Body Building facile

Al fine di aumentare la massa muscolare, il bodybuilding è una tra le attività sportive maggiormente svolte in palestra; tale pratica si realizza mediante il sollevamento pesi e un’alimentazione specifica. L’ideale corpo del body builder è quello raffigurato nelle statue romane e greche, in cui si evidenza una muscolatura possente e vigorosa; il principale interesse del culturista è quello di raggiungere la perfezione estetica, valorizzando ogni minima parte dei suoi muscoli, mettendo in secondo piano le competizioni. Durante l’allenamento, si avranno modificazioni delle fibre che caratterizzano i muscoli; ciò è dovuto ad un’ipertrofia di tale zone a seguito di un accumulo locale di glicogeno. Solitamente questo sport è svolto dagli uomini, desiderosi di ottenere un corpo scolpito. Nonostante ciò, durante il sollevamento pesi, bisogna tenere presente che vi può essere un sovraccarico delle articolazioni, ... continua

Articoli su : Body Building


  • Pancafit

    infortunio Pancafit è un attrezzo fitness che permette ai muscoli di ritrovare la propria elasticità.
  • nitrix

    nitrix Molte persone praticano sport, con l’obbiettivo di potenziare la massa muscolare. Questo specifico o
  • ormone crescita

    ormone  e muscoli L’ormone della crescita, è di fondamentale importanza per lo sviluppo dell’organismo. Esso agisce co
prosegui ... , il quale a lungo andare può causare problemi di carattere infiammatorio e degenerativo. Un altro rischio è quello cardiovascolare, con possibile formazione di aneurismi a causa dell’eccessivo aumento della pressione sistolica.Per ottenere un’ottima performance, la pratica del bodybuilding deve essere affiancata ad un regime alimentare adeguato. L’alimentazione di un culturista è suddivisa in circa sette pasti al giorno, caratterizzata da un surplus calorico in aggiunta al normale fabbisogno energetico. Il pasto o lo snack precedente alla seduta deve essere ricco di carboidrati per fornire il giusto supporto di glicogeno epatico e muscolare. Lo spuntino ideale potrebbe essere a base di frutta e/o cereali integrali circa mezz’ora prima della seduta con un apporto di carboidrati a basso indice glicemico. Diversamente, si potrebbe ricorrere a bevande energetiche a base di malto destrine.

L’elemento caratterizzante la fase successiva dell’allenamento è il recupero, per cui il culturista assumerà uno snack ad elevato indice glicemico; un esempio potrebbero essere le gallette di riso soffiato con malto di riso o miele. In ogni caso, i carboidrati ad alto valore glicemico stimolano più velocemente la produzione di insulina, che può spingere l'organismo ad accumulare gli zuccheri in forma di grasso; ciò dipende comunque dalla quantità di carboidrati che si introducono.

In base alle caratteristiche dimensionali e morfologiche del culturista, esistono vari tipi di allenamenti che sono scelti accuratamente dal proprio personal trainer. In ogni caso, l’elemento fondamentale è la perseveranza, perché nel periodo iniziale risulta essere molto difficile mantenere il ritmo di allenamento. Infatti inizialmente vi è una maggiore produzione di acido lattico, che causa intensi dolori agli arti in allenamento. Le tecniche di allenamento stimolano un determinato gruppo della fascia, trascurando magari alcune catene muscolari che sono ugualmente importanti; l’esclusione di tali catene comporta un indebolimento di alcuni gruppi di muscoli rispetto ad altri, per cui anche uno sforzo minimo potrebbe causare dei danni.