Il costo è sicuramente più elevato ma il risultato è garantito e duraturo nel tempo!




    COMMENTI SULL' ARTICOLO