rinoplastica

Chirurgia estetica meno invasiva

Negli ultimi anni la chirurgia estetica sta affinando sempre più tecniche in grado di migliorare sì l'aspetto delle persone, ma senza alterare la loro naturalezza. Vi sono in effetti ancora molti interventi di chirurgia estetica che sono alquanto invasivi, quindi piuttosto dolorosi soprattutto per quel che riguarda il post-operatorio, ma soprattutto non lasciano al paziente quel senso di naturalezza. Sicuramente con le ultime tecniche c'è stata una netta evoluzione proprio per quel che riguarda il concetto di naturalezza. Diventa ultimamente sempre più complicato riuscire a capire se una persona è "rifatta" oppure no. E' proprio in questo campo della non plasticità dei corpi che la chirurgia estetica si sta incuneando negli ultimi tempi, questo potrebbe costituire un passo importante per la bellezza delle persone, anche se si rischia poi di fondare una società fin troppo sull'estetica piuttosto che puntare sull'interiorità delle persone.
chirurgia estetica

La rinoplastica. Manuale illustrato. Con DVD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 143,65€
(Risparmi 25,35€)


Chirurgia estetica per un benessere interiore

benessere interiore Il punto è che la chirurgia estetica in un certo senso cerca di risolvere alcuni problemi interiori che affliggono molte persone. Un difetto estetico alquanto evidente può costituire un grave problema per chi ne è affettto. Ci si ritroverà insomma a sentirsi un pesce fuor d'acqua, con un disagio perenne che potrà portare il soggetto in questione ad isolarsi dal resto del mondo e chiudersi in modo piuttosto pericoloso in sé stesso. Pincipalmente chi si rivolge ad un chirurgo estetico è non solo perché vuole migliorare il proprio aspetto esteriore, ma puntare ad acquisire una maggiore sicurezza in sé stesso che possa poi migliorare notevolmente anche la sua qualità di vita. E' come sempre l'aspetto psicologico da tenere ben presente durante un qualsiasi intervento di chirurgia estetica. Gli psicologi lavorano a stretto contatto con quest'ambiente e molto spesso riescono anche ad evitare interventi chirurgici là dove non ce ne sia assolutamente bisogno. Bisogna insomma cercare di capire la reale motivazione che spinge un essere umano a sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica, molto spesso questa voglia non ha una reale necessità di essere soddisfatta. Qui deve essere fondamentale il supporto di uno psicologo, evitando insomma di intervenire anche là dove in realtà il problema può essere facilmente risolvibile in altro modo e non ci sia un vero bisogno di operare.

  • chirurgia estetica seno La società attuale promuove l’esaltazione del corpo in tutta la sua bellezza. L’esigenza di perfezione cresce in maniera direttamente proporzionale all’insoddisfazione stessa generata dal bisogno di r...
  • seno La maggior parte delle donne, nutrono una profonda insoddisfazione nei confronti del proprio corpo. La tendenza a perfezionarsi, cresce di pari passo con le mode, che cambiano continuamente ed influen...
  • macchie della pelle Il periodo in cui la nostra pelle è più soggetta alla formazione di diverse macchie è quello estivo. Qui a causa della prolungata esposizione ai raggi solari iniziano ad emergere macchie della pelle c...
  • smagliature Tra gli inestetismi più comuni che colpiscono le donne, ma anche gli uomini, ritroviamo le smagliature. Al pari della cellulite questo tipo di inestetismo sembra davvero complicato da eliminare e il p...

Rinoplastica estetica. (2 voll. indivis.) [Copertina flessibile] by Zaoli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 309,88€


Rinoplastica

In molti casi deve essere anche il buon senso del chirurgo estetico a frenare la voglia immotivata di cambiamento di alcuni pazienti, ma non sempre è così. Tra le operazioni di chirurgia estetica più diffuse ritroviamo la rinoplastica. Uomini e donne, dai 25 ai 45 anni, sono soliti ricorrere alla rinoplastica, chirurgia plastica del naso, per migliorare l'aspetto del proprio volto. In effetti un naso piuttosto pronunciato o storto può disturbare il giusto equilibrio di un viso, imbruttendolo notevolmente. E' il naso che garantisce alla propria faccia una fisionomia proporzionata e gradevole, se invece risulta essere fuori dagli schemi inevitabilmente bisogna ricorrere alla rinoplastica. Attenzione però perché non tutti coloro che hanno un naso grande devono necessariamente sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica, molto dipende dalla personalità del soggetto in questione. C'è insomma chi proprio per questo naso non bellissimo rischia di ritrovarsi in uno stato psicologico piuttosto difficile, che lo porta poi ad essere sempre insicuro e non inserito nella società. In questo caso il disagio può essere risolto attraverso un intervento di rinoplastica, ma allo stesso modo possono esserci persone che trasformano questo difetto del proprio volto in un punto di forza, rendendolo l'aspetto di vanto e fascino della propria bellezza.


Le nuove tecniche della rinoplastica

L'intervento di rinoplastica era uno dei più dolorosi, soprattuto per quel che riguarda il post-operatorio. Si utilizzava una procedura alquanto invasiva che trasformava totalmente il volto del paziente, ritrovandosi con un naso completamente diverso e quindi facilmente identificabile come rifatto. Non si teneva nemmeno ben conto delle varie proporzioni del volto tra bocca, zigomi e occhi, realizzando a volte nasi che non c'entravano assolutamente nulla con il viso del paziente. Tale situazione negli ultimi anni non si presenta più, questo grazie a nuove tecniche che sono state affinate per rendere l'operazione di rinoplastica meno invasiva e soprattutto dare risultati meno artificiali. Il naso difettoso, se così lo possiamo definire, non è quindi totalmente cambiato, ma vengono applicate delle piccole modifiche che lo rendono migliore senza per questo dare la sensazione di plasticità. Le tecniche di rinoplastica più utilizzate sono quelle aperte o chiuse. Nel primo caso sarà effettuata l'incisione sul pezzo di cartilagine che divide i due fori del naso e da qui poi si provvederà a modificare la struttura del naso. Nel secondo caso l'operazione è svolta proprio dai fori delle narici, cercando quindi di essere meno invasivi. La positività di tali tecniche di rinoplastica è che il post-operatorio sarà molto meno doloroso e le cicatrici svaniranno in pochissimi giorni. In questo modo non si stravolgerà del tutto la fisionomia del paziente.




COMMENTI SULL' ARTICOLO