Cibo di tipo chimico

Partendo dall'affermazione del filosofo tedesco Ludwig Feuerbach “noi siamo quello che mangiamo", riusciamo a capire quanto l'alimentazione sia importante per lo svolgimento delle funzioni vitali. Infatti, quando noi ci alimentiamo, nutriamo il corpo e la mente; solo attraverso un corretto programma alimentare, noi riusciamo a metter il sintonia il nostro cervello con gli stimoli che provengono dall'intestino. Il rapporto che ognuno di noi ha con il cibo e con il proprio corpo è molto complesso e ha origine nel grembo materno, dove il feto comincia ad assaggiare i cibi preferiti della madre; esso dipende anche dalla cultura nella quale si è immersi, dai riti e tradizioni che rimangono invariati nel corso del tempo. Pertanto il mangiare assume un grande valore psicologico sia per l'individuo che per la società, andando al di là del puro atto nutritivo indispensabile per la sopravvivenza. Il cibo, ... continua

Articoli su : Cibo


  • Sorbitolo

    prodotti dietetici Il sorbitolo può essere utilizzato come dolcificante per rendere i cibi più gustosi e inoltre, presenta il vantaggio di non causare carie.
  • Flavonoidi

    flavonoidi frutta Mai sentito parlare di flavonoidi? Si tratta di sostanze presenti in numerosi cibi e molto importanti per il nostro organismo. Scoprine di più!
  • glucosio

    dieta Solitamente nel campo della dieta non sono solo i grassi a provocare un accumulo di peso. Quello che
  • maltodestrine

    energia e alimentazione La dieta alimentare da seguire quotidinamente non può fare a meno di sostanze nutritive importanti c
prosegui ... , oltre ad essere fonte di nutrimento, può assumere diversi significati in base al contesto in cui è analizzato. Il cibo, per esempio, rappresenta la tradizione di un popolo attraverso il quale si tramandano i vecchi saperi e sapori; infatti è proprio attraverso i piatti tipici di quella determinata zona che si conserva la cultura. Il cibo è il mezzo che permette il ritrovo della famiglia, un'occasione di condivisione e di relazione. Il cibo riunisce e alimenta la complicità; infatti si parla di piacere conviviale. Il profumo e il gusto dell'assaggio sono tutte sensazioni piacevoli. Bisogna mangiare senza fretta e distrazioni, masticando a lungo. Inoltre l'individuo, durante il pranzo, racconta di se stesso, degli sbalzi d'umore, della propria giornata. Il cibo è sinonimo di festa. Non si può pensare a nessuna occasione di festeggiamento senza un ricco buffet!

Un altro significato che assume il cibo è quello ritualistico; la diligenza nel preparare la tavola, la disposizione precisa delle posate e dei piatti, la cura nel cucinare i propri piatti preferiti, sono tutti momenti preziosi che garantiscono tranquillità nella frenesia quotidiana.

In ogni caso, la cosa più importante a tavola è variare sempre i cibi: con la monotonia si rischia di escludere qualche nutriente fondamentale. Infine, imparare a conoscere i cibi, leggendo l'etichetta, può divenire un prezioso vantaggio per il consumatore. Molto spesso nei supermercati ci si affida ai sensi, o meglio alle marche più gettonate, trascurando i reali ingredienti. L'etichetta descrive nei minimi particolari il contenuto dell'articolo in questione e ne riporta la scadenza.