idratazione

Idratazione pelle

La salute del corpo passa per la pelle. Organo traspirante e protettivo che riveste interamente il corpo, tutelandolo dalle sostanze esogene, la pelle, respira e conserva la sua compattezza e bellezza, grazie alla capacità di conservazione di un livello di idratazione costante. L’acqua, è l’elemento che favorisce l’idratazione e la detersione tutelando lo strato corneo dell’epidermide e ripristinando le naturali funzionalità della cute. La pelle viene idratata dall’interno e dall’esterno, in un processo che favorisce la continua idratazione: il precorso effettuato dall’acqua, parte dallo strato più interno, ovvero dal circolo sanguigno per poi passare al derma, e da questo agli strati superficiali dell’epidermide, apportando una completa idratazione. L’idratazione della pelle, avviene tramite questo processo a cui sottendono una serie di altri passaggi di ordine biologico, che vengono inoltre sostenuti da processi esterni coadiuvanti, che favoriscono l’idratazione. L’acqua, dunque, si trova nel derma, e da questo si irradia ai tessuti superiori, fino a raggiungere l’epidermide; il processo di idratazione si realizza quando le perdite naturali d’acqua, vengono continuamente incrementate con un accumulo costante della stessa: il processo di idratazione, risiede nell’equilibrio costante che si stabilisce tra il processo di idratazione e quello di sensibili perdite d’acqua. Il mantello acido, corrisponde al film acquoso di rivestimento dell’epidermide: suddetto strato sensibile, è costituito da una serie di sostanze di diverso tipo: lipidi, prodotti di secrezione delle ghiandole sudoripare e sebacee, aggregati polipeptidici; il mantello acido dell’epidermide, possiede un ph leggermente acido, che ha la specifica funzione di tutelare la pelle, idratandola continuamente e regolarizzando i naturali processi che favoriscono il benessere della stessa. Il film acquoso, va distinto in due parti differenti: la prima parte, corrisponde al film lipidico di superficie, mentre la seconda corrisponde allo strato che comprende invece tutte le sostanze non lipidiche. Il passaggio d’acqua, da uno strato all’altro, avviene mediante la funzione di specifiche proteine, definite acqua-porine. Suddette molecole, tendono a canalizzare l’acqua e tutti gli ingredienti solubili, monitorando e favorendo il continuo passaggio dal derma all’epidermide. L’acqua, risiede principalmente nel derma, dove viene accumulata una sorta di riserva, dalla quale l’epidermide attinge in caso di carenze idriche.
idratare

Capacità 2 litri Sacca per Idratazione, RANIACO Portatile Sistema di Idratazione Adatto per lo Sport e per un Uso Esterno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 14€)


idratazione: Idratare la pelle

pelle idratata La riserva d’acqua presente nel derma, può essere intaccata solo ed esclusivamente da un processo di disidratazione dettato da fattori esogeni, come l’intervento dei raggi UV, estremamente dannosi per la salute della pelle. Lo strato corneo della pelle, maggiormente superficiale, contiene una buona percentuale d’acqua, che oscilla tra il venti e il trenta per cento. Questa percentuale, non è equamente distribuita su tutto lo strato corneo, ma tende a concentrarsi esclusivamente in alcuni punti, dove è decisamente più lauta la sua presenza. L’acqua presente nello strato corneo, dona alla pelle idratazione, bellezza, elasticità e morbidezza, consentendo dunque ai muscoli e alle articolazioni di attuare le naturali funzioni di movimento. Quando la percentuale di acqua nello strato corneo, scende al di sotto della soglia minima, (ovvero il venti per cento), la pelle si presenta disidratata, secca, arida, squamata ricca di crepe e fessurazioni. E’ il fenomeno della disidratazione, dettato da agenti esterni e dalla perdita di lipidi, gli elementi che legano l’acqua, e la distribuiscono in tutto lo strato corneo. Per idratare la pelle, è necessario utilizzare prodotti che contengano un buon quantitativo di umettanti che tendono dunque a legare l’acqua: il glicerolo ed il sorbitolo, sono presenti nelle creme cosmetiche, e forniscono una buona idratazione. Svolgono la stessa funzione idratante il collagene, l’acido ialuronico e alcune sostanze vegetali. La secchezza della pelle, è dettata da fattori genetici, dall’età e da agenti esterni: in numerosi prodotti per la pelle, l’acido ialuronico è presente per combattere le rughe, la mancanza di elasticità, la secchezza. Tra le sostanze vegetali idratanti, presenti sempre nei cosmetici, il tiglio, l’altea e la malva, ricoprono un ruolo fondamentale per la bellezza dell’epidermide: agiscono come spugne assorbenti, che trattengono l’acqua, favorendo l’idratazione. I cosmetici, applicati su viso e corpo, al mattino e a sera, con un leggero massaggio, tutelano la pelle dall’attacco degli agenti esterni e idratano la pelle, restituendole elasticità e freschezza. Oltre alle creme cosmetiche, le maschere naturali, rappresentano un valido palliativo per rendere la pelle più sana e idratata: i prodotti ideali sono l’olio di oliva, l’olio di mandorle, l’olio di cocco, il miele, lo yogurt. Applicati sul viso, due volte alla settimana, lasceranno la pelle vellutata e morbida. Regola fondamentale per avere una pelle sana e idratata è bere almeno due litri di acqua al giorno.

    Sacca idratazione 2 litri doppio spessore BTR - Ideale per ciclismo, escursionismo, Corsa, Campeggio, Camminata

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO