iodio

Alimentazione sbagliata

In Italia aumentano ogni giorno persone aventi problemi di alimentazione. Il problema principale non è strettamente collegato solo ad un'alimentazione sbagliata e ipercalorica che provoca inevitabilmente l'aumento dell'obesità, ma un alimentazione non corretta può arrivare anche dalla non assimilazione di tutte le sostanze nutritive. C'è insomma il rischio di imbattersi sempre più in carenze alimentari che inevitabilmente portano alla formazione di altre patologie. L'importanza di un'alimentazione corretta, completa e sana non deve essere trascurata, tutti gli alimenti, chi in quantità superiori, chi ridotte, sono assolutamente fondamentali e necessari per la nostra salute quotidiana. Oggi giorno ci si ammala molto più facilmente perché principalmente il cibo non è di buona qualità, è sempre quindi consigliabile cercare di non afffidarsi esclusivamente ai prodotti preconfezionati, ma optare, sempre se è possibile, per cibi provenienti da terre che siano state coltivate in modo naturale. C'è invece sempre meno attenzione nei riguardi di questo punto e ci si limita a comprare alimenti senza conoscere bene la loro provenienza. Non tutti hanno un proprio orto dove poter coltivare i vari prodotti, ma affidarsi a qualche persona esperta a voi vicina non sarebbe un'idea malvagia.

alimentazione

Integratore di supporto per la Tiroide - SODDISFATTI O RIMBORSATI & SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE - formula a base di erbe naturali per migliorare la funzione della tiroide con L-tirosina, Kelp (iodio), Ashwaganda (Withania), Selenio, B-12 e vitamina D come supporto di un metabolismo sano, riduce la fatica, Promuove la perdita di peso ed aumentare l'energia - 60 capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,81€


Lo iodio

iodio Conoscere bene i propri alimenti e le varie proprietà nutritive è il primo passo verso una salute migliore. A tal proposito sempre più italiani si ritrovano con delle carenze alimentari, oltre sei milioni non assumono abbastanza iodio, un oligoelemento indispensabile per la funzione tiroidea. Anche per lo iodio non c'è l'attenzione dovuta da parte delle persone, questo sempre perché vige una certa ignoranza alimentare causata però dalla società odierna che impone determinati stili alimentari errati che non tutti riescono ad evitare. Lo iodio costituisce invece un fattore importante all'interno dell'alimentazione quotidiana, un aspetto che non bisogna assolutamente sottovalutare perché la sua carenza può creare problemi di salute non indifferenti. Lo iodio, come abbiamo accennato poc'anzi, è fondamentale per la sintesi degli ormoni tiroidei che sono necessari per regolare il nostro metabolismo. Se quest'ultimo non funziona a dovere ecco che emergono i primi problemi di salute. La funzione quindi della tiroide non può essere messa in secondo piano, anzi diventa praticamente il primo punto da tener presente nel processo della funzionalità del nostro organismo. Lo iodio in questo caso è come se fosse il motore principale della tiroide è la classica benzina che innesca ad esempio i motore di un'auto e permette quindi il suo corretto funzionamento. Senza benzina l'automobile non parte e stessa situazione vale per lo iodio con la tiroide.

  • Posizione della ghiandola tiroide L'ipertiroidismo è un a sindrome provocata da un eccesso di produzione di ormoni, cioè T4 (tiroxina) e T3 (tri-iodotironina), da parte della ghiandola tiroide. Ciò porta ad un notevole aumento del met...
  • piramide alimentare La piramide alimentare è una vera e propria rappresentazione grafica piramidale che ha al suo interno una struttura precisa sulla quale si basa la dieta adatta ad ogni individuo. Di piramidi aliment...
  • il mirto Il mirto lo si può considerare tranquillamente un alimento, anche se principalmente si tratta di una pianta, detta Mirtys Communis, che è sempreverde e cresce nelle zone del Mediterraneo. Il mirto è p...
  • corretta alimentazione E' importante che il nostro organismo riesca ad assumere tutte le sostanze necessarie al suo corretto funzionamento. Per farsì che ciò avvenga ovviamente bisogna puntare su un'alimentazione che sia qu...

Soluzione di iodio Lugol 30ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,44€


La tiroide

E' proprio in quest'organo, situato sulla base del collo in prossimità della laringe e della trachea, che ritroviamo ben l'80% di iodio del nostro corpo. Quando però attraverso l'alimentazione non si riesce ad assumere troppo iodio, ecco che la tiroide è superstimolata per cercare di sopperire alla scarsa produzione degli ormoni tiroidei. Cosa accade a questo punto? Se la carenza di iodio, con conseguente problema alla tiroide, avviene nei bambini, si sviluppa il cretinismo, una patologia che porta ad un ritardo della crescita. Negli adulti invece si avrà il cosiddetto gozzo. La tiroide, essendo superstimolata, si gonfierà perché necessita di assumere una maggiore dose giornaliera di iodio. In genere le dosi di iodio da assumere quotidianamente variano da uomo, donna e bambino. Una donna in età fertile deve assumerne150 microgrammi, che sale a 200 microgrammi durante la gravidanza e l’allattamento. Un bambino generalmente ne deve assumere 90 microgrammi, un adolescente 120 e un uomo adulto 130. Questo fa ben capire come le donne necessitano di assumere maggiormente iodio, non è un caso in effetti che patologie legate al malfunzionamento della tiroide siano diffuse quasi esclusivamente tra il sesso femminile.


La carenza di iodio

In questo caso può esserci un problema alla tiroide che provoca un rallentamento del metabolismo, con conseguente accumulo di peso, oppure un'accelerazione totale, con perdita rapida di peso. Il problema della tiroide non deve essere sottovalutato, nelle donne insomma può portare ad infertilità, depressione, stanchezza cronica, svogliatezza ed in gravidanza c'è il rischio maggiore di aborto. Aspetti che sicuramente non faranno bene a chi desidera di avere un figlio, è quindi facile pensare come ci sia la necessità di incrementare l'assimilazione di iodio e ciò è possibile solo attraverso l'alimentazione, talvolta ci si affida a degli integratori alimentari. Gli alimenti più ricchi di iodio sono: pesce, carne, uova, cereali, frutta e verdura, ma sono soprattutto alcuni tipi di pesce come merluzzo, tonno, sgombro e cozze a contenere una grande quantità di iodio. Vi sono però anche alimenti che contrastano l'assunzione di iodio come cavoli, cipolle, ravanello, rucola, senape, noci e crescione è quindi bene fare molta attenzione a cosa si mangia se si vuole incrementare l'assimilazione di iodio.




COMMENTI SULL' ARTICOLO