L'herpes

Herpes

L’erpes, è un’infezione che si manifesta sul piano cutaneo con macchie di colore rossastro, bolle, screpola menti. La causa di questa particolare patologia dell’epidermide, è un particolare ceppo di virus, che attacca il sistema immunitario, provocando l’insorgenza di lesioni vescicolari in alcune parti del corpo. Esistono diverse tipologie di suddetta manifestazione. L’herpes, può essere: labiale, oftalmico, otico, zoster, genitale. L’herpes labiale, si manifesta sulle labbra, ed è causato da un virus, l’HSV-1, che attacca principalmente l’epidermide e la bocca. L’herpes oftalmico, interessa la zona oculare e perioculare, quello otico, colpisce invece la zona auricolare, l’herpes zoster, colpisce l’epidermide, in particolare la zona dell’addome, del torace e del collo, quello genitale, colpisce le zone genitali esternamente. Trattandosi di un ceppo di virus capace di abbassare le difese del sistema immunitario, l’herpes, non può essere eliminato in via definitiva. E’ lo stesso sistema immunitario la sola ed unica difesa utile per contrastare la manifestazione di suddetta patologia.
erpes

Mamma Natura a Londra - ProSkin Rosacea - crema per la pelle naturale - Rosacea, acne in adulti - 100 ml (UK Import)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,99€


Come si sviluppa

erpes L’infezione erpetica, segue una triade lineare: l’infezione viene contratta, all’infezione segue una fase di latenza, ed infine si ha la manifestazione della malattia. L’herpes è una malattia da contatto, che si trasmette mediante la saliva nello specifico dell’erpes labiale, e mediante i rapporti sessuali nel caso dell’herpes genitale. Un abbassamento delle difese immunitarie, costituisce la prima possibilità di infezione. Cause collaterali, sono il freddo eccessivo, l’esposizione non protetta ai raggi solari, lo stress, il cibo, i rapporti sessuali, i farmaci. Non esiste una precisa ed esatta correlazione tra l’alimentazione e la recidiva erpetica, ma esiste una correlazione concatenata alla manifestazione della patologia relativa all’assunzione di alcuni alimenti. L’arginina, è una sostanza assolutamente dannosa, poiché tende a influenzare negativamente il palesarsi della patologia erpetica. L’arginina è contenuta nelle noci, nelle mandorle, nelle arachidi e anche nel cioccolato. I soggetti che manifestano redicidività nei confronti di alcune forme erpetiche, devono eliminare suddetti cibi ed alcune bevande alcoliche. Allo stesso modo, il frumento l’avena e il mais, cosi come possono peggiorare la condizione della patologia se essa è già chiaramente manifesta. La lisina invece, a differenza dell’arginina, si presenta come un’alleata del benessere, infatti aiuta ad alleviare la sintomatologia tipica della condizione erpetica. I cibi che contengono lisina, sono le carni bianche e rosse, (dunque manzo e pollame), latte, formaggi e alcuni tipi di pesce.

  • sistema immunitario debole Il corpo umano è soggetto a tantissime infezioni, basta insomma un semplice abbassamento delle proprie difese immunitarie che ci si può ritrovare con qualche patolgoia più o meno grave. Per evitare ch...
  • Manifestazione dell'Herpes Zoster L'Herpes Zoster, o fuoco di Sant'Antonio, entra per la prima volta in contatto con l'organismo sviluppando il virus della varicella, che tende a colpire in età infantile. La pelle si riempie per alcun...
  • Virus dell'Herpes Zoster L'Herpes Zoster è lo stesso virus che provoca la Varicella. Dopo che il bambino o l'adolescente sono stati colpiti dalla malattia esantematica e sono guariti, il virus resta nell'organismo in uno stat...
  • Zovirax in crema Zovirax è un farmaco a base di aciclovir indicato nella terapia contro l'Herpes simplex di cute e mucose, incluso l'Herpes genitalis. È utile anche per ridurre le recidive da Herpes simplex in pazient...

AFTA CLEAR COLLUTTORIO Lenitivo Afte e Lesioni della bocca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,14€


Cause

stress La cura preventiva alimentare, è la prima soluzione di tutela: l’erpes si manifesta in una condizione acuta di stress, nei periodi eccessivamente freddi o caldi, in concomitanza all’influenza, ai sintomi del raffreddamento, alla debolezza fisica, alla depressione, alla mancanza di vitamine. Per contrastare l’insorgere della patologia, è importante assimilare quotidianamente vitamina A, E, C, soprattutto in concomitanza di una sintomatologia come quella relativa all’erpes. All’interno della terapia preventiva, oltre le vitamine, vi sono gli oligoelementi, come il rame, il ferro, lo zinco, il magnesio. La calendula, invece, possiede proprietà lenitive, per cui risulta essere particolarmente indicata per l’applicazione topica diretta. L’erpes, va curato e combattuto con prodotti specifici, con farmaci appositi che combattono il ceppo di virus che ne ha provocato la manifestazione.


L'herpes: Rimedi

crema per erpes Le creme a base di zinco ad esempio, aiutano a ridimensionare l’eruzione cutanea e favoriscono una guarigione maggiormente rapida. I farmaci ideali sono gli immunostimolanti, che rafforzano le difese immunitarie, prevenendo la manifestazione della malattia, ed evitandone la ricomparsa. La tipologia di herpes, tende a modificare anche la tipologia di cura: l’herpes labiale, va curato con un burro di cacao delicato e protettivo, farmaci, creme lenitive. Per l’erpes genitale, si useranno specifici detergenti e pomate, per l’erpes oculare specifici antibiotici e colliri, per l’erpes zoster, alcuni tipi di impacchi. I rimedi naturali che aiutano a contrastare l’insorgenza dell’herpes, sono: l’echinacea, la camomilla, il propoli, il miele, la pappa reale, la melissa, la liquirizia ed il pompelmo. L’echinacea è un immunostimolante e una valida protezione dalle infezioni. La camomilla è un anti infiammante, il propoli contiene bioflavonoidi, che favoriscono la disinfezione e la purificazione della zona interessata. Il pompelmo è un antisettico e contiene vitamina B, la liquirizia, possiede invece proprietà antifungine e antivirali, la melissa è un calmante, che stimola la rilassatezza, concilia il sonno, e distende i nervi. I rimedi naturali, sono fondamentali non sono in via terapeutica, ma anche in via preventiva, poiché aiutano a contrastare l’effetto della recidiva, impedendo alla condizione erpetica di manifestarsi nuovamente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO