depilare

Depilazione: metodologie

I peli superflui, rivestono quasi interamente il tessuto epidermico. Sottili e chiari quelli che ricoprono il viso, le braccia, il petto, scuri e neri quelli che fuoriescono dai follicoli piliferi delle gambe, delle ascelle, dal pube. I peli superflui, costituiscono la naturale protezione dell’epidermide da eventuali aggressioni esterne. I peli superflui oltre alla specifica funzione tutelare, vengono considerati antiestetici, e fastidiosi; strutturalmente i peli sono costituiti da una radice che si trova nello stesso follicolo, da un fusto sottile e scuro lungo circa un centimetro. Non essendo in armonia con la bellezza del corpo, i peli superflui, vanno rimossi. Esistono diverse metodologie per favorire l’eliminazione. La tecnica della depilazione comprende una serie di diverse metodologie, che favoriscono la rimozione temporanea o definitiva del pelo. La metodologia va scelta in relazione al risultato e alla personale soglia del dolore: le metodologie depilatorie, si differenziano anche per questo specifico particolare. La prima differenziazione inerente alle tecniche di rimozione dei peli superflui, consiste nella metodica. La depilazione, è tendenzialmente temporanea: i peli si ripresentano a distanza di pochissimi giorni dalla depilazione. Il pelo infatti non viene estirpato alla radice, ma viene eliminato dal fusto. L’epilazione, è una metodica comunque temporanea, che però a differenza delle metodologie depilatorie, tende ad intervenire sulla radice del pelo, estirpandolo completamente dalla radice. L’epilazione, è effettuata manualmente o meccanicamente. Può essere dolorosa, ma i risultati presentano una durata maggiormente prolungata. La metodologia depilatoria maggiormente gettonata, prevede l’utilizzo del rasoio. Trattasi di una lama, che va passata direttamente sulla zona interessata in relazione inversa rispetto alla direzione della peluria. Prima di effettuare la depilazione vera e propria, è necessario bagnare la parte interessata e insaponarla perfettamente con un sapone altamente idratante. Quest’ultimo favorirà l’apertura dei pori della pelle, favorendo uno scivolare fluido del rasoio. L’utilizzo di saponi e detergenti idratanti, protegge la pelle da eventuali tagli, screpolamenti e irritazioni. A seguito della depilazione, è molto importante che si utilizzi una crema nutriente o un olio corpo ad azione lenitiva, anti arrossamento e calmante. La pelle, necessiterà di idratazione e carezze, poiché questa metodologia depilatoria, comporta facili irritazioni. Altra metodologia depilatoria di durata temporanea che non interviene sulla radice del pelo, è la crema o il sapone depilatorio. Prodotti sui generis, contengono specifici acidi, che aiutano a indebolire il pelo, favorendone le rimozione immediata. Il prodotto, prima dell’applicazione, va steso in minima parte in una zona nascosta del corpo, questo per misurarne la tollerabilità. La crema depilatoria, potrebbe infatti comportare delle allergie, eruzioni cutanee, prurito e fastidi di diverso genere. Il prodotto va interamente steso sulle gambe, sull’inguine, sotto le ascelle, sulle braccia e lasciato agire per diversi minuti (circa dieci/quindici). La crema ed i peli, andranno poi rimossi con una spatolina apposita e con acqua tiepida. A seguito della depilazione, la pelle andrà idratata con una crema leggera ed emolliente. Se si predilige questa metodologia depilatoria, i peli tenderanno a ricrescere dopo una settimana al massimo.
depilazione

3 I Garofani Forbici Per Unghie Ed Pinza Per Depilare Falsata Indiano-1 pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


depilare: Epilazione

gambe lisce Sia il rasoio che la crema depilatoria, sono due metodologie assolutamente indolori ed effettuate con la massima rapidità, ma non promettono benefici dal punto di vista della durata. I metodi di epilazione, di contro, risultano essere leggermente dolorosi, ma presentano maggiori vantaggi sul piano della durata. La ceretta al caldo e a freddo, elimina il pelo dalla radice, lasciando la pelle liscia e morbida per circa trenta giorni. La ceretta a caldo, viene stesa sulle gambe, inguine, braccia, con una spatola. Sulla cera andrà applicata una striscia di carta, che andrà rimossa contemporaneamente alla cera con uno strappo meccanico deciso. La cera a freddo, presenta la stessa metodologia, con la differenza che le strisce sono fredde e vanno surriscaldate. La cera, che sia calda o fredda, comporta un lieve dolore, ma risultati ottimali. L’epilatore elettrico, è sempre più diffuso: trattasi di un depilatore dotato di una testina roteante e di pinzette, che passate sulla pelle, eliminano i peli alla radice. La metodica dunque, assomiglia alla cera, ma è leggermente più lenta. L’epilatore elettrico, è comodo, in quanto può essere utilizzato direttamente sulla zona interessata anche per la rimozione di piccoli peli. Esiste poi la depilazione definitiva effettuata con il laser, dove con una luce pulsata, viene indebolita la radice del pelo che scompare in via definitiva. Il costo del laser è nettamente superiore a tutte le metodologie di depilazione. Prima di eliminare i peli superflui, è sempre importante effettuare uno scrub pelle, che elimini i peli incarniti e le cellule morte. Avere una pelle depilata, significa prendersi cura di sè e della bellezza del proprio corpo.


  • zone intime depilate La depilazione è un processo volto alla rimozione dei peli superflui. Può essere effettuata con diverse strumentazioni, a seconda delle esigenze. Le regioni del corpo maggiormente interessate dal proc...

Pinza per depilare, con estremità rotonda

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,95€



COMMENTI SULL' ARTICOLO