Genitali

Come espressione del dimorfismo della specie umana, esistono due diversi tipi di apparati riproduttivi: l'apparato genitale maschile e quello femminile.

Essi costituiscono i caratteri sessuali primari ai quali sono associati altri caratteri denominati secondari che si manifestano in altri apparati (muscolare, epidermico, osteoarticolare).

I due apparati hanno però in comune una struttura generale: in entrambi troviamo infatti le gonadi, organi che producono i gameti, le cellule sessuali.

A esse si aggiungono degli organi che nel maschio trasportano all'esterno gli spermatozoi, mentre nella femmina portano prima nell'utero e successivamente all'esterno il prodotto del concepimento: rispettivamente, gli organi genitali maschili e femminili.

Gli organi genitali femminili

L'apparato genitale femminile è situato prevalentemente all'interno del corpo, ... continua


Articoli su : Genitali


1           3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Idrocele

      Rappresentazione grafica dell'idrocele L'idrocele riguarda l'apparato genitale maschile. E' una patologia che spesso regredisce spontaneamente ma che comunque si può sempre combattere.
    • Cisti follicolari

      Confronto ovaio con e senza cisti Le cisti follicolari sono un problema femminile diffuso, ma spesso trascurato. Si tratta di un fenomeno innocuo, ma i sintomi possono provocare disagi.
    • Bruciore intimo interno

      bruciore intimo interno Il bruciore intimo interno è un disturbo prevalentemente femminile ed è accompagnato spesso da prurito e perdite. Quali sono le cause e quali le cure?
    • Tampone vaginale completo

      Ambulatorio ginecologico Il tampone vaginale completo consiste in un esame con cui il medico preleva un campione di secrezione vaginale, che verrà successivamente analizzato.
    • Premenopausa

      tessuto vaginale premenopausa/postmenopausa Nella vita da donna c'è un istante critico come la menopausa che segna la fine del ciclo riproduttivo e porta mutamenti fisici. Ecco come cambiano i genitali in premenopausa .
    • Androgeni

      La barba è sviluppata dagli androgeni Le funzioni principali degli androgeni e il ruolo che svolgono durante la vita degli individui di sesso maschile, dalla nascita all'età adulta.
    • Prostatite cronica

      Prostatite in atto Sintomi, cause, rimedi e consigli per tenere sotto controllo la prostatite cronica, un problema che disturba molti uomini.
    • Sintomi ovaio policistico

      Immagine di ovaio normale e policistico I sintomi ovaio policistico possono riguardare, principalmente, un'irregolarità nel ciclo mestruale, mestruazioni abbondanti e difficoltà a concepire.
    • Sintomi del ciclo mestruale

      Sintomi ciclo mestruale I sintomi del ciclo mestruale sono molto soggettivi per intensità e sintomatologia: mal di testa, dolori addominali e gonfiori sono tra i più diffusi.
    • Varicocele maschile

      problemi varicocele Il varicocele maschile provoca una dilatazione delle vene nel testicolo tale dilatazione comporta un danno alla circolazione del sangue nel testicolo.
    • Ipertrofia prostatica sintomi

      Ipertrofia prostatica Ipertrofia prostatica sintomi non sono preoccupanti, perché nascondono una condizione benigna. Ecco come riconoscerli e quando intervenire.
    • Nodulo testicolare

      Formazione nodulo testicolare Il nodulo testicolare presenta diverse forme e si classifica in varie nomenclature, alcune dei quali necessitano dei dovuti controlli medici.
    1           3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , dove si trovano le ovaie, le tube di Falloppio, l'utero e la vagina, mentre la parte esterna prende il nome di vulva.

      Le ovaie sono poste nella piccola pelvi e, dopo la pubertà, presentano dei follicoli oofori in diverse fasi di ovulazione.

      Le tube di Falloppio sono due canali che si innestano nel fondo dell'utero. Quest'ultimo è un organo cavo, mobile, e avvolto dal peritoneo, il cui corpo è appoggiato sulla vescica e il collo proteso in vagina con la cervice.

      Il rivestimento interno dell'utero (endometrio) si modifica per effetto degli ormoni, andando incontro ad accrescimento per accogliere l'uovo fecondato, e a sfaldamento in assenza di gravidanza.

      La vagina è un condotto muscolomembranoso a forma di imbuto contenente flora batterica saprofita e dal pH lievemente acido, che si dirama dall'utero al vestibolo vulvare; l'orifizio vaginale può essere chiuso o meno dall'imene.

      La vagina si presenta come un lume virtuale in quanto le sue pareti, lunghe circa 7-12 cm, combaciano ma si distendono durante il coito e il parto.

      La vulva è compresa tra la sinfisi pubica e l'orifizio anale ed è costituita dal monte di Venere, le grandi labbra e le piccole labbra.

      Le grandi labbra sono più esterne, costituite da tessuto adiposo e cellule pigmentate; le piccole labbra sono più sottili e dotate di un delicato strato connettivale.

      Nella congiunzione tra le piccole labbra si trova il clitoride, organo erettile ricco di terminazioni nervose e primaria fonte del piacere femminile.

      La parte interna delle piccole labbra prosegue in una zona detta vestibolare, dove si trova l'orifizio dell'uretra e, posteriormente, l'accesso alla vagina.

      Gli orgnani genitali maschili

      I genitali maschili, da sempre considerati simbolo di virilità, si trovano in posizione più esposta rispetto a quelli femminili.

      Le gonadi maschili sono rappresentate dai testicoli, corpi rotondeggianti di consistenza molle in posizione extraddominale e contenuti nello scroto.

      Dall'epididimo ha origine il dotto deferente che percorre il canale inguinale, attraversa la prostata e sfocia nell'uretra.

      Il testicolo è rivestito da una guaina, detta "albuginea", da cui partono dei setti che lo dividono in logge; qui si trovano i tubuli seminiferi, dove avvengono i processi di spermatogenesi. Tra i tubuli si stipano le "cellule di Leydig", deputate alla produzione del testosterone, ormone che calibra la formazione dei caratteri sessuali secondari e l'attività sessuale.

      Ogni tubulo è collegato con una struttura detta "rete testis", da cui si diramano una serie di canali confluenti nel dotto deferente, il quale, prima di raggiungere la vescica, riceve anche il liquido delle vescicole seminali. Da qui i dotti vengono definiti "eiaculatori".

      La prostata è una ghiandola situata nel bacino e attraversata dal primo tratto dell'uretra in cui vengono riversate, durante l'eiaculazione, le secrezioni delle sue ghiandole.

      Il pene è un organo erettile in grado di cambiare dimensione, passando dalla fase flaccida a quella di erezione, per effetto dei corpi cavernosi.

      Può essere suddiviso in tre porzioni: la radice, posta sotto la sinfisi pubica, il corpo o asta, dalla conformazione cilindrica, e il glande, rigonfiamento arrotondato foderato di mucosa e rivestito da pelle retrattile definita prepuzio; quest'ultimo è unito al glande dal frenulo o filetto ove si trova il solco balanoprepuziale che lo separa dal corpo del pene. Nell'apice del glande si apre l'orifizio dell'uretra.