trucco semipermanente

Trucco semipermanente: tecnica

L’estetica è un’arte che abbraccia la conoscenza della bellezza in tutte le sue sfaccettature. L’estetica è una filosofia scientifica, che trova nuove forme nella modernità, nella percezione dei colori, delle geometrie, delle linee. L’estetica moderna, è frutto di un lavoro di perfezionamento del viso, mediante il trucco. Le tecniche più all’avanguardia, hanno promosso negli ultimi anni, un make-up indelebile, duraturo, permanente: è il trucco dell’epoca moderna. Il trucco, ha una durata relativa, che è pari a poche ore, e può essere rimosso con acqua e sapone o con appositi detergenti struccanti. Il trucco semipermanente si avvale di una tecnica di pigmentazione, che penetra nel derma, mediante un piccolo ago. La tecnica utilizzata per la realizzazione di un trucco semipermanente è perfettamente identica a quella del tatuaggio: l’applicazione del colore, delinea alcuni tratti del viso, garantendo un effetto duraturo. La metodologia della colorazione, risulta essere assolutamente sicura, grazie all’utilizzo di colori clinicamente testati, che non provocano allergie e reazioni cutanee: questa è una delle tante motivazioni che ha spinto l’universo femminile ad affacciarsi a questa nuova tecnica dell’estetica, che ha raggiunto negli ultimi tempi un livello tecnico qualitativo estremamente alto. L’idea di una tecnica permanente, nasce da un’esigenza specifica, quella di migliorare l’aspetto estetico, sopperendo a problematiche come il diradamento sopracciliare, l’ipopigmentazione labiale, cicatrici, asimmetrie, macchie. Da questa specifica finalità, è nata poi una seconda esigenza, quella di rivolgere questo trattamento ad un’utenza più vasta, attaccata ad un desiderio di rifinire, enfatizzare, perfezionare il proprio aspetto. La tecnica del trucco semipermanente, si divide in tre specifiche fasi: la progettazione, le linee di riferimento, la realizzazione. Durante la fase di progettazione, l’operatore disegna con l’ausilio di un feltrino la zona da trattare: disegna l’arcata sopracciliare, il contorno occhi o il contorno labbra, corregge le imperfezioni. Disegna un accenno del progetto che si andrà a realizzare, discutendo con il cliente sul grado di gradevolezza del possibile risultato. Il cliente in questione, ragionando con l’operatore, sceglierà la tipologia di risultato, fornendo la sua approvazione, che comporta il passaggio alla seconda fase. La fase apostrofata con “linee di riferimento”, rappresenta un passaggio zero: è una fase primaria realizzazione del risultato, mediante la quale si marca leggermente il primo strato di trucco, con linee estremamente delicate e sottili. In questa fase, dovranno essere utilizzati dei colori estremamente naturali e delicati, che delineino il perimetro stesso della progettazione. La realizzazione di questa fase, determina il terzo passaggio, quello della realizzazione finale. La terza fase, è preceduta da un’anestesia blanda della zona, per diminuire il dolore della paziente e consentire cosi all’operatore di realizzare serenamente il proprio lavoro. La fase della pigmentazione è estremamente delicata, e va eseguita con molta lentezza. Alla fine della seduta, verrà applicata una crema specifica sulla zona interessata, cosi da accelerare i tempi di dermopigmentazione.
prima e dopo

Stargazer, Pennarello semipermanente per sopracciglia, N. 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,77€


trucco semipermanente: Effetto naturale

disegnare il viso Il trucco semipermanente ha una durata che varia dagli otto ai dodici mesi: il pigmento utilizzato per la realizzazione di questa tecnica, è studiato per essere riassorbito dall’epidermide gradualmente, per cui, la sua scomparsa definitiva, avverrà dopo circa cinque o sei anni, sarà dunque estremamente graduale e lenta. Se si desidera conservare il risultato, è possibile effettuare dei piccoli ritocchi nel corso del tempo, stabilendo con l’operatore i tempi di ogni seduta. La durata del trucco semipermanente, è strettamente correlata ad una serie di fattori specifici, legati all’individuo, come l’età, la tipologia di pelle, la capacità di cicatrizzazione, l’esposizione al sole, l’assunzione di alcuni farmaci cortisonici. Questi fattori, potrebbero comportare una serie di problematiche, accelerando i tempi di scomparsa del colore. Il trucco semipermanente labbra, viene utilizzato per camuffare piccole cicatrici da herpes, per migliorare piccole asimmetrie, per volumizzare la bocca. L’effetto è molto naturale, poiché vengono utilizzati dei colori delicati che posseggano le stesse sfumature delle labbra. La sfumatura, parte da una colorazione più scura sulla parte esterna della bocca, e diventa sempre più chiara e naturale procedendo verso l’interno. Il trucco sopracciliare, si avvale di una tecnica tridimensionale, che disegna piccoli peli di colore diverso, disegnando un’arcata perfetta che delinei maggiormente lo sguardo. Questa tecnica viene effettuata prevalentemente da soggetti che soffrono di diradamenti sopracciliari, di asimmetrie, di alopecia, o che desiderano nascondere piccole cicatrici. L’effetto è meravigliosamente luminoso e naturale. I prezzi sono molto variabili, e dipendono dalla tipologia di lavoro e dalla quantità di pigmento da utilizzare.

    Christian Brow, Trucco semi-permanente per sopracciglia, Black

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,86€



    COMMENTI SULL' ARTICOLO