Alzate laterali

Alzate laterali

La formula esatta del benessere fisico, è data una pratica sportiva costante ed equilibrata. Il corpo, necessita di un allenamento fisico che si distribuisca uniformemente su tutta la muscolatura, coordinando armonicamente ogni singola parte in meravigliose sinuosità. Le curve generose del corpo, si inseguono delicatamente creando simbiosi meravigliose di linee, che si richiamano in una danza, in un lento e pacato fluire di forme. I muscoli, hanno funzionalità fisiologiche ed estetiche: essi favoriscono i movimenti, garantiscono forza e potenza, energia e bellezza. I muscoli sono il motore del corpo, un motore inarrestabile, che sviluppa la sua funzionalità attraverso una pratica sportiva di sollecitazione. Dal punto di vista estetico, i muscoli esaltano le forme, le linee e le curve stesse che compongono le autostrade di un corpo. I muscoli disegnano l’insieme delle parti che lo compongono, esaltano la bellezza della fisionomia fisica e ne magnificano l’estetica. Per mantenere costante la conformazione muscolare, è necessario effettuare un lavoro costante che si basi su un allenamento preciso, che sia globale e mirato allo stesso tempo. Le spalle, il dorso e la schiena, sono le parti del corpo che favoriscono la corretta postura. Abitudini scorrette e involontarie, possono inevitabilmente compromettere la curvatura esatta del corpo, comportando conseguenze negative sia sul piano strettamente fisiologico, che su quello estetico. La schiena e le spalle, hanno la naturale tendenza a curvarsi. Sono gli “atteggiamenti” scorretti, assunti in maniera del tutto involontaria a provocare questa specifica tendenza: le ore trascorse dietro alla scrivania o al pc, il camminare in maniera troppo rapida o troppo lenta, l’utilizzo di scarpe scomode, eccessivamente alte o basse, la totale assenza di una pratica sportiva costante, possono indebolire la muscolatura, con ripercussioni negative sulla postura e sul benessere del corpo. Per ovviare a suddetta problematica, è necessario evitare di assumere atteggiamenti corporei scorretti, e allenare la muscolatura interessata in maniera costante. Gli esercizi che interessano la schiena, le spalle e le braccia, vengono eseguiti a corpo libero, con l’ausilio di manubri o bilancieri, che potenzino la muscolatura, favorendo un perfetto equilibrio e una perfetta coordinazione tra queste fasce muscolari. Nello specifico, le alzate laterali, rappresentano la soluzione ideale, l’allenamento perfetto. Esistono diverse tecniche di esecuzione, tutte diverse e particolarmente complesse. Per coordinare perfettamente i movimenti durante l’esecuzione stessa dei diversi esercizi, è assolutamente necessario controllare bene la potenza muscolare, bilanciando i pesi, padroneggiando movimenti e respirazione. Le alzate laterali, interessano diverse fasce muscolari, e conoscono diverse declinazioni: le alzate laterali con manubri, vanno effettuate partendo da una posizione eretta. Le gambe vanno leggermente a flettersi, affinchè il peso, non si concentri completamente sulla schiena, ma venga cosi scaricato sulle gambe in maniera distribuita e precisa, dall’alto verso il basso. La schiena, durante l’esecuzione dell’esercizio, va mantenuta costantemente eretta, mentre le braccia, dovranno aderire perfettamente ai fianchi con i gomiti leggermente flessi. I manubri, il cui peso andrà scelto in base alla tipologia di allenamento e alla potenza muscolare, vanno allineati alle spalle, e non spostati verso l’interno o l’esterno di esse. Mantenendo costante questa postura, andranno sollevate le braccia, ispirando profondamente, arrivando all’altezza delle spalle. Si dovrà creare un perfetto allineamento tra queste, senza sollevare maggiormente un braccio rispetto all’altro, ma muovendo sincronicamente entrambe le braccia, sia nella fase di salita che in quella di discesa. Una volta eseguito il numero preciso di ripetizioni, bisognerà tornare alla posizione di partenza. Questo esercizio, va effettuato con una certa costanza poiché costituisce la base su cui poggia l’allenamento di suddette fasce muscolari.
alzate laterali

Parete classica cappello curvo con porte diamantate e alzate laterali con por...

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1730€


Esercizi

esercizi alzate laterali Variabile alternativa di questo esercizio, sono le alzate laterali, effettuate con il busto inclinato. La posizione di partenza, ha una valenza fondamentale, in quanto è da questa che dipende la corretta esecuzione dell’esercizio. Per effettuare le alzate laterali con busto inclinato, bisognerà infatti inclinarsi a novanta gradi, flettendo e divaricando le gambe, scaricando il peso del corpo su di esse. Il capo, dovrà rimanere leggermente sollevato rispetto alle spalle; La schiena, anche se piegati a novanta gradi, non dovrà formare curvatura alcuna, ma dovrà, mantenere seguire una linea diritta per tutta la durata dell’esercizio. Le braccia, andranno flesse leggermente, e poi andranno sollevate, fino ad allinearle perfettamente con le spalle. Le esecuzioni minime per questo esercizio, sono pari a quindici/venti per ogni serie, ed il numero di serie è pari a tre. Le alzate laterali, possono essere eseguite anche con l’ausilio di una panca. Sempre dotati di manubri, bisognerà sedersi su una panca facendo combaciare l’addome con lo schienale di questa. Il mento, dovrà inizialmente aderire ad essa, mentre le gambe, andranno in appoggio a terra, leggermente flesse. Da questa posizione, distendere le braccia e sollevarle all’altezza delle spalle, spostando il mento durante la fase di sollevamento, senza però distaccarsi dalla panca stessa. Le fasce muscolari interessate, saranno quelle delle spalle e delle braccia. Sempre con l’ausilio della panca, è possibile effettuare le alzate laterali, coinvolgendo un braccio per volta: in questo caso, bisognerà stendersi su una panca inclinata lateralmente, su un solo fianco, piegando le gambe per garantire l’equilibrio e caricando un solo braccio. Con questo esercizio, sarà possibile sfruttare un peso maggiore del manubrio, e alternare poi questo stesso peso con entrambe le braccia. Distesi su un fianco, senza poggiare il capo sulla panca, bisognerà sollevare il braccio fino all’altezza delle spalle, mantenendo sempre il gomito leggermente flesso. Lo stesso esercizio, andrà eseguito con l’altro braccio, per tre serie.

  • Distensioni con manubri seduto I deltoidi sono costituiti da tre porzioni anatomiche: frontale o anteriore, laterale o mediale e posteriore. Il primo capo si origina dalla clavicola, il secondo dall'acromion ed il terzo dalla spina...

Bluelover Bambini bambino passeggino passeggini giocattoli pannolino maglia rete Storage borsa laterale-rosa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€
(Risparmi 4,4€)


Esercizi alla macchina

macchina per alzate laterali Le alzate laterali per le braccia, sono generalmente eseguite con i manubri in diverse posizioni. Le variabili di uno stesso esercizio sono infatti diverse: utilizzando la panca è anche possibile flettere il busto e le gambe e poggiare la fronte sulla panca. In questo modo, si eviterà di sbilanciarsi troppo, e sarà mantenuta costante la postura per tutta la durata dell’esercizio. Oltre che a corpo libero, le alzate laterali, possono essere effettuate con l’ausilio di macchine apposite, tra cui la deltoid machine. Questo tipo di macchina è dotata di una seduta, di uno schienale e di apposite ali laterali, collegate ad un gruppo di pesi che si collocano dietro la panca. Le braccia, vanno poste al di sotto di suddette ali, mentre le mani, andranno ad afferrare l’impugnatura. La schiena non dovrà distaccarsi dallo schienale durante l’esecuzione dell’esercizio, ma dovrà restare perfettamente aderente ad esso. Le gambe, uncinate, rimarranno ferme bloccate dagli stessi piedi che andranno ad incastrarsi negli appositi rulli posti ai piedi della seduta. Da questa postura, bisognerà sollevare le braccia poste al di sotto dei cuscinetti e quindi anche i pesi, per diverse ripetizioni. Le alzate laterali, a corpo libero, con manubri e alla macchina interessano le fasce laterali dei deltoidi anteriori, posteriori, del trapezio e del sovra spinato. La deltoid machine presenta diverse variabili anche nella struttura della macchina stessa: versione alternativa alla panca, è la deltoid machine dotata di lacci collegati a un gruppo di pesi, dotati di un’apposita impugnatura. Questo esercizio, può essere eseguito a gambe divaricate, in piedi, con le gambe leggermente flesse e il capo dritto. Per effettuare le alzate laterali, sarà necessario impugnare con la mano destra il laccio sinistro e con la mano sinistra, l’impugnatura destra. Partendo dalla posizione sopra citata, le braccia andranno allargate fino a raggiungere l’altezza delle spalle con le braccia, incrociando i lacci e sollevando i pesi. L’esercizio, può essere eseguito anche a busto inclinato, flettendo leggermente le gambe e portando le braccia ad altezza spalle. Le alzate laterali, consentono l’abduzione e la flessione delle spalle, potenziano i muscoli deltoidi e il trapezio. La colonna vertebrale deve rimanere ferma e non va mai caricata eccessivamente, onde evitare pressioni, compressioni e sforzi eccessivi che potrebbero indurre inevitabilmente a strappi e lesioni di diverso genere.


Alzate laterali gambe

macchinario per deltoidi Le alzate laterali, interessano principalmente le braccia e la schiena, ma possono fare riferimento anche alle gambe. Esistono diverse variabili di esercizi volti al rafforzamento dei glutei, dell’esterno ed interno coscia, che prevedono il sollevamento laterale di una gamba o di entrambe. Un esercizio finalizzato al potenziamento dei glutei in particolare, è il seguente: carponi su un tappetino, con la schiena dritta ed il capo leggermente sollevato, portare una sola gamba al lato appoggiando la punta del piede a terra. Facendo forza sulle braccia in appoggio, sollevare una gamba fino all’altezza del gluteo, e riportarla in posizione iniziale. L’esercizio andrà eseguito anche con l’altra gamba per circa venti volte. Gli stessi muscoli vengono coinvolti anche con il seguente esercizio: distesi su un tappetino di gomma su un fianco, sollevare una sola gamba, fino a formare con entrambe le gambe un angolo da novanta gradi e riportare la gamba nella posizione iniziale senza creare impatto tra le gambe. L’esercizio va eseguito anche con la gamba opposta. Le alzate laterali sono esercizi completi che favoriscono lo sviluppo della muscolatura potenziandola nel modo giusto. Durante le esecuzioni dell’esercizio, è importante non caricare la schiena e mantenere la corretta postura suggerita, per evitare sovraccarichi e dolori soprattutto alla zona lombare della schiena.




COMMENTI SULL' ARTICOLO