consumo calorico

Consumare le calorie

Le calorie, corrispondono all’energia assimilata mediante i cibi quotidianamente e spese per le diverse attività fisiche e mentali. Le calorie, devono rispondere ad uno specifico fabbisogno energetico; nell’eccedenza, esse vanno ad accumulare adipe in eccesso, causando l’aumento di peso corporeo. Per conservare con costanza il proprio peso forma, è necessario assimilare un determinato quantitativo di calorie: suddetto quantitativo deve corrispondere esattamente ad un fabbisogno specifico, che tende a variare da soggetto a soggetto. Il fabbisogno energetico, può essere calcolato in relazione a fattori quali l’età, il sesso, l’altezza, il peso, l’alimentazione, l’attività fisica effettuata. Per effettuare il calcolo delle calorie è necessario fare una netta distinzione tra le calorie consumate a riposo e le calorie consumate a seguito di una determinata attività fisica. Questa specifica distinzione si calcola in base ai seguenti parametri: riposo, inattività, attività leggera, attività moderata, attività pesante. La prima corrisponde al riposo notturno, quando le calorie impiegate nel consumo sono pari a zero, perché si è completamente fermi. L’inattività, corrisponde invece al tempo trascorso in piedi o seduti, consumando un quantitativo minimo di energie. L’attività leggera, corrisponde ad un movimento blando, poco impegnativo, come il passeggiare lentamente. L’attività moderata, corrisponde ad una tipologia di movimento che coinvolge la muscolatura tutta e che favorisce il consumo di diverse calorie. Attività pesante, corrisponde invece ad uno sport effettuato con una certa regolarità. Il calcolo delle calorie, non può essere effettuato ugualmente, ma va eseguito in relazione a determinati parametri tra cui il grado di attività quotidiano. Il calcolo delle calorie, può essere eseguito in relazione all’alimentazione e alla pratica sportiva effettuata. Una corretta e sana alimentazione, rappresenta la base per l’assimilazione delle calorie. I soggetti che desiderano perdere peso, seguono una dieta rigida, che si basa espressamente sul calcolo delle calorie da assimilare. Questo calcolo, ed il numero stesso delle calorie in questione, tende a variare a seconda del soggetto preso in esame, e dunque cambia in relazione ai parametri sopra citati come l’altezza, il peso, l’età, la costituzione, la pratica sportiva.
sport per consumare

Viwel XWatch Smartwatch Sport intelligente Bracciale Supporto Facebook SMS Pedometro consumo calorico cronometro con Bluetooth 4.0 Professional impermeabile ultra lungo standby LED Display con retroilluminazione per iOS / Android Arrampicata libera, arrampicarsi, Correre, all'aperto, le vacanze nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,55€


Gli sport e il consumo calorico

mangiare sano L’alimentazione dovrà basarsi su cibi leggeri, poco grassi e zuccherosi: il riferimento classico è quello della piramide alimentare, che pone alla base i cibi considerati indispensabili al naturale fabbisogno giornaliero, e salendo verso il vertice, l’importanza dei cibi stessi tende a diminuire notevolmente. Lo sport, è la metodologia migliore per realizzare una perdita di calorie. Le discipline sportive, sono tutte uguali, per cui, comportano una differenziazione sul piano della perdita. La pesistica ad esempio, soprattutto se effettuata da soggetti fuori allenamento, non comporta una gran perdita di calorie. Lo stesso discorso vale per il ciclismo. La pratica di questo sport, andrebbe effettuata in primis con estrema costanza, con cadenza regolare e ad una certa velocità; è necessario dunque conservare un certo allenamento nel corso del tempo, affinchè si riescano a percorre buone distanze, in un tempo relativamente breve. L’ostacolo, è generalmente il mezzo, che non coinvolge pienamente e totalmente la muscolatura. La corsa, ha un valore di consumo calorico parecchio superiore rispetto al ciclismo, ma vanno comunque considerati dei fattori specifici come l’età, l’alimentazione, i chilometri percorsi, e la velocità. Anche in questo caso, le calorie bruciate saranno maggiori, quanto maggiore sarà la velocità e la distanza compiute. Il nuoto, è lo sport che maggiormente comporta la perdita di calorie: in linea di massima, un chilometro di nuoto equivale a cinque chilometri di corsa, per cui, risulta tra tutti gli sport, il maggiormente indicato per la perdita di calorie e per snellire la figura. In acqua, i fattori di ostacolo sono numerosi: l’acqua, è decisamente più pesante rispetto all’aria, per cui il movimento di avanzamento diventa certamente più faticoso. Inoltre la spinta per andare avanti, e la tecnica utilizzata, sono fattori che comportano una serie di problematiche nel nuoto in sé, e quindi nelle calorie. Dorso e farfalla, sono gli stili che consentano di consumare un numero di calorie maggiori rispetto allo stile libero e alla rana ad esempio. Il calcio, è considerato uno sport altalenante in relazione alle calorie impiegate. Si effettuano movimenti aerobici ed anaerobici, che comportano una serie di avanzamento e rallentamenti. Il movimento non è costante, non è continuato, anche sul piano del tempo. Le calorie impiegate sono circa mille. Gli sport maggiormente impegnativi, sono quelli che richiedono un movimento continuo. Le calorie, vengono dunque calcolate in relazione al tempo dell’attività e al movimento, oltre che in relazione all’alimentazione che deve sempre essere adeguata e bilanciata.


    VOSMEP XWatch Smartwatch Sport intelligente Bracciale Supporto Facebook SMS Pedometro consumo calorico cronometro con Bluetooth 4.0 Professional impermeabile ultra lungo standby LED Display con retroilluminazione per iOS / Android Arrampicata libera, arrampicarsi, Correre, all'aperto, le vacanze rosso SM049

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,99€




    COMMENTI SULL' ARTICOLO