labioplastica

Labioplastica

L’invecchiamento, può essere apostrofato come una patologia che interessa i tessuti interni ed esterni dell’organismo. Suddetta patologia, comporta come primo risultato, un rilassamento epidermico, che innesca un processo di alterazione di alcune sezioni del corpo. Anche le zone genitali, vengono colpite da questo rilassamento, subendo un’ipertrofia che ne accentua il gonfiore, la massa, la sporgenza esterna. La labioplastica, è un intervento chirurgico, volto alla ricomposizione del tessuto vaginale esterno, quando questo si palesa estremamente prolassato. Le piccole labbra della vagina, svolgono un primario ruolo di tutela dagli attacchi batterici, tutelano tutta la zona genitale nelle specifica conformazione che ne caratterizza la consistenza esterna, ed hanno specifiche funzioni nell’attività sessuale della donna. Quando le piccole labbra vaginali si palesano eccessivamente prolassate, possono insorgere problematiche di diverso genere, sia sul piano estetico che su quello espressamente funzionale. Le labbra vaginali prolassate, possono indurre problematiche sul piano dell’igiene intima, causando infiammazioni e infezioni della zona genitale. Per ovviare a questa patologia, spesso di origine congenita, viene praticata una labioplastica, un’operazione chirurgica, che promette risultati molto soddisfacenti: l’operazione consiste nella rimozione del tessuto in eccesso, con il successivo riadattamento della zona circostante. Il primo passo, è quello di consultare un medico chirurgo specializzato in questo intervento chirurgico, che una volta effettuata la diagnosi, dovrà confrontarsi con i desideri della paziente, cercando di far sposare le aspettative di quest’ultima con le possibilità relative ai risultati dell’operazione. Il chirurgo, dovrà riuscire a coniugare le funzionalità relative e quelle estetiche per effettuare un rimodellamento della zona interessata. In alcuni casi, per effettuare una labioplastica, viene eseguita una radioterapia, un intervento che permette di ridimensionare la convalescenza post operatoria in primis, e che inoltre consente di svolgere una o più incisioni precise, cosi da ottenere un risultato più che soddisfacente.
labioplastica

Chirurgia Estetica: La Costruzione Della Bellezza

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,97€


labioplastica: L'operazione

operazione chirurgica Solitamente, la fase che segue l’operazione può comportare dei piccoli fastidi, ma al termine dello stesso periodo di convalescenza, le pazienti risultano estremamente soddisfatte del risultato, riuscendo a ripristinare la naturale attività sessuale, e riuscendo ad eliminare le problematiche infettive dettate dal prolasso relativo ai genitali. La preparazione della paziente alla labioplastica, prevede una serie di passaggi: la prima fase è quella delle analisi del sangue e la preparazione psicologica della paziente. Prima di effettuare l’intervento chirurgico, è necessario che la paziente sospenda le cure analgesiche e antinfiammatorie: la sospensione di questi medicinali, aiuta a prevenire eventuali emorragie nella fase post operatoria, accelerando cosi i tempi di convalescenza. Durante l’operazione stessa, con il bisturi viene rimossa la parte in eccesso delle labbra vaginali, che prima, vengono misurate affinchè vi sia una perfetta simmetria tra le parti, e non si presentino scompensi di nessun tipo, sotto il profilo estetico. L’intervento viene eseguito in anestesia locale della zona interessata; a questa tipologia anestesia, è possibile associare dei sedativi (se si è particolarmente sensibili o ansiosi rispetto all’operazione stessa). L’anestesia generale, per questo specifico intervento, viene effettuata sempre su richiesta espressa della paziente. Prima dell’intervento, è necessario effettuare un colloquio con il proprio chirurgo plastico, comunicandogli eventuali particolarità come la presenza di allergie, arrossamenti, sanguinamenti, dolori, e bisognerà evitare l’alcool in eccesso, e l’assunzione di alcune tipologie di farmaci che potrebbero causare un rallentamento nella fase post operatoria. Un paio di giorni prima dell’intervento, sarà il chirurgo stesso ad indicare alla paziente quali tipi di antibiotici assumere, e quali alimenti mangiare. Molto importante è l’utilizzo dei detergenti intimi, sia nella fase pre-operatoria, che nella fase post operatoria. Dovranno chiaramente essere delicati, e testati clinicamente. Dopo l’intervento, è obbligatorio stare a riposo, e ripulire delicatamente il sangue dalle ferite laterali, mentre i punti di sutura, vengono solitamente rimossi a seguito di una settimana. E’ possibile che si manifesti gonfiore nella zona interessata, gonfiore temporaneo, che generalmente tende a riassorbirsi in pochissimo tempo. Nella fase post operatoria, i rapporti sessuali vanno evitati per circa una decina/quindicina di giorni, per evitare che la zona interessata si gonfi, o manifesti arrossamenti ed irritazioni di qualsiasi genere. L’operazione della labioplastica, è ormai di routine, ma comporta una serie di attenzioni ed accorgimenti importanti. Le pratiche igieniche in particolare, sono fondamentali sia nella fase pre-operatoria che in quella post operatoria.


    SILIUM Kit Anti-AGE Effetto BOTOX ACIDO JALURONICO-Macadamia Prodotti per capelli

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 2,99€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO