Malattie

Come tutti gli ingranaggi perfettamente funzionanti, anche l'organismo umano può andare incontro a problemi e difficoltà. Chiamiamo queste situazioni col nome di "malattie" e dividiamo queste condizioni invalidanti in vari gradi di serietà e pericolosità.

L'uomo si adopera e si è sempre impegnato per cercare di curare, lenire, debellare le malattie e le loro conseguenze.

Cos'è, in pratica, la malattia?

Definire questo stato non è semplice poiché sono molte le condizioni che fanno sentire una persona malata o, al contrario, alcune condizioni come ad esempio la sterilità non sono da considerare come una malattia nel senso più comune della parola. Inoltre, non tutte le malattie sono visibili, anzi spesso non lo sono fin quanto non si aggravano o si cronicizzano, e le malattie non affliggono solo il fisico, ma possono condizionare anche la mente.

I due aspetti sono legati, ... continua


Articoli su : Malattie


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Fuoco di sant'antonio senza eruzione cutanea

      zoster sine herpete Fuoco di Sant’Antonio senza eruzione cutanea: un’infezione virale da cui si può guarire velocemente, con una diagnosi tempestiva e cure mirate.
    • Mononucleosi incubazione

      Malattia del bacio: trasmissione tramite saliva. Epstein-Barr virus: è questo il microrganismo che, tra le altre malattie, causa la mononucleosi. Malattia infettiva e subdola per il soggetto ignaro.
    • Mononucleosi durata

      Illustrazione della manifestazione della mononucleosi Chiamata anche malattia del bacio, la durata della mononucleosi varia in base al soggetto e al suo sistema immunitario. Può durare circa 6 settimane.
    • Labirintite quanto dura

      Modello anatomico del labirinto La labirintite è conseguenza di un'infezione all'orecchio interno, provocata da batteri o virus. Se prontamente curata si risolve in 1-6 settimane.
    • Fibroma ovarico

      fibroma Uno dei sintomi più evidenti del fibroma ovarico è la perdita di sangue o un aumento del flusso mestruale. E' opportuno eseguire controlli di prevenzione e controlli regolari.
    • Mal di gola frequente

      Mal di gola frequente Il mal di gola è un'infiammazione della faringe che tende a risolversi spontaneamente nel giro di pochi giorni, ma che talvolta può essere ricorrente.
    • Fibroma ovarico sintomi

      fibroma ovarico Il fibroma ovarico, tumore solido, è formato da fibroblasti e cellule collagene. Fa parte delle neoplasie benigne e la terapia è sempre chirurgica.
    • Flebiti

      Flebite alla gamba Anche se parlare di flebiti potrebbe essere improprio, giacché la dicitura corretta è trombosi venosa superficiale, scopriamone sintomi e terapie.
    • Sintomi sclerosi multipla benigna

      La trasmissione dell'impulso nervoso Sono affetti da sclerosi multipla benigna circa il 25% dei pazienti. Essi presentano sintomi molto meno gravi e non subiscono disabilità permanenti.
    • Dolore intercostale sinistro

      Diversi organi del torace Il dolore intercostale sinistro può dipendere da patologie che possono interessare l'apparato locomotore, respiratorio, digerente o cardiovascolare.
    • Allergia al polline

      Allergia al polline L'allergia al polline, le cause di questa malattia e le possibili cure
    • Alopecia

      Calvizie quasi totale L'alopecia presenta varie forme di perdita dei capelli, alcune comuni e altre rare e fastidiose. Sono di cicatriziali e non, ereditarie e acquisite.
    1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , poiché una malattia fisica può deprimere e quindi influenzare la mente, così come una malattia mentale può condizionare il fisico e renderlo sofferente.

      Il contrario di "malattia" è "salute" e identifica uno stato nel quale tutto è nella norma. Definire la salute o diagnosticare una malattia significa partire dal concetto di "normalità", condizione indicata nei parametri della Costituzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

      Poiché le malattie possono colpire ogni essere vivente, sia esso uomo, animale o pianta, a seconda del caso vengono trattate da medici, veterinari o agronomi. In ogni campo ci sono figure specializzate nei vari rami, per affrontare ciascun problema nello specifico.

      Per quanto riguarda il settore psicologico, è definito come malattia ogni stato di sofferenza mentale che può affliggere un individuo.

      Cos'è che causa la malattia? I motivi che portano un organismo ad ammalarsi, ovvero a non "funzionare" più in modo corretto, sono molti e spesso soggettivi: non necessariamente una stessa condizione provoca malattia, o eguale stato di sofferenza, in ogni individuo che ne subisce l'azione.

      Le cause di malattia possono essere sia interne che esterne. Quelle esterne sono facilmente identificabili: virus, batteri, traumi, sostanze chimiche e fenomeni ambientali. Le condizioni interne che portano allo sviluppo di malattie sono meno facilmente definibili e sono oggetto di studio.

      Una classificazione piuttosto sommaria delle diverse malattie può essere quella che le divide in ereditarie, congenite, infettive, dovute ad accumuli nell'organismo di determinate sostanze, oppure dovute all'esposizione ad alcuni fattori.

      Le malattie ereditarie sono trasmesse dall'individuo ai propri discendenti, anche se a volte la catena si può interrompere perché subentrano condizioni che modificano lo stato (vaccinazioni, radiazioni, farmaci).

      Le malattie congenite sono quelle che sono già presenti nel feto alla nascita.

      Virus e batteri causano le malattie infettive e, se non controllate, si arriva alle epidemie. Da notare che le malattie infettive, per essere definite tali, devono colpire maschi e femmine senza distinzione e tendere a crescere a ritmo esponenziale.

      Altra causa di malattia è rappresentata dall'esposizione a fattori ambientali, come possono essere le radiazioni, gli eccessi climatici o sostanze particolari.

      Anche la mancanza di alcuni elementi all'interno dell'orgamismo, o la loro presenza eccessiva, determina uno stato di sofferenza.

      Una differenza sostanziale tra i tipi di malattia che affliggono le persone è data dalla cronicità o dallo stato acuto. La fase acuta di una malattia si ha quando i sintomi si presentano in modo rapido e spesso violento, ma in genere scompaiono con la cura adeguata in poco tempo.

      Può capitare che una malattia passi dalla fase acuta a quella cronica, e cioè diventi meno grave, ma perduri nel tempo. Le malattie croniche possono determinarsi in seguito a problemi lievi trascurati e non risolti; è il caso, ad esempio, dell'artrosi.

      Ciascuna malattia presenta dei sintomi: riconoscerli è il primo passo, oltre agli esami specifici, per programmare la cura. Quando i sintomi sono facilmente individuabili, come un raffreddore o il mal di testa, si può procedere con l'automedicazione, acquistando da soli i farmaci adatti. La nota importante è ricordare che quando un sintomo, anche banale, non scompare in breve tempo, è opportuno rivolgersi al medico.

      Mantenere una buona salute e prevenire le malattie è una priorità per ogni individuo.