Protesi dentarie

Le protesi dentarie

La protesi dentaria è un dispositivo ortodontico realizzato apposta per supplire alla mancanza della dentatura o di parte di essa, evitando così problemi di malocclusione o di altre patologie e fastidi conseguenti. Le tipologie di protesi sono diverse e rispondenti a vari tipi di problemi ma sono accomunate dalla necessità di una valutazione accurata da parte di un odontotecnico abilitato e un protesista per valutare l' opzione migliore secondo le esigenze. In ogni caso sono realizzate appositamente su misura, per adattarsi al meglio al cavo orale del paziente.Le protesi dentarie possono essere fisse e impiantate chirurgicamente o mobili, e sostituire tutta la dentatura, solo una sua parte o addirittura provvedere semplicemente una copertura che protegga un dente scheggiato o consenta di regolarizzarne la spaziatura o il colore dello smalto.
Sorriso dai denti bianchi

Curaprox BDC 110 - Contenitore per la pulizia di protesi dentarie, 1 confezione (1 x 1 pezzo)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Protesi fisse

Schema protesi fissa Le protesi dentarie fisse vengono applicate in modo permanente ai denti naturali o a radici artificiali impiantate meccanicamente, e non possono essere rimosse. Di questo tipo di protesi fanno parte le capsule dentali, che ricostruiscono e rinforzano il dente, e le protesi ancorate su impianti dentali - ovvero una radice artificiale inserita direttamente nell' osso della mascella o della mandibola. Una volta che la radice si sia integrata con l' osso è possibile applicarvi la protesi. Un ultimo caso di protesi fissa è quella del ponte dentale, che sostituisce più elementi dentari e utilizza come appoggio della capsula i due denti vicini, chiamati pilastri, attraverso l' uso di apposite ancore. Il materiale più utilizzato per le protesi fisse è lo zirconio-ceramica, molto resistente e biocompatibile.

  • sorriso denti Il sorriso è la più bella espressione del volto umano. La si ottiene alzando leggermente gli angoli della bocca, inarcando le labbra e coinvolgendo anche gli occhi. La carica espressiva e comunicativa...
  • colluttorio diluito La parola colluttorio deriva dalla parola latina colluttus, participio passato di “colluere”, che significa lavare, sciacquare. E’ un liquido destinato a pulire la bocca, e ad effettuare tutta una ser...
  • sbiancamento Avere denti bianchi e sani è la prima regola per un sorriso bello e brillante. Il sorriso è uno strumento di comunicazione, una metodologia di seduzione, un dispositivo di bellezza. Per un sorriso abb...
  • denti Una delle parti del corpo che subito risalta agli occhi è il sorriso. I denti belli e splendenti sono sicuramente il miglior biglietto da visita che una donna o un uomo possono avere. Non è rassicuran...

Fittydent Cuscinetti Adesivi Morbidi per Protesi Inferiore - 30 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,2€
(Risparmi 1,3€)


Protesi mobili

Protesi dentale mobile Le protesi ortodontiche mobili sono rimovibili dal paziente in qualsiasi momento, e sostituiscono intere arcate dentarie o loro parti - sono quindi dette totali o parziali. Nel caso di una protesi totale viene sostituito l' intero complesso dei denti, in modo da poter ripristinare la normale masticazione e rispettare l' estetica originaria del viso. La protesi parziale, invece, che ha una struttura in metallo o resina, viene agganciata ai denti rimanenti attraverso degli attacchi, sostituendo solo in parte elementi dell' arcata dentaria. Le protesi ortodontiche mobili sono economicamente vantaggiose rispetto a quelle fisse, e permettono una pulizia molto semplice del cavo orale, ma la loro stabilità e funzionalità è ridotta rispetto a impianti permanenti che sostituiscano l' intera arcata.


Protesi dentarie: Protesi combinate

Protesi dentale combinata Idealmente collocantesi a mezzavia tra protesi ortodontiche fisse e mobili sono le cosiddette "protesi combinate su impianti", che coniugano i vantaggi di entrambe le tipologie. Una protesi rimovibile viene ancorata a dei pilastri fissi, naturali o artificiali. Nel primo caso vengono utilizzate le radici dei denti residui che siano ancora in buona salute, ancorandovi la protesi. Nel secondo si vanno ad inserire due o più impianti nell' arcata, sui quali si interviene successivamente con l' applicazione di una protesi mobile. Questo tipo di soluzione la stabilizza conferendole quindi una maggiore funzionalità, e porta molti dei vantaggi di una protesi fissa permettendo però anche un intervento ben più economico, limitato e meno traumatico oltre a garantire un recupero più veloce in fase di guarigione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO