Divorzio in italia

Il divorzio è sempre più frequente tra le coppie moderne. Questo evento porta con è conseguenze devastanti, sia per i coniugi che per i figli. Questi ultimi, specie se piccoli, rischiano di subire le conseguenze peggiori, specie dal punto di vista psicologico e della maturazione affettiva. Certo, quando si arriva al divorzio è perchè la situazione tra coniugi e la vita in comune sono diventate impossibili. In questi casi, meglio il divorzio che una coppia continuamente litigiosa o, peggio, violenta. In Italia, la legge sul divorzio arrivò a fine anni '60, proprio contestualmente all'avvento del femminismo e della rivoluzione studentesca. In quegli anni, però, si preferiva minacciare il divorzio più a parole che con i fatti. Nel 1975, invece, il referendum abrogativo della legge sul divorzio portò all'inaspettata vittoria dei "No", ovvero alla conferma che gli italiani preferivano lasciare in vigore la tanto vituperata legge sul divorzio. Dalla metà degli anni 70 in poi, ... continua

Articoli su : Divorzio


prosegui ... , le cause di divorzio divennero la regola anche tra le famiglie italiane, che avevano quindi smesso di credere al valore del "matrimonio indissolubile". Da allora, i divorzi hanno registrato delle forti impennate, con evidente incremento del carico di dolore e di problemi che questa esperienza porta con sè. Il divorzio è, infatti, l'esito finale di un percorso di separazione coniugale che in Italia dura tre anni. Durante questo periodo, la coppia può anche riconciliarsi, altrimenti finisce per divorziare, cioè per separarsi definitamente e per cancellare tutti gli effetti civili del matrimonio. I divorziati non hanno più l'obbligo della vita in comune e possono risposarsi ( con rito civile). Il divorzio avviene frequentemente nelle coppie con figli. In questo caso, la definitiva conclusione del matrimonio, non porta alla cancellazione dei doveri genitoriali. I divorziati, dunque, restano genitori per sempre, con lo stesso diritto riconosciuto di vedere e di occuparsi dei figli regolarmente. Dopo le separazioni selvagge degli anni '80 e '90, la nuova riforma del diritto di famiglia ha varato la legge dell'affido condiviso: i genitori divorziati hanno il diritto e il dovere di educare, istruire e seguire i figli come se non si fossero mai separati. Nella realtà purtroppo si assiste anche al mancato rispetto delle leggi e sono tante le famiglie divorziate in cui uno dei due conugi lamenta di non poter vedere i figli con la stessa modalità e regolarità di quando era sposato. La sezione dedicata a questo tema tanto scottante quanto delicato è compresa nella nostra rubrica intitolata " amore". Anche se divorziati, i genitori non smettono di amare i propri figli e di avere rispetto l'uno per l'altro. Solo recuperando amore e rispetto si possono gettare le basi per vivere un divorzio meno traumatico e più accettabile per tutti, specie per i figli.