sbiancante denti

Sbiancante denti

L’estetica è la ricerca della bellezza, della perfezione, dell’assoluta ed eterea piacevolezza dei sensi. L’estetica determina le relazioni, la consapevolezza del sé, mediante un insieme di elementi che la compongono. Il sorriso è uno degli elementi estetici che caratterizza i principi dell’estetica. Il sorriso è un canale di comunicazione, è il primo trasferimento impressionistico che caratterizza una persona, è strumento sociale, è immagine, bellezza, estetica stessa. Il sorriso è bianco, luminoso, brillante, è dunque associato al colore della dentatura, alla specifica fattezza della bocca, alla luminosità dello smalto, all’espressività che esso comunica. I denti, con il passare del tempo, tendono a perdere il loro colorito brillante, per una serie di cause e concause, che ne favoriscono l’ingiallimento e la perdita di lucentezza. Il bianco naturale dei denti, è assolutamente soggettivo: le colorazioni specifiche, tendono a variare in relazione ad un serie di fattori, principalmente genetici; i denti presentano delle venature sottili grigiastre o giallastre, assolutamente impercettibili, che vanno a caratterizzare nell’insieme la colorazione dentaria; suddette venature, si trovano nello strato della dentina, che si colloca al di sotto dello smalto translucido che mette in risalto la brillantezza e la luminosità del sorriso. Lo smalto stesso, a causa dell’attacco degli acidi di cibi e bevande, tende a perdere la sua iniziale brillantezza, mentre la dentina sottostante, tende a diventare spessa, alterando la colorazione dei denti. L’odontoiatria cosmetica, di pari passo con il progresso, propone attualmente, diverse soluzioni per riportare i denti ingialliti e opachi ad un bianco naturale, o ad un innaturale colorazione bianca e porcellanea. I rimedi si bipartiscono in naturali e non. Diversi prodotti disponibili sul mercato, favoriscono lo sbiancamento dentale parziale: trattasi di prodotti assolutamente naturali, che ripristinano la naturale colorazione brillante dei denti, senza aggredire lo smalto.
sorriso di denti bianchi

Lo sbiancamento dei denti strisce con Advanced antiscivolo Tecnologia - 28 Whitestrips

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


sbiancante denti: Denti sbiancati

trattamenti Il bicarbonato, è una sostanza dall’alto potere sbiancante, che può essere utilizzato per rendere il sorriso più bianco. Un cucchiaio di polvere di bicarbonato va applicato sui denti, insieme a delle foglioline di menta; la soluzione, andrà spalmata su tutta l’arcata dentaria, e poi risciacquata. Questa maschera naturale, va applicata una sola volta a settimana, non ad ogni lavaggio, poiché a lungo andare potrebbe risultare aggressiva per lo smalto dentario. Altri rimedi naturali che favoriscono lo sbiancamento dentario, sono alcuni tipi di frutti: le fragole, le arance, le pere e le mele, se strofinate contro la dentatura stessa, ripristinano il naturale colorito dei denti, poiché la saliva, a contatto con le sostanze sprigionate da questi frutti, rende il sorriso bianco e sano. Molte bevande nervine, causano l’invecchiamento dentario: il caffè ed il thè, sono oltremodo dannosi per la bellezza dei denti, ma possono essere alleggeriti chimicamente, se snervati con il latte o con la panna; queste sostanze, rendono le macchie meno visibili sulla superficie dentaria. Il limone, è assolutamente benefico per ripristinare il bianco dei denti: il suo stesso succo, aiuta a rimuovere le antiestetiche macchie di fumo e di caffè. La pulizia dei denti, effettuata presso uno specifico studio dentistico, prevede la rimozione della placca e del tartaro e uno sbiancamento parziale di tutta la superficie dentaria. Su questa infatti, viene applicata una pasta profumata, contenente dei principi attivi che aiutano lo smalto a ravvivarsi ed eliminano le macchie scure dai danti. Esistono sbiancanti chimici molto potenti che alterano il colorito basico dei denti, rendendolo ancor più bianco e luminoso. Il risultato sarà certamente piacevole, ma assolutamente non definitivo. Questi processi chimici, rendono i denti maggiormente sensibili e facilmente sottoponibili ad attacchi batterici, o ancora ad alterazioni pigmentose, che interessano la colorazione. L’ultima frontiera della tecnologia odontoiatrica è il laser, un fascio di luce, assolutamente indolore, che colpendo i denti, aiuta a favorirne lo sbiancamento. La patina giallastra viene completamente eliminata, i denti acquisiscono un bianco quasi innaturale, brillante , luminoso, visibilmente chiaro e lucente. Il laser va maneggiato con cura da un chirurgo maxillo-facciale, o da un odontoiatra esperto. Il costo non è altissimo, e varia tra i seicento ed i mille euro. I risultati sono durevoli, ma l’operazione va ripetuta a distanza di un anno o due al massimo. Anche la tecnica del laser comporta delle controindicazioni: il fascio di luce, tende comunque ad investire non solo l’arcata dentaria, ma anche le gengive e le labbra, che a seguito dell’operazione, diventeranno estremamente sensibili agli sbalzi di temperatura. Molti pazienti, nei primissimi giorni seguenti all’intervento, erano impossibilitati nel bere acqua, o nel mangiare, a causa dell’eccessiva sensibilità. Questo particolare non è trascurabile, né curabile. I denti vanno curati regolarmente per avere un sorriso costantemente sano.

    BlanX White Shock Trattamento con LED Bite - 130 gr

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,92€
    (Risparmi 4,03€)



    COMMENTI SULL' ARTICOLO