Polident

Denti

Un sorriso bello, sano e luminoso è sinonimo di benessere. Il sorriso è seduzione, è comunicazione, è uno strumento sociale. Il sorriso è il trionfo dell’espressione, è un meraviglioso e sottile raggio di luce che riscalda il silenzio. Il sorriso parla, pur non dicendo nulla. Un sorriso bello è un sorriso sano: allargare e allungare le labbra, significa mostrare una dentatura pulita, bianca, splendente. I denti sono i principali artefici del sorriso. Essi lo compongono, lo esaltano, prendono parte all’esplosione comunicativa che quest’azione innesca. Per avere denti sani e forti, è importante effettuare una cura costante e quotidiana. Il cavo orale, più di qualsiasi altra parte del corpo, è particolarmente incline ad una serie di patologie. I denti sono estremamente sensibili e vulnerabili, e soggetti alla caduta. Le malattie del cavo orale e dentarie, che determinano la perdita dei denti, sono numerose. La carie, è una di queste. Particolarmente diffusa nel mondo occidentale, la carie sembra essere legata allo sviluppo tecnologico e al benessere societario. La maggior parte della popolazione mondiale è affetta da suddetta patologia, che colpisce indistintamente individui di tutte le fasce di età. La carie, determina la demineralizzazione del dente, che viene attaccato dai batteri fino alla sua stessa polpa, danneggiando non solo lo smalto esterno, ma anche la parte interna del dente (dentina e cemento del dente stesso). La causa principale che scatena l’insorgere della carie dentaria è una scorretta alimentazione e una scarsa igiene orale.
sorriso

Polident - Compresse Effervescenti, per Apparecchi Ortodontici Rimovibili dei Bambini - 36 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,54€


Patologie dei denti

denti da curare La carie, una volta presentatasi, va rimossa, mediante l’ausilio di specifici strumenti da un igienista dentale. Può essere di tipo superficiale: in questo caso, la carie interessa solo la sclera superficiale del dente, avanzata, se la carie ha colpito tutta la dentina, rendendo le pareti esterne del dente mobili e delicatissime , e penetrante. In quest’ultimo caso il dente va estratto e sostituito con una protesi, poiché la carie è arrivata o sta per arrivare al nervo e la struttura stessa del dente è ormai completamente danneggiata. La pulpite, è un’altra patologie dentaria, causata da un’infezione della polpa. Suddetta patologia comporta un dolore molto forte, quasi insopportabile che tende ad aumentare nella fase notturna, quando si è distesi. Il sangue infatti, tende ad affluire maggiormente nelle zone infette, causando una sorta di paresi che si protrae anche alla faccia e all’orecchio. La pulpite è spesso di natura purulenta, e se non curata in tempo, può causare la perdita del dente. L’ascesso, è una borsa di pus che va a formarsi all’interno del dente, a livello gengivale o anche al di sotto del dente stesso (dunque alla radice). L’ascesso, come la pulpite comporta parecchio dolore, e nella maggior parte dei casi, prevede la sostituzione del dente con una protesi dentaria poiché la parte interna quantomeno, è completamente danneggiata. I denti possono essere mobili o anche fratturati. Le fratture possono essere determinate da una carie o anche da un trauma esterno.

  • sorriso denti Il sorriso è la più bella espressione del volto umano. La si ottiene alzando leggermente gli angoli della bocca, inarcando le labbra e coinvolgendo anche gli occhi. La carica espressiva e comunicativa...
  • colluttorio diluito La parola colluttorio deriva dalla parola latina colluttus, participio passato di “colluere”, che significa lavare, sciacquare. E’ un liquido destinato a pulire la bocca, e ad effettuare tutta una ser...
  • sbiancamento Avere denti bianchi e sani è la prima regola per un sorriso bello e brillante. Il sorriso è uno strumento di comunicazione, una metodologia di seduzione, un dispositivo di bellezza. Per un sorriso abb...
  • denti Una delle parti del corpo che subito risalta agli occhi è il sorriso. I denti belli e splendenti sono sicuramente il miglior biglietto da visita che una donna o un uomo possono avere. Non è rassicuran...

Curaprox BDC 110 - Contenitore per la pulizia di protesi dentarie, 1 confezione (1 x 1 pezzo)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,2€


Dentiera

dentiera Quando i denti non possono più essere curati, vengono estratti e sostituiti. La sostituzione dei denti, o l’applicazione di una protesi dentaria, diventano necessarie sia sul piano funzionale che su quello estetico. Un sorriso è bello se spalanca dei denti bianchi e sani. I denti sono inoltre fondamentali per il processo di masticazione: masticare in modo erroneo, può comportare una serie di problematiche notevoli all’apparato digerente e non solo. La mancanza di denti, comporta inoltre malformazioni del volto, che con il tempo, come fosse una plastica, tende ad adattarsi alle cosiddette parti mancanti. Anche il linguaggio subisce delle gravi conseguenze. La mancanza di denti, influisce sulla fluidità della parola. La protesi dentaria, costituisce la soluzione a questa problematica. Scelto dal dentista di fiducia, questo dispositivo, consente di riacquisire le naturali capacità di sorridere, mangiare e parlare, donando al viso un aspetto naturale. Se il numero di denti mancanti è pari a due, tre o quattro, la dentiera, sarà costruita appositamente e sarà solamente parziale. Di contro, se i denti mancanti sono numerosi, o se mancano completamente, la dentiera sarà totale, dunque comprenderà sia tutta l’arcata superiore o inferiore o entrambe. La dentiera parziale, generalmente tende a legarsi ai denti naturali ancora presenti. I denti vengono “costruiti” su misura con del materiale acrilico, e vengono poi legati mediante dei ganci specifici ai denti naturali. Questa dentiera è mobile, e viene chiaramente rimossa e pulita dopo ogni pasto, come vengono lavati i denti naturali. La dentiera, deve essere il più possibile simile ai denti naturali nella colorazione. Questo per un fattore prettamente estetico. Solitamente è lo stesso dentista a scegliere la tonalità giusta, affinché il sorriso sembri del tutto naturale.


Polident

polident Per quanto concerne la parte pratica, la dentiera, sia parziale che totale, può comportare dei fastidi nei primissimi periodi. Questi fastidi riguardano la masticazione, il linguaggio e la perfetta adesione. Riguardo alla masticazione, è sempre consigliabile prediligere cibi leggeri e molli, che non necessitino di una forte masticazione, almeno per i primi tempi. La dentiera, parziale o totale, è un corpo estraneo al quale è necessario abituarsi. Bisogna masticare lentamente, affinché non balli e non cada. Per quanto concerne il linguaggio, la dentiera, può causare dei problemi. Essendo solo questione di abitudine, è consigliabile portarla sempre, giorno e notte, affinché diventi parte integrante del cavo orale, almeno fino a quando non verrà rimosso il problema. Per quanto concerne la mobilità, è necessario usare delle paste o degli adesivi che siano a lunga tenuta. Se tossendo o ridendo si avverte una mobilità della dentiera, significa che questa non ha aderito perfettamente al colletto gengivale. Dentiere mobili, possono comportare infiammazioni, infezioni e dolore, per cui, è sempre necessario averne cura, e applicarle con un adesivo appropriato. Polident, è attualmente il miglior adesivo presente sul mercato. Questa pasta adesiva è molto utile e confortevole, in quanto garantisce una totale e ottimale adesione della dentiera alla gengiva. Impedisce in questo modo le fastidiose infiltrazioni che possono causare dannose infiammazioni e irritazioni. La dentiera tenderà a restare completamente immobile, favorendo in questo modo un confort assoluto. L’adesione risulta essere completa e totale, per cui, si potrà sorridere, parlare, magiare con estrema disinvoltura.


Pulizia e cura

Polident è disponibile sul mercato ad un prezzo che si aggira intorno ai dieci euro. E’ quindi un prodotto parecchio economico, disponibile per chiunque. La pasta adesiva Polident è estremamente semplice da applicare. La dentiera va pulita e disinfettata prima di essere applicata. Una volta spazzolata, lavata e asciugata, potrà essere applicata. Prima dell’applicazione stessa, dovrà essere utilizzato il prodotto. La pasta Polident è contenuta in un tubo apposito dotato di beccuccio, che permette di stenderla direttamente sulla parte cava della dentiera senza difficoltà. Polident non va applicato sui bordi della dentiera. Una volta terminata l’applicazione, sarà necessario tenere la dentiera ferma per qualche minuto. La pasta contiene inoltre ingredienti privi di allergeni, che non danneggiano in alcun modo le gengive. Gli adesivi per dentiere contengono molto zinco, una sostanza che può far male alle gengive e all’organismo. La pasta adesiva Polident, ha lanciato sul mercato un nuovissimo prodotto che ha risolto anche quest’ultimo problema. La presenza di zinco all’interno della pasta è stata ridotta. E’ necessario sapere che l’adesivo va utilizzato una sola volta nell’arco di ventiquattro ore. I problemi generati dalle paste abrasive, generalmente tendono a dipendere dagli ingredienti o anche da un utilizzo smoderato. E’ necessario invece utilizzare poche volte suddetto adesivo (una sola al giorno), o alternarlo con altri adesivi. Polident è comunque un prodotto largamente apprezzato da chi utilizza dispositivi dentari e protesi, perché non solo non danneggia le gengive, ma favorisce una lunga tenuta e una sicurezza maggiore del proprio sorriso.




COMMENTI SULL' ARTICOLO