corticosterone

Corticosterone

Il corticosterone, è un ormone che possiede ventuno atomi di carbonio. Esso viene prodotto dalle ghiandole che si trovano nella corteccia del cervello. Si comporta in maniera diversa negli animali e negli esseri umani: nei primi svolge un ruolo di reazione, ovvero partecipa a suddette reazioni metaboliche ed attiva una funzione di rafforzamento del sistema immunitario. Negli esseri umani, il corticosterone, viene trasformato da un enzima in aldosterone, presente nei mitocondri. I corticosteroidi, vengono suddivisi in tre grandi gruppi: i primi sono i glucocorticoidi, i secondi sono i mineralcorticoidi, e i terzi gli ormoni sessuali. Il primo gruppo, quello dei glucocorticoidi, comprende altre due famiglie di ormoni, i corticoidi ed il cortisone. Lo specifico ruolo di questi ormoni, è quello di aumentare la glicemia, stimolando il glucosio stesso nella sue fasi di produzione. Il livello di glicemia, è assolutamente fondamentale, e deve sempre raggiungere un punto di equilibrio, per garantire le naturali funzioni celebrali, oltre che per preservare l’organismo dallo stress. Il cortisolo ed il cortisone, agiscono anche sul piano metabolico, intervenendo in particolare sul piano cutaneo ed osseo: essi favoriscono la demineralizzazione ossea, ed aumentano gli acidi grassi ed il glicerolo. I cortisonici, hanno una potente influenza sul sistema immunitario umano, per cui il loro impiego, è espressamente diretto alla produzione di farmaci, che vengono somministrati in presenza di alcune patologie come asma, traumi, allergie ed artriti. Suddetti farmaci, dunque, comportano un notevole beneficio dal punto di vista del sistema immunitario, poiché attivano una risposta immediata di reazione e protezione dell’organismo, nei confronti di una determinata patologia. Presentano però degli effetti collaterali, per cui, possono e vengono somministrati sono in casi particolari, ovvero quando si palesa una patologia non curabile altrimenti. Gli effetti collaterali del cortisone sono decisamente negativi, per cui, in alcuni casi, vengono studiati dei farmaci sostitutivi, più leggeri, che abbiano lo stesso effetto benefico, con effetti collaterali ridotti. Questi farmaci palliativi, vengono somministrati per uso topico o anche per via endovenosa, per garantire un effetto benefico più rapido.
effetti collaterali

Corticosterone: Webster's Timeline History, 1951 - 2007

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,1€


corticosterone: Corticosterone e doping

doping Gli effetti collaterali dei corticosteroni, sono numerosi e notevolmente pericolosi: tra gli effetti collaterali più frequenti e dannosi, c’è il gonfiore, la tensione, rischi di osteoporosi, ritenzione idrica, aumento della massa grassa e diminuzione della massa magra, ulcere di ogni tipo, soprattutto gastriche, maggiori rischi di infezioni e anche di infortuni, sbalzi e disfunzioni sul piano ormonale, (alterazione del ciclo mestruale), lacerazione della cartilagine, che comporta come conseguenza problematiche alle articolazioni e aumento del rischio di fratture, rotture dei legamenti e dei tendini, stiramenti e strappi muscolari, ipertensione arteriosa, e difetti della crescita. I cortisonici, inoltre, si comportano in maniera anomala, se entrano in collisione con altri farmaci: questo effetto collaterale solitamente tende a manifestarsi in casi particolari, ovvero quando le cure vengono prolungate nel tempo o quando, il cortisone o un suo derivato, viene somministrato per via endovenosa. Questo contrasto, non si manifesta quando l’uso del cortisone è topico. Di questa particolare sostanza, viene fatto un uso spesso illecito: i cortisonici sono dopanti, e causano degli effetti “benefici”, sugli atleti. Gli steroidi, provocano un aumento della positività dell’umore, o anche dell’aggressività, aumentano inoltre la massa muscolare, aumentano il volume muscolare, aumentano la resistenza, garantiscono migliori prestazioni fisiche e anche mentali. Se si fa un abuso di steroidi, l’organismo può rispondere erroneamente, con sbalzi d’umore, stress, nervosismo, alterazione della personalità, paranoia, allucinazioni, delirio. Essendo un farmaco che altera le prestazione, viene considerato dopante e dunque illecito; inoltre, gli steroidi, a lungo andare sviluppano una sorta di dipendenza, che nella maggior parte dei casi comporta un sovradosaggio. Capita che molti soggetti che assumono farmaci steroidi, per ovviare all’astinenza stessa, ne assumono quotidianamente un quantitativo spasmodico, provocandosi da soli problemi patologici, che possono poi sfociare in danni molto seri. Gli steroidi, rappresentano dunque un’arma a doppio taglio: da un lato, tendono ad apportare miglioramenti in presenza di patologie, ma dall’altro danneggiano seriamente l’organismo e le risposte che questo fornisce. L’assunzione di farmaci, va dunque regolata, e controllata espressamente da un medico di fiducia, che somministri questi ormoni, sono se strettamente necessario. Nello sport, queste sostanze sono state completamente abolite e considerate illecite, per cui , non possono essere assimilate, in alcun caso. E’ importante conoscere l’origine e la funzione dei farmaci che si assimilano, per evitare spiacevoli conseguenze fisiche e mentali.


    Corticosterone In ovo Programs Growth, Behavior and Ovary Functions

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,89€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO