Pelo incarnito

Pelo incarnito

Un pelo incarnito è un disagio in cui molte persone incorrono in modo abbastanza frequente, soprattutto coloro che hanno peli e capelli molto spessi e ricci. Si tratta di un singolo pelo che cresce in modo anomalo, in posizione parallela o obliqua rispetto alla pelle, rimanendo intrappolato sotto il derma. I sintomi di questo disagio sono più o meno gravi a seconda dei casi; quando il pelo è intrappolato sotto diversi strati del derma, o cresce infilandosi in un follicolo vicino a quello di formazione può causare una piccola papula arrossata, che può facilmente infettarsi nel corso del tempo. Se il pelo non viene rimosso l'organismo si comporta come se fosse un corpo estraneo, quindi si forma del pus e un forte arrossamento, con prurito e a volte anche dolore. In molti casi il pelo tende, con il passare dei giorni, a fuoriuscire dal derma, cosa che porta ad una soluzione autonoma del problema. In genere i peli incarniti si presentano con maggiore frequenza nelle persone che utilizzano il rasoio come metodi per la rimozione dei peli. Per i soggetti di sesso maschile le zone più a rischio sono quelle dei viso e del collo, per i soggetti femminili invece inguine, ascelle e gambe.
Disegno di pelo incarnito

V22 MAX Crema Trattamento Doppia Forza Peli Incarniti - 50ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
(Risparmi 7€)


Perchè i peli incarniti si formano

La rasatura Le motivazioni che portano allo sviluppo di un pelo incarnito sono molte, tra cui la principale è l'utilizzo del rasoio. Quando ci si rade la pelle i peli tagliati sono molto appuntiti e, nella crescita successiva, possono forare la pelle causando questo tipo di disagio. Tale problema è più probabile quando si tende molto la pelle: quando la si lascia il pelo rientra nel derma e la crescita potrà avvenire con un orientamento diverso a quello naturale. Un altro motivo che aumenta la frequenza dei peli incarniti è l'abitudine a rasarsi in contro pelo, o anche l'utilizzo delle pinzette: con questi strumenti spesso si spezzano i peli, che poi possono ricrescere in modo anomalo. Anche la ceretta può portare al formarsi di alcuni peli incarniti, soprattutto se si stende la cera in modo anomalo rispetto al normale sviluppo dei singoli peli. Sono fattori predisponenti anche l'abitudine ad indossare abiti molto stretti, che comprimono i peli durante la crescita e li costringono a reinfilarsi sotto pelle. Anche la scarsa igiene può causare peli incarniti, perché le cellule morte creano un tappo sui follicoli piliferi e impediscono ai peli di svilupparsi verso l'esterno.

  • baffi La barba ed i baffi sono da sempre motivo di sensualità, bellezza, fascino, saggezza. L’uomo, palesava attraverso queste modaiole appendici del viso la propria forza, la propria mascolinità. La moda, ...
  • Epilazione e depilazione Per combattere la continua ricrescita dei peli vi sono diversi metodi in grado di risolvere tale problema. Bisogna però innanzitutto fare una netta differenza tra epilazione e depilazione. Comunemente...
  • Depilazione con la lametta I peli del corpo umano svolgevano una funzione importante quando l'uomo doveva proteggersi da temperature ostili. Col tempo questi sono andati a sparire, ma quelli ancora presenti in diverse aree del ...
  • silk epil L’epidermide sia maschile che femminile è in parte ricoperta da peli che andando ad infittirsi e infoltirsi danno luogo ad un vero e proprio inestetismo. Per combattere questo bisogna innanzitutto val...

Veet Easywax Roll-On

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€
(Risparmi 6,09€)


Eliminare e prevenire i peli incarniti

Rasoio sulla pelle Il metodo più utilizzato per eliminare un pelo incarnito consiste nel forare la pelle con un ago sterile, per poi riportarlo con la punta verso l'esterno e drenare l'eventuale presenza di pus. Il successo di questo tipo di operazione dipende dallo stato iniziale del pelo incarnito, nel caso in cui ci sia una forte infiammazione è possibile che si formi una cicatrice permanente, o anche una macchia della pelle. In molti casi è utile effettuare uno scrub sulla pelle attorno al pelo incarnito, o anche utilizzare sostanze lenitive, come ad esempio una crema alla calendula o l'olio essenziale di tea tree. Nel caso in cui la pustola sia di grandi dimensioni e molto dolorosa si può anche arrivare a dover assumere antibiotici, per bocca o a livello cutaneo, in modo da diminuire il disturbo, prima di rimuovere il pelo. Quando i peli incarniti sono sotto un sottile strato di pelle si può anche cercare di eliminarli con una crema depilatoria, cosa del tutto sconsigliata nel caso di follicoli infiammati o purulenti. Per evitare che i peli incarniti si formino è bene effettuare periodici scrub per eliminare la pelle morta, evitare i vestiti troppo aderenti e utilizzare il rasoio con attenzione.


Complicazioni correlate ai peli incarniti

Corretta rimozione dei peli Un piccolo e sottile pelo incarnito spesso causa un breve disagio, che può anche risolversi senza bisogno di alcun tipo di trattamento. In alcuni casi però capita che attorno al pelo si formi un'ampia infiammazione, che coinvolge il singolo follicolo pilifero e anche la cute circostante. Può capitare che la zona si infetti, diventando dapprima pruriginosa, poi dolorosa e purulenta. In queste situazioni si può giungere anche alla follicolite, ossia all'infiammazione del follicolo pilifero. Prima di intervenire per la rimozione del pelo incarnito è necessario rivolgersi al proprio medico, che potrà indicare la necessità di utilizzare antibiotici, o anche corticosteroidi, atti a limitare l'infiammazione e il piccolo ascesso purulento. In alcune situazioni può capitare che i peli incarniti siano molti, cosa che porta ad un'infiammazione estesa e dolorosa, che va curata con appositi farmaci. Raramente può anche avvenire che il pelo incarnito porti alla formazione di una cisti, che tenderà con il tempo ad ingrossarsi. Questo avviene con maggiore frequenza nei casi in cui il pelo incarnito si trova in zone come ascelle o inguine, dove si ha un costante sfregamento tra il tessuto degli abiti e la pelle.




COMMENTI SULL' ARTICOLO