Afte bocca

Afte della bocca

Tecnicamente, le afte, sono delle lesioni della bocca, che si palesano come piccole abrasioni o lacerazioni. Solitamente, presentano una forma tondeggiante, con un diametro pari a circa cinque millimetri, che spesso raggiunge il centimetro quando l’afte, assume sembianze ulcerose. Il colore dell’afte, è solitamente biancastro al centro e rossastro sul margine, possono essere leggermente sopraelevate rispetto al margine orale della mucosa, o anche schiacciate, come fossero una macchia. Questa patologia, si manifesta con la comparsa di una sola abrasione, che può diffondersi e dare origini ad abrasioni similari limitrofe, interessando cosi gran parte della mucosa orale. I tempi di guarigione dell’afte, sono soggettivi e tendenzialmente variabili; si stima un tempo minimo pari a sette giorni, tempo che può chiaramente dilatarsi se l’afte non viene curata appropriatamente. Le afte, tendono a causare una serie di fastidi: la loro manifestazione è accompagnata da bruciore, pizzicorio, e impossibilità di ingerire cibi; nei casi peggiori, l’afte, determina fastidio anche a bocca chiusa. L’aftosi, può essere apostrofata come una patologia, che colpisce più del trenta per cento della popolazione adulta: i soggetti colpiti, hanno un’età compresa tra i venti ed i cinquant’anni, raramente la problematica risulta essere estesa ai soggetti di età inferiore ai dieci anni.
afte bocca

AFTA CLEAR COLLUTTORIO Lenitivo Afte e Lesioni della bocca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,91€


Cause

bere alcolici L’afta, solitamente, viene preannunciata da un bruciore acuto nella zona interessata in cui dopo poche ore essa si manifesterà. Lo svantaggio di questa patologia, è che è di tipo recidivante, per cui, una volta manifestatasi, la patologia, tenderà a ricomparire, più volte. A causa di questo particolare, è possibile che l’afte, tenda a trasformarsi in un fenomeno più acuto, la stomatite, che si palesa con la proliferazione di queste bolle fastidiose, in tutta la muscosa orale. L’afte, è causata da una serie di fattori: in primis, l’assunzione di cibi piccanti, di bevande alcoliche, di infezioni di tipo virale. Anche la carenza di Sali minerali, di acido folico, di vitamina B12, lo stress, la spossatezza, un abuso di alcool, di cibi piccanti, di salse speziate, di cioccolata, o anche uno scorretto utilizzo dello spazzolino da denti, potrebbe determinare una manifestazione ulcerosa all’interno del cavo orale. Queste le cause, che possono manifestarsi tutte insieme o singolarmente.

    Alovex protezione attiva per afte e lesione della bocca 15 cerotti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


    Come curare l'afte

    afte cure Solitamente, l’afte, va curata farmacologicamente, evitando però cibi come il caffè caldo, il tè caldo, le spezie ed i cibi acidi. Per curare l’afte, esistono diverse metodologie di tipo naturale e non: è sempre meglio coniugare entrambe le cure, affinchè il fastidio si ridimensioni, cosi come i tempi di guarigione. Rimedi naturali sono il succo di pomodoro, che può essere bevuto puro, cosi da combattere tutti i fastidi al cavo orale, o anche l’assunzione di frutti come la banana. Soluzione naturale è la masticazione del basilico, che favorisce una naturale protezione da agenti batterici, combattendo anche l’alito cattivo. Una soluzione per alleviare il dolore in maniera temporanea, è l’applicazione di un qualsiasi dentifricio direttamente sulla ferita: il dentifricio è un antibatterico, per cui tende a garantire sollievo e freschezza, ma non costituisce una cura per eliminare l’afte. Una cura specifica che aiuti l’afte a scomparire non esiste: la soluzione ideale, sta nel coniugare una cura topica espressamente farmacologica, ad una cura che sia naturale, fatta di massaggi e tisane, ai fiori e alle erbe, che sviluppino un’azione disinfettante, e di rafforzamento delle difese immunitarie.


    Afte bocca: Farmaci contro l'afte

    farmaci afte La cura farmacologica, è solitamente a base antibiotica e corticosteroidi. A questa cura, vanno affiancati, dei rimedi naturali che facilitino la guarigione e allevino la fastidiosa sensazione di bruciore: L’afta può essere curata con il propoli, con il miele, con il latte di cocco, che vanno applicati direttamente sulla regione ulcerosa, cosi da creare una sorta do strato protettivo, che rinfreschi e allevi leggermente il dolore. Altra soluzione, sono i gargarismi che disinfettano tutto il cavo orale, effettuati o con un colluttorio che possegga una base antibiotica, o anche con una tazza di acqua calda nella quale vanno disciolti dei semi di coriandolo. Sempre i gargarismi, possono essere effettuati con il perossido di idrogeno, che viene principalmente miscelato al sale e al bicarbonato. Si ottiene cosi una miscela che favorisce l’attenuazione delle zone ulcerose, alleviando il bruciore ed il gonfiore. Altro suggerimento importante è di non toccare con le dita la zona interessata, al fine di non irritarla ulteriormente, assumere vitamina B, è un altro consiglio importante, e allo stesso tempo effettuare degli sciacqui con il bicarbonato, può rappresentare una soluzione positiva. Come sottolineato sopra, l’afte, presenta dei tempi differenti di guarigione, per cui, è sempre preferibile consultare un medico, o anche un igienista dentale, che possa dare qualche suggerimento maggiore in merito. E’ importante ridurre i pasti, considerato che l’afte, tende ad irritare e a rendere quasi del tutto impossibile il processo di masticazione.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO