Schiena

Il mal di schiena è una patologia che in Italia colpisce più di quindici milioni di persone: almeno una volta nella propria vita chiunque è stato affetto da questo disturbo. A dire il vero, con il termine mal di schiena si indica tutta una serie di malesseri con un'ampia gamma di forme, entità e frequenza: a volte il dolore è cronico, altre volte scompare in fretta o compare a intermittenza. In ogni caso è la seconda causa di invalidità permanente nel nostro paese e la prima causa di assenza dal lavoro. Tuttavia si calcola che solo la metà di chi ne è affetto si rivolge a un medico per un consulto. Questo è un grave sbaglio perché il mal di schiena è un segnale d'allarme inviato dall'organismo che ci avverte di malfunzionamenti o posture scorrete per quanto riguarda la colonna vertebrale. Indicare quale sia la causa di questo disturbo è difficile, ... continua

Articoli su : Schiena


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Lipoma schiena

      Lipoma schiena Il lipoma alla schiena è una forma di tumore benigno che colpisce soprattutto le donne: nei casi più gravi va asportato con un intervento chirurgico.
    • Vertebre cervicali

      vertebre cervicali evidenziate Le vertebre cervicali sono sette e hanno l'importante funzione di sorreggere il cranio. Queste si dividono in rachide superiore ed inferiore.
    • Colonna vertebrale

      Visione della colonna vertebrale La colonna vertebrale è composta dalle vertebre: rappresenta la struttura di sostegno del corpo, articolandosi con le appendici superiori e inferiori.
    • Contrattura schiena

      il dolore da contrattura alla schiena Sono tanti i rimedi per risolvere la contrattura schiena, dai medicinali alle terapie alternative; conosciamo meglio la patologia per combatterla nel modo più giusto per il nostro organismo.
    • Dolori al torace

      Cause dolori torace La terapia dei dolori al torace è diversa in base alla causa che li ha provocati: quindi è importante esaminare durata, intensità e sede della fitta.
    • Ernia al disco

      Colonna vertebrale La cura dell'ernia al disco prevede farmaci antidolorifici o interventi chirurgici ma prendersi cura della propria schiena è il punto di partenza.
    • Ernia discale lombare

      Attacco di ernia discale lombare L'ernia discale lombare, in alcune persone, (principalmente adulte), porta dolori e sintomi rilevabili nella colonna vertebrale
    • La colonna vertebrale

      La struttura della colonna vertebrale La colonna vertebrale è formata da 33-34 vertebre, articolate tra loro. Ci sono 7 vertebre cervicali, 12 dorsali, 5 lombari, 5 sacrali e 4-5 coccigee.
    • Lordosi fisiologica

      Fastidioso mal di schiena La lordosi fisiologica riguarda sia il tratto lombare che quello cervicale della colonna vertebrale. Alterazioni di questa condizione sono possibili.
    • Lordosi lombare

      Confronto postura normale lordotica Capire cos'è la lordosi lombare è il primo passo per affrontarla. Una volta diagnosticata esistono molti modi per migliorare la situazione.
    • Sciatica

      Infiammazione del nervo sciatico La sciatica è l'infiammazione del nervo sciatico, compresso da ernia discale o alterazioni ossee. Età avanzata e sovrappeso sono fattori di rischio.
    • Scoliosi

      Schiena affetta scoliosi Intervenire sulla scoliosi al sorgere dei primi sintomi è vantaggioso per condurre una vita normale senza limitazioni di movimenti.
    1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , dato che è una patologia multifattoriale: infatti, il dolore è originato da fattori diversi e interdipendenti e che sono legati all'ambito fisico, sociale e psicologico. A seconda dei sintomi del mal di schiena (e quindi delle sue cause) si potrà mettere in pratica una terapia multidisciplinare per risolvere questo problema.

      Ad esempio, capita molto di rado che il mal di schiena sia causato da patologie o lesioni delle ossa. Infatti il mal di schiena può essere originato anche da una lesione a una delle microstrutture legate alla colonna vertebrale: tra queste vi sono le articolazioni, i nervi, i dischi intervertebrali, le strutture ossee e i muscoli. Può anche succedere che una di queste lesioni sia asintomatica e quindi il paziente non venga affetto da dolori alla schiena. Anche l'aspetto psicologico è importante: lo stress causa un eccesso di tensione che riduce l'elasticità e la circolazione dei muscoli della schiena, fatto che può aumentare il rischio di dolori, soprattutto nella zona bassa.

      Inoltre il mal di schiena può essere causato da una postura scorretta, cioè da comportamenti e abitudini errati che vedono l’uso di sedie inadeguate, materassi troppo morbidi, il restare per troppo tempo nella stessa posizione oppure sollevare un peso nel modo sbagliato. Infine, esistono cause di origine congenita: si va dalla scoliosi alla stenosi spirale. Nel primo caso la colonna vertebrale è interessata da una curvatura anomala laterale, che spesso provoca una torsione delle vertebre, tanto che i muscoli dorsali devono compiere un carico maggiore di lavoro, provocando il mal di schiena. Se si è affetti da stenosi spinale invece, il canale centrale della colonna dove passano i nervi si restringe, provocando un dolore maggiore quando si è seduti.

      La localizzazione dei dolori alla schiena avviene a livello cervicale, dorsale oppure lombare. Rientrano nella prima categoria il torcicollo (dolore forte e improvviso alla nuca che impedisce di girare la testa e che a volte può provocare anche vertigini e nausea), la cervicalgia cronica (i cui sintomi sono fortissimi mal di testa, a volte anche invalidanti), l'artrosi cervicale e la cervicobrachialgia, che interessa persino gli arti superiori. I mal di schiena dorsali sono molto rari, ma possono rendere difficoltosa la respirazione quando si irraggiano fino allo sterno. Invece i mal di schiena lombari comprendono il 90 per cento dei casi totali e vanno dal semplice colpo della strega, che si verifica quando si solleva un peso da terra, alla lombo-sciatalgia (che colpisce la sciatica) e alla lombalgia cronica, dovuta invece a una postura errata ripetuta per troppo tempo.

      Dato che i maggiori fattori di rischio sono dovuti a comportamenti scorretti, per prevenire il mal di schiena è bene ridurre le sollecitazioni che gravano la colonna vertebrale. Si inizia evitando di portare le scarpe con i tacchi alti per poi imparare a sollevare i carichi nel modo corretto, cioè con busto eretto, gambe piegate e peso vicino al corpo. Inoltre è bene rafforzare allo stesso tempo i muscoli della schiena mantenendo il proprio peso forma e praticando regolarmente ginnastica, soprattutto aerobica ed esercizi di allungamento. Infatti l'attività fisica è un ottimo sistema di prevenzione per i dolori alla zona lombare della schiena, riducendo lo stress e ossigenando maggiormente i tessuti.