Olio oliva

L'olio di oliva

L’olio di oliva è un fluido ottenuto dall’accurata lavorazione delle olive. E’ un prodotto largamente diffuso in ambito alimentare, dai numerosi benefici. L’olio è storia, cultura, tradizione. L’olio migliora la qualità degli alimenti, con strisce cromatiche di sapori nuovi, rotondi, invitanti, gustosi. L’olio è oro colato, oro liquido, preziosa miscela che impreziosisce, che accarezza i sensi, che stuzzica il palato, ingentilendo i sapori con il suo gusto delicato, sottile, morbido. L’olio di oliva, è un prodotto delle terra bagnata dal Mediterraneo. Tempo addietro, la raccolta delle olive veniva effettuata con aste elastiche, che venivano utilizzate per percuotere i rami, favorendo in questo modo la caduta dei frutti. Questi, venivano raccolti da una rete, che veniva posta al di sotto dell’olivo stesso. Questa metodologia, è stata poi soppiantata da un’altra tipo di raccolta. La pianta tutta, viene scossa dai rami mediante l’impiego di abbacchiatori meccanici, che provocano la caduta dei frutti in apposite reti. Suddetta metodologia risulta essere particolarmente dannosa per la pianta, ed è inoltre poco selettiva, in quanto le olive non vengono selezionate, ma raccolte insieme, senza alcun criterio di selezione. Anticamente, le olive venivano raccolte manualmente: questa metodologia era certamente molto costosa e lenta, ma permetteva di selezionare il prodotto, effettuando una scelta mirata e selettiva. La raccolta delle olive più mature e gustose, garantiva la produzione di un olio dal gusto gentile, raffinato, rotondo. Questa metodologia, viene impiegata ancora oggi per la produzione di oli specifici e pregiati. Tecniche meccanizzate, hanno però avuto la meglio sulle tecniche manuali, poiché permettono una raccolta continua e rapida del prodotto, favorendone in questo modo una più rapida diffusione. A seguito della raccolta, le olive, vanno disposte in sacchi specifici o in cassette areate, affinchè non fermentino. L’estrazione dell’olio, va eseguita entro quarantotto ore dalla raccolta. In questo modo, l’olio prodotto sarà privo di muffe e conserverà il sapore fresco e gentile delle olive appena raccolte. Le metodologie di estrazione, sono due: classica e moderna. La metodologia meccanica, viene utilizzata per la produzione di oli extravergini, maggiormente raffinati. La metodologia chimica invece, viene utilizzata per la produzione di olio di semi e oli di sansa. La distinzione è netta e sostanziale. Le macchine che vengono impiegate per la produzione dell’olio extravergine di oliva, sono di diversa fattezza. Esse tendono a distinguersi per grandezza, produttività, resa e costi di produzione. Il processo di produzione di un buon olio, prevede cinque passaggi: raccolta, molitura, estrazione, eliminazione dell’acqua, trattamenti e imbottigliamento.
olive

Monini Delicato Olio Extra Vergine di Oliva - 1 Bottiglia da 1000 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,49€


La storia dell'olio

olioL’olio ha una storia, una tradizione, una precisa metodologia di scrittura. La sua raccolta rappresentava un momento di gioia, di esaltazione, di aggregazione. Dall’olio di oliva è possibile ricavare anche un’altra tipologia di olio, più grezza e meno utilizzata, l’olio di sansa. Questo tipo di olio, viene ricavato dalle stesse olive, a seguito dell’estrazione dell’olio. Anche in questo caso, esiste uno specifico processo di lavorazione, che prevede la raffinazione dell’olio stesso, al fine di renderlo commestibile e gustoso. Suddetto olio, durante il processo di lavorazione, subisce diversi processi chimici, quindi viene considerato artificiale rispetto all’olio di olive naturale. L’olio di oliva trova largo impiego sulle tavole. E’ un olio polifunzionale, ma principe del condimento. Esso infatti insaporisce, impreziosisce i piatti, condisce e conserva moltissimi alimenti. Veniva e viene tutt’ora utilizzato in qualità di combustibile per alcune lampade e come ingrediente per alcuni cosmetici. Le piante di olivo, si diffondono principalmente nelle zone collinari, dove trovano terreni ideali per affondare le loro radici, l’aria adatta, la giusta vegetazione. In minor misura, gli oliveti si diffondono in pianura, e una percentuale fortemente esigua, la si trova in montagna. La coltivazione di questa pianta avviene principalmente nelle zone mediterranee. L’Italia, è una delle più importanti produttrici di olio in Europa. L’olivo necessita di un clima mite e tenue, di aria mitigata dal mare; le piantagioni infatti, si diffondono principalmente al Sud e al centro, dove il clima è meno rigido e più favorevole alla crescita e allo sviluppo della vegetazione. I più importanti produttori di olio di oliva in Europa, sono il Portogallo, la Spagna, l’Italia, la Grecia. In suddetti Paesi, l’oliocultura viene considerata un patrimonio, non solo un punto cardine dell’economia. Produttori non europei, sono L’Australia, la Tunisia, la Turchia, il Marocco.

  • omega 9 Il gruppo omega rappresenta il gruppo di acidi grassi polinsaturi che sono considerati importanti per la salute di ogni individuo. Gli omega comprendono l’omega 3, l’omega 6, l’omega 9 che sono gli ac...
  • olio di oliva Condimento che non manca in nessuna casa e in nessuna dieta, l’olio di oliva si ricava dalla lavorazione delle olive appena colte. La raccolta delle olive avviene nel periodo compreso tra ottobre e no...

Frantoio Tuscus Olio Extravergine d'Oliva Doremi - 1832 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,67€


Benefici dell'olio di oliva

olio imbottigliatoLa produzione dell’olio di oliva, non ha mai subito minacce nel corso del tempo. Anche l’America e il Giappone sono da considerarsi importanti produttori di olio, ma in misura minore rispetto agli altri Paesi, sopra nominati. Le prima piantagioni di olio, si sono diffuse principalmente in Siria ed in Palestina, prima della venuta di Cristo. A seguito, le piante di olivo si sono largamente diffuse anche in Italia, dove hanno trovato terreno fertile per la coltivazione e largo impiego per i numerosi usi e benefici che l’olio raffinato di oliva è in grado di apportare all’organismo. L’olio extravergine di oliva, per arrogarsi suddetta titolazione, deve rispondere ad una serie di clausole, assolutamente necessarie per effettuare la classificazione dell’olio. Questo infatti, non va riscaldato, deve raggiungere una certa acidità e deve conservare delle proprietà specifiche; se l’olio non risponde a suddette caratteristiche, non viene considerato un olio pregiato, e viene direzionato ad altri usi e consumi. L’olio possiede numerosissime caratteristiche e proprietà benefiche per l’organismo umano. L’olio va innanzitutto distinto in due specifiche categorie, che sono: l’olio saponificabile e in saponificabile. Il primo, raccoglie la maggior parte degli oli di oliva, ed è ricco di trigliceridi. Il secondo invece, contiene vitamine e antiossidanti. L’olio di oliva contiene una grandissima quantità di grassi insaturi. L’uso ed il consumo dell’olio è parecchio vasto, per le specifiche proprietà benefiche da esso possedute. L’olio di oliva è in grado di contrastare l’insorgenza di numerose patologie. In primis, riduce la produzione del fatidico colesterolo cattivo, aumentando invece la produzione di quello buono. La riduzione del colesterolo, comporta una serie di altre conseguenze benefiche: si abbassa la percentuale del rischio di infarto, migliora la circolazione sanguigna, la pressione arteriosa rientra nella norma. L’olio contiene inoltre un grandissimo quantitativo di vitamine, in particolare la vitamina E, benefica per la riproduzione cellulare. L’olio dunque, contrasta l’invecchiamento della pelle, favorendo la naturale riproduzione delle cellule. La vecchiaia, comporta una serie di problematiche dovute all’invecchiamento cellulare; l’arteriosclerosi è una di queste. L’olio di oliva, è in grado di garantire il giusto rinnovo cellulare, impedendo l’insorgere di determinate patologie.


Olio oliva: Olio: usi e consumi

olio in cucina L’olio è molto utilizzato in cucina per la sua alta digeribilità. Essendo particolarmente delicato, per lo stomaco ed il fegato, risulta essere particolarmente indicato perché non solo impreziosisce i cibi, allietando in questo modo il palato, ma tende a non danneggiare in alcun modo organi dell’apparato digerente. L’olio è benefico anche per i meccanismi che sottendono al funzionamento intestinale. La stitichezza, è una problematica inerente all’intestino pigro, e può comportare una serie di problemi. Due cucchiaini di olio di oliva al mattino, facilitano il naturale meccanismo intestinale, riportando equilibrio e benessere. L’olio è inoltre considerato un potente antitumorale. Contrasta in particolare l’insorgenza di metastasi tumorali al seno. I benefici dell’olio interessano l’alimentazione, poiché è sulla tavola che esso trova particolare riscontro. Il suo principale compito è infatti quello di insaporire, di rendere completo un qualsiasi pasto, migliorando allo stesso tempo le funzioni organiche e i meccanismi che sottendono ad esse. L’olio di oliva è presente anche in altri composti. La cosmesi, fa dell’olio uno dei principali elementi presenti all’interno di numerosissimi prodotti. La pelle, è la pellicola protettiva che protegge dall’attacco esterno degli agenti esterni. Può dunque subire alterazioni e danni. La pelle risponde agli input interni del corpo ed esterni dell’ambiente. Va dunque tutelata e protetta continuamente. Una maschera naturale da applicare sul viso, può essere preparata mescolando olio di oliva all’argilla. Questo composto, estremamente delicato, lascia la pelle morbida e vellutata. L’olio ha inoltre proprietà fortemente idratanti, quindi risulta essere particolarmente idoneo per le pelli secche e screpolate. L’olio extravergine, veniva precedentemente utilizzato per contrastare l’insorgenza delle rughe e per ammorbidire e idratare la pelle del corpo. Utilizzato anche puro, oggi, è presente in tutti i prodotti di bellezza. L’olio possiede inoltre proprietà lenitive. Viene infatti trattato con foglie di eucalipto, canfora, ginepro e con molte specie di piante che favoriscano la bellezza della pelle. L’olio di oliva contiene inoltre un buon quantitativo di vitamina A, la vitamina alleata della pelle, produttrice di beta carotene. L’olio fortifica i denti, le ossa, e migliora le qualità intellettive. Il suo uso è dunque indispensabile, perché migliora la salute e la bellezza del corpo. Esistono diversi usi dell’olio: per i classici condimenti sulle insalate, per le fritture, per la pasta, i secondi, per la preparazione dei dolci. L’olio è ovunque, in qualsiasi cosa mangiamo. Conoscerne le qualità è molto importante, com’è importante non farne un abuso. Come tutti gli alimenti, in eccedenza possono provocare degli effetti collaterali. E’ dunque molto importante dosare sempre il suo quantitativo, al fine di conservare solo le proprietà benefiche di suddetta sostanza.



COMMENTI SULL' ARTICOLO