Carotene

Carotene

Il carotene, propriamente definito beta carotene, è una sostanza che si trova in molti alimenti. Fa parte della categoria dei carotenoidi, ed è anche definito il precursore della vitamina A di cui possiede le medesime caratteristiche funzionali. Il carotene fa derivare l’etimologia del suo stesso nome dalla carota, da cui per la prima volta fu isolato. La scoperta di suddetta sostanza, fu effettuata da uno scienziato che per primo riscontrò la presenza del carotene nella radice dell’ortaggio. Il processo di isolamento e sintetizzazione invece furono operati nel secoli successivi, quando del composto stesso furono scoperte le numerose funzionalità e proprietà. I carotenoidi sono generalmente di colore rosso oppure arancione, e si presentano sensibili alla luce. E' contenuto in numerosissimi ortaggi, oltre che nella verdura e nella frutta tra cui: le carote, le albicocche, gli spinaci, la zucca i peperoni. Il beta carotene infatti viene assimilato attraverso i cibi stessi che contengono la suddetta sostanza, o anche attraverso integratori appositi. Il beta carotene, è stato scoperto, isolato e poi studiato da due scienziati che ne appurarono le funzionalità. Esso ha la proprietà specifica di trasformarsi in vitamina A, qualora l’organismo ne sentisse il bisogno. Solitamente l’organismo è perfettamente in grado si sintetizzare suddetta sostanza, assorbendola a piccole dosi. Il surplus di beta carotene, va generalmente a depositarsi sulla pelle, che tende in questo caso a cambiare colorito, diventando infatti tendente al giallo arancio. Questo effetto collaterale, è di carattere assolutamente estemporaneo, e tende generalmente a scomparire con la diminuzione della dose di suddetta sostanza. Non sono stati riscontrati altri effetti collaterali dovuti ad un abuso di questa sostanza. In linea di massima, anche un’eccessiva presenza della stessa non comporta alcuno scompenso all’organismo. Può essere quindi tranquillamente assunto nelle dosi consigliate senza comportare disagi. Una sola eccezione viene fatta dai fumatori: è stato testato infatti che i tabagisti, assimilando le stesse identiche dosi dei non fumatori, sviluppavano con maggiori probabilità il cancro ai polmoni all’aumentare delle dosi di suddetta sostanza. Sempre nel campione di tabagisti, è stato registrato un ulteriore effetto collaterale dovuto ad un surplus di beta carotene: questi ultimi erano maggiormente inclini alla contrazione del cancro alla prostata e a problematiche relative alla circolazione sanguigna. Questo però, accadeva solo su pazienti che assumevano quantità eccessive di beta carotene e che contemporaneamente fumavano.
carote

Beta- Carotene E- 30 capsule-30 giorni- Ethifarm- antiossidante- vitamina A, vitamina E

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5€


Funzioni

beta carotene Di contro, la scarsa presenza comporta problematiche relative alla mancanza di retinolo, sostanza che favorisce il miglioramento della vista, del sistema immunitario e garantisce la protezione della pelle, accelerando la stimolazione della melanina. La vitamina A e di conseguenza anche il carotene stesso infatti, sono presenti in tutti i tipi di prodotti della pelle. Non solo rende la pelle più bella e stimola l’abbronzatura, tende anche a proteggere l’epidermide stessa dai raggi ultravioletti. Le persone che si espongono al sole per lunghe ore o anche per lunghi periodi, sono solite effettuare una cura di beta carotene sia per tutelare la propria pelle dal sole, sia per favorire e stimolare l’abbronzatura stessa. La cura va effettuata mesi prima dell’esposizione e si basa sull’assunzione continua di cibi che contengono suddetta sostanza, oltre che di compresse e integratori che ne aumentano la produzione. Il carotene ha una valenza fondamentale per coloro che assumono gradi quantità di alcool. Questo perché l’etanolo, tende a disintegrare la vitamina A, abbassando i livelli di protezione e le funzioni che essa attiva nell’organismo. Anche gli anziani, maggiormente soggetti a fenomeni di malattie della pelle come la maculopatia che si presenta con macchie chiare e scure sulla pelle, dovute alla mancanza di melanina e quindi di vitamina A necessitano di carotene. In questo caso la cura va stilata dal dermatologo stesso, che a seconda della gravità del caso, sarà in grado di decidere il giusto quantitativo da somministrare. Esso va dunque assunto con una certa costanza, soprattutto in determinati periodi dell’anno al fine di tutelare la propria pelle.

  • Carote Il beta-carotene è una provitamina presente in alcuni alimenti essenzialmente utili per la salute. E’ maggiormente contenuto in alcune tipologie di frutta e verdura di colore rosso arancio come le car...
  • carote Le vitamine hanno un nome che indica quanto esse siano importanti per la nostra vita poiché garantiscono il corretto svolgimento di sintesi e trasmissioni che ogni istante avvengono nel nostro corpo e...
  • Alimentazione e betacarotene L'alimentazione e in particolare l'assunzione di betacarotene è uno dei principali alleati per un'abbronzatura intensa, duratura e sana. Tramite ciò che ingeriamo, infatti, è possibile arricchirsi di ...
  • I pomodori contengono licopene Il licopene è una sostanza vegetale naturale con elevate caratteristiche antiossidanti e protettive per la cellula. Appartiene alla classe di pigmenti organici dei carotenoidi ed è presente in partico...

Swanson - Beta Carotene (Vitamina A) 25000 IU, 300 Capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,53€


Benefici

zucche e carotene Il beta carotene possiede un ventaglio di proprietà utili all'organismo. Questa sostanza, viene considerata di fondamentale aiuto per le donne che intendono abbassare la soglia di rischio di contrazione di patologie gravi al seno come il cancro o il carcinoma. Infatti, è una sostanza che ha proprietà protettive in questo senso, ed è quindi parecchio utile nella fase preventiva di suddetta malattia oggi abbondantemente diffusa. E’ oltremodo utilizzato dai soggetti con pelli delicate e sensibili. In particolare coloro che hanno la pelle molto chiara, hanno necessariamente bisogno di una cura a base di suddetta sostanza prima dell’esposizione al sole al fine di prevenire eventuali scottature. Il beta carotene risulta essere particolarmente utile nei soggetti tendenti a problematiche respiratorie. E’ stato testato che l’assimilazione di suddetta sostanza può risultare curativa per problematiche come la bronchite. Anche nei fumatori che sono affetti per ovvie ragioni da problemi di tipo respiratorio, il carotene sembra favorire la liberazione delle vie respiratorie. Ha inoltre proprietà energizzanti, per cui risulta di grande aiuto per gli anziani, nel miglioramento delle stesse prestazioni fisiche. E' poi un validissimo aiuto per la vista, infatti, coloro che hanno problemi relativi, tendono sempre ad un’assimilazione maggiore di questa sostanza per migliorare le loro condizioni e combatte i radicali liberi che attaccano la pelle e l’organismo. Per questa ragione, questa sostanza è parecchio utilizzata in campo cosmetico, in numerosi prodotti per la pelle, soprattutto negli anti age, che tendono a combattere l’insorgenza delle rughe del viso. Il carotene, tende a migliorare visibilmente la qualità della pelle, e restituisce ad essa lucentezza e soprattutto elasticità, mostrandola visibilmente più tonica e meno rilassata. Altra importantissima funzione riguarda la formazione delle ossa: la vitamina A infatti, favorisce la formazione delle ossa nei neonati, ragion per cui una registrazione di una sua carenza, può comportare serie malformazioni. Molto utile anche per l’apparato riproduttivo. Il beta carotene molto diffuso in natura si trova in un numero considerevole di alimenti che sono: le carote, peperoni e peperoncino, spinaci, zucca lattuga olio di fegato di merluzzo, tuorlo d’uovo, burro, latte, melone, pomodoro e mango. Una sana alimentazione dunque, è alla base sempre e comunque del corretto funzionamento dell’organismo. Generalmente l’assimilazione di frutta e verdura consente al corpo di avere il giusto quantitativo di vitamine e minerali utili per il raggiungimento del benessere. Tutto parte da come ci si alimenta, e dai bisogni che il nostro organismo propone. Le giuste dosi di carotene, possono apportare moltissimi miglioramenti.


Surplus di cerotene

benessere del carotene Il beta carotene però, contenuto nella vitamina A, può anche comportare danni seri per un suo abuso. Comportandosi esattamente come questa, è importante conoscerne gli effetti indesiderati, per evitare di incorrere in problematiche dovute ad un abuso di questa sostanza. La vitamina A infatti esattamente come la D, apporta all’organismo un numero considerevole di benefici, ma se assunta nelle dosi giuste. Allo stesso modo, una carenza di entrambe implica tutta una serie di problematiche e malattie derivanti proprio da una scarsa presenza di queste. Anche un abuso però di suddette vitamine, può comportare seri danni. Un surplus di vitamina A o D può comportare danni alle ossa, alle articolazioni, sindrome depressiva, nervosismo acuto, alterazioni psicologiche notevoli, problemi al fegato e persino problemi durante la gravidanza al feto. Inoltre questa vitamina entra in contrasto con alcuni tipi di malattie. E’ stato appurato che le dosi di vitamina A vanno consigliate dallo stesso medico in casi di pancreatite, ingrossamenti del pancreas, problemi ai reni, malattie intestinali, patologie del fegato e della tiroide. Generalmente le dosi necessarie all’organismo, sono le stesse ampiamente sufficienti a coprire il fabbisogno stesso di cui necessita l’organismo. I soggetti che registrano una carenza di suddetta vitamina e quindi del beta carotene, devono farsi consigliare dal proprio medico curante le dosi giuste per compensare la mancanza, soprattutto se si tratta di bambini o anziani. Un intossicazione invece data dalla vitamina A solitamente si presenta come soggettiva, e varia da soggetto a soggetto. Solitamente l’intossicazione si presenta perché l’organismo accumula la vitamina stessa in dosi eccessive.



  • carotene Le vitamine hanno un nome che indica quanto esse siano importanti per la nostra vita poiché garantiscono il corretto svo
    visita : carotene

COMMENTI SULL' ARTICOLO