Profumi a costo elevato

Il profumo è una miscela di alcool, olii ed essenze. Viene utilizzato per apportare benessere e sensazioni olfattive gradevoli. Solitamente il profumo viene conservato in piccole boccette di vetro che ne impediscono l’evaporazione. Viene applicato in determinati punti del corpo, sui quali rimane impregnato e dai quali si diffonde permettendo a chi lo indossa e a chi ne fruisce di respirarne le esalazioni. Il profumo è oltremodo utilizzato in molti prodotti per l’estetica, come creme, bagnoschiuma, ed olii; lo scopo è quello di lasciare sulla pelle una fragranza ora intensa, ora delicata, ora aggressiva, ora tenue, che rispecchi la personalità di chi porta quel profumo, e lasciandone una scia per chi con esso entrerà in contatto. Circa cinquemila anni fa, le donne egizie, utilizzavano il kyphi, per profumare il loro corpo. I profumi si diffusero poi in molte altre popolazioni del Mediterraneo come i greci, ... continua

Articoli su : Profumi


  • Profumo donna

    profumo Il profumo è sinonimo di buon gusto, di seduzione e sensualità, è una scelta personale e unica e va a caratterizzare la donna che lo porta
prosegui ... , i romani e gli arabi. Questi popoli utilizzavano olii essenziali principalmente per proteggere la loro pelle dal sole, e per profumarla ed idratarla delicatamente. Gli olii maggiormente diffusi erano quelli vegetali come la mirra, l’incenso, l’aloe, il nardo. In epoche successiva, l’uso del profumo perse la sua valenza, poiché veniva considerato un surplus per la bellezza del corpo mentre il suo consumo venne apostrofato come voluttuario. Il primo e più importante profumo nacque in Oriente, e si diffuse poi nel quattordicesimo secolo in tutto l’Occidente. La nascita della moderna arte dei profumi, ha preso piede tra il seicento e il settecento, con l’invenzione della famosa acqua di colonia. Agli inizi del novecento la cultura del profumo cambiò radicalmente grazie alla scoperta di nuovissime essenze come la vaniglia e l’ylang ylang che venivano coltivati nei pressi del Madagascar. Fu il colonialismo a favorire queste straordinarie scoperte e a garantire la successiva diffusione dei profumi di cui oggi esiste un vero e proprio commercio. La prima produttrice di profumi fù Coco Chanel. Dopo di lei si è verificata una vera e propria esplosione nel settore: numerosissime case di moda infatti hanno rafforzato il loro brand attraverso la produzione di profumi grazie ai quali hanno conquistato il mercato, il cuore e la pelle di uomini e donne. Il profumo oggi esprime un modo di essere. Esso incanta, seduce, ammalia, conquista. Il profumo esprime nella sua fattezza l’essere profondo di chi lo indossa, imprime nella mente di chi lo annusa il ricordo di un’immagine, quindi esso abbraccia sensorialmente in maniera totale l’olfatto, la vista il tatto. Il profumo è ricordo, è emozione.