Mastoplastica riduttiva

La crescita del seno

Il seno costituisce il simbolo della femminilità e non solo. Avere un seno proporzionato sicuramente conferisce maggiore bellezza alla donna che potrà in questo modo sentirsi più sicura di sé e non andare incontro a determinati disagi. Il seno inoltre può essere anche il principale strumento di seduzione, quello insomma che permette molto spesso di conquistare l'uomo che si desidera. Non è un caso che questa parte del corpo femminile sia molto apprezzata dai maschietti, sempre pronti a guardare ammirati un seno bello in vista. Per la donna quindi il seno è anche motivo di orgoglio, nonché permette di sfamare i propri figli. Con l'arrivo della pubertà ecco che si inizia a formare il seno, è in questo periodo che questa parte del corpo inizia a prendere una sua forma e questa tendenzialmente resterà per tutta la vita. Ogni donna ovviamente avrà un seno diverso e qui entra in gioco anche la genetica. Se in famgilia si hanno donne con seno piuttosto prosperoso allora le possibilità di ritrovarsi con tale abbondanza saranno molto alte. Stessa cosa invece per chi ha un seno piccolo.
seno

Anjou Siero Vitamina C di Origine Svizzera, Complesso Antiossidante a Base di Vitamina C per il Viso con Acido Ialuronico, Anti-Età, Fiele Individuali per Applicazione Settimanale - 4 x 7ml / 0.23fl.oz.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Il seno abbondante

mastoplastica riduttivaDi solito la forma del proprio seno influenza notevolmente anche la psicologia e l'umore di una donna. Ci possono insomma essere fanciulle piuttosto infastidite dalle dimensioni ridotte del seno e quindi intervengono chirurgicamente per farselo aumentare. Capita però che a volte si ha necessità di fare i conti con un seno piuttosto abbondante. Per molte donne questo è un vero e proprio problema perché comporta altri problemi fisici non indifferenti. E' sicuramente bello avere un seno prosperoso, ma questo deve essere inevitabilmente proporzionato alla propria forma del corpo. Cosa accade invece quando il seno è davvero più che ingombrante? In questo caso l'unica soluzione possibile è affidarsi alla chirurgia estetica con il classico intervento di mastoplastica riduttiva. Non deve insomma sembrare strano che una donna voglia ridursi il seno, a volte l'ingombranza di tali forme rende difficile anche i movimenti più banali. Per una questione pratica e anche di salute si tende allora ad affidarsi ad un'operazione di mastoplastica riduttiva.

  • riduzione seno Il concetto di femminilità, si esplica attraverso una simbologia visiva, attraverso caratteristiche corporali, che sono proprie dell’universo sensuale, che richiamano l’eroticità, la bellezza, la sedu...
  • allattamento La mammella è un organo ghiandolare pari, e viene comunemente chiamato seno o petto. E’ un organo presente sia nell’uomo che nella donna, ed ha la stessa conformazione in entrambi i sessi, prima della...
  • seno La maggior parte delle donne, nutrono una profonda insoddisfazione nei confronti del proprio corpo. La tendenza a perfezionarsi, cresce di pari passo con le mode, che cambiano continuamente ed influen...
  • seno e chirurgia estetica Una donna per sentirsi tale ha il bisogno di avere un seno che la soddisfi. Di solito nessuna donna riesce ad essere contenta del proprio corpo, c'è insomma sempre qualcosa che non sembra soddisfarla....

Anjou Siero Vitamina C di Origine Svizzera, Complesso Antiossidante a Base di Vitamina C per il Viso con Acido Ialuronico, Anti-Età, Fiele Individuali per Applicazione Settimanale - 7ml / 0.23fl.oz.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 7€)


La mastoplastica riduttiva

I problemi più comuni per un seno piuttosto abbondante riguardano innazitutto i problemi legati alla schiena, si avrà costantemente a che fare con il mal di schiena, questa inoltre sarà soggetta anche ad incurvarsi, con il più classico problema di scoliosi. Si arriverà anche alla macerazione della cute e alla formazione dei solchi alle spalle. La donna che si ritroverà quindi con un seno davvero molto grande non potrà fare altro che rivolgersi ad un chirurgo estetico per evitare che tali situazioni possono degenerare. Principalmente ci sarà una postura piuttosto scorretta e questo può arrecare maggior fastidio al paziente. L'operazione di mastoplastica riduttiva tende quindi proprio a ridurre il seno, rimodellandolo e dandogli una forma più delicata. Il seno grande inoltre tenderà ad essere non poco pesante, con le mammelle che, soggette alla forza di gravità, potranno anche calare non poco. Qui i reggiseni contenitivi non servono a molto, c'è la necessità assoluta di sottoporsi ad un intervento di mastoplastica riduttiva.


Mastoplastica riduttiva: L operazione di mastoplastica riduttiva

Con tale operazione si ridisegnerà la forma del seno e anche quella dei capezzoli che inevitabilmente avranno anch'essi aumentato il proprio volume. La prima cosa da fare è quindi recarsi da un chirurgo plastico, questi testerà la vostra idoneità a tale intervento. Non possono infatti sottoporsi ad un'operazione di mastoplastica riduttiva le donne che soffrono di obesità, diabete, insufficienza venosa in quanto potrbbero esserci poi problemi di circolazione del sangue e sorpattutto di cicatrizzazione della ferita. Assodata quindi l'idoneità della paziente si può procedere con il primo passo per affrontare l'operazione di mastoplastica riduttiva. Qui il chirurgo farà delle foto al seno della donna per confrontarle poi con il risultato post-operaztorio. Se necessario verranno anche effettuati dei raggi x per scoprire se ci sono eventualemtne delle anomalie al tessuto mammario. L'intervento di mastoplastica riduttiva avviene non in anestesia locale o totale, ma con una nuova tecnica definita neuroleptoanalgesia. In cosa consiste tale pratica anestetica? In poche parole ci sarà un'anestesia locale con l'incremento di una sedazione profonda. Questa situazione garantisce al paziente un sonno profondo e non sarà soggetto però a tutti i fastidi dell'anestesia totale. Prima dell'intervento però il chirurgo plastico effettuerà dei segni sul seno della donna dove sarà poi asportato tessuto mammario, che principalmente sarà composto da adipe e qualche ghiandola. Si potrà poi procedere con l'intervento chirugico qui verranno effettuati due tagli a forma di t capovolta sotto i capezzoli e si inizierà con l'asportazione del tessuto mammario. Fatto ciò il chirurgo tenderà a dare la giusta calibrazione al seno e l'operazione sarà terminata. E' importante che per circa due settimane la paziente sia in totale riposo, non sono concessi sforzi fisici, poi sarà possibile anche togliere i punti e i segni delle cicatrici saranno praticamente invisibili.



COMMENTI SULL' ARTICOLO