Abiti da cocktail

Abiti e regole

La moda propone una gran varietà di abiti per quel che riguarda la sfera femminile, è sempre insomma possibile svariare e difficilmente non si riuscirà a trovare l'abito che rispetti appieno i propri gusti. Per le donne la scelta dell'abito da indossare dipende in modo articolare anche dall'evento a cui bisogna partecipare, perché se da un lato si ha la possibilità di puntare su tantissimi modelli, dall'altro è fondamentale tener presente le regole basi dell'abbigliamento. Guai insomma presentarsi in una determinata occasione con l'abito sbagliato, questo rischierebbe di rovinare tutto il lavoro fatto per poter essere impeccabili. Il punto centrale quindi resta il tipo di evento in cui si fungerà da ospiti, poi si può passare alla scelta dell'abito. E' molto importante tener presente queste regole di bon ton se si è molto attente al mondo della moda. Le brutte figure sono sempre dietro l'angolo, soprattutto quando si tratta di abiti, per questo è opportuno attenersi a piccoli consigli che potranno sicuramente aiutare a sentirsi più belle.
Abiti e regole


Abiti da cocktail

Abiti da cocktail Esistono diverse tipologie di abiti, ma negli ultimi anni si tende spessissimo a ricercare il cosiddetto abito da cocktail. La sua origine risale agli anni '40 e proprio negli ultimi tempi si è rispolverata tale moda, chiaramente riadattandola ai nostri tempi. Le grandi dive del cinema di quegli anni lanciarono la moda degli abiti da cocktail soprattutto per gli eventi pomeridiani ed è proprio da quest'abitudine che deriva il nome così particolare di quest'abbigliamento. Gli abiti da cocktail sono stati da sempre sinonimo di divismo, di donne considerate delle vere e proprie famme fatale, quindi chiaramente si esige anche un bel po' di classe per indossarli. Secondo i più grandi stilisti gli abiti da cocktail non dovrebbero mancare mai nel guardaroba di una donna, ma attenzione a quando indossarli. Esiste effettivamente un orario ben preciso in cui gli abiti da cocktail possono essere sfoggiati, ossia dalle 18 del pomeriggio fino alle 20, massimo 21 di sera. Non bisogna insomma sfociare nella classica categoria degli abiti da sera, anche se in particolari situazioni è possibile poter indossare un abito da cocktail anche in orari più mondani. Trattandosi infatti di un tipo di abbigliamento semi-formale, gli abiti da cocktail possono essere eccezionalmente indossati durante un evento serale che però non sia alquanto formale.

  • abiti Gli abiti servono a coprire il nostro corpo e a nascondere le parti che non si possono mostrare. Gli abiti ci proteggono anche dal freddo e dai rigori invernali e ci permettono di assumere uno stile...
  • Moda ed eleganza Il guardaroba di una donna solitamente presenta molti più abiti rispetto a quello maschile. La moda ha sempre avuto un occhio di riguardo per la sfera prettamente femminile, anche se ormai la vanità s...
  • Moda ed eleganza femminile L'eleganza è un tratto importante del mondo della moda, molti stilisti lavorano assiduamente alla ricerca della perfezione, soprattutto quando si parla di bellezza femminile. Fondamentalmente è in mod...
  • Moda e donne Da sempre le donne sono delle attente osservatrici quando si parla di moda, la scelta degli abiti e degli accessori non è mai banale né tantomeno casuale, ma c'è uno studio approfondito per poter gara...


Stile degli abiti da cocktail

abito da cocktail La funzione dell'abito da cocktail è però ben diversa, è uno stile che indica assolutamente divertimento e permette alla donna di potersi sentire più sbarazzina, meno insomma impettita come avviene invece durante le cerimonie serali. Gli abiti da cocktail si indossano durante dei ricevimenti del tardo pomeriggio e chiaramente che non siano troppo formali, proprio insomma nell'orario in cui si tende a pregustare qualche cocktail. In Italia si tende a parlare più che altro di aperitivo, ebbene queste possono essere le occasioni più interessanti per indossare l'abito da cocktail, anche se chiaramente il luogo deve essere piuttosto chic. Non ha senso indossare tale abito se si beve uno spritz in piazza con gli amici. Anche se sono stati ideati con l'idea di non essere troppo formali, gli abiti da cocktail esigono però che siano indossati in ambienti molto più carini e glamour. Come poter riconoscere un abito da cocktail? Vi sono delle caratteristiche uniche che appartengono a tale stile e che differenziano tale tipologia di abiti da altre. L'aspetto più importante da tener in considerazione degli abiti da cocktail è la lunghezza. Sappiamo come questa caratteristica possa differenziare diverse tipologie di abiti ed è bene sapere che quelli da cocktail esigono una lunghezza che arrivi alle ginocchia. Negli ultimi tempi però anche quelli che arrivano alle caviglie possono rientrare nella sfera degli abiti da cocktail, solitamente però li si indossa quando poi l'evento sfocia anche in una serata di gala.


Come indossare gli abiti da cocktail

donna Come accennato in precedenza gli abiti da cocktail hanno subìto una modernizzazione nel tempo, mentre insomma nel periodo delle grandi dive hollywoodiane si prediligeva il colore nero, praticamente tassativo, per questa tipologia di abito, ora non è più così. Il nero resta chiaramente il simbolo dell'eleganza, ma è opportuno saper abbinare i giusti accessori che lo rendano ancora più affascinante. Quando si indossano questi abiti da cocktail il tocco donato dalla pochette e dai gioielli è davvero magico. Nei giorni nostri questi abiti hanno avuto la possibilità di sprigionare non solo fascino ed eleganza, ma anche allegria. Per questo è possibile trovare abiti da cocktail più che colorati, tonalità accese che passano dal rosa passano al ciclamino, dal giallo al rosso e così via. Pur però trattandosi di una situazione semi-formale, deve comunque esserci ricercatezza nel vestirsi, va bene insomma l'allegria ed il divertimento, ma ogni tassello deve essere perfetto: trucco, parrucco, accessori, scarpe, nulla deve essere fuori posto, attenzione quindi a come abbinare questi elementi fondamentali per la moda.




COMMENTI SULL' ARTICOLO