Durata scarpe running

Durata scarpe da running

La durata scarpe da running è un parametro importante di cui tenere conto al momento dell'acquisto. La durata dipende anche dalla morbidezza dei materiali di produzione della suola, che viene indicata con la lettera A, seguita da un numero progressivo, da 1 a 4. La durata scarpe da running A1 va da 150 a 300 km; per le scarpe A2 si va da 250 a 500 km; per le scarpe A3 o A4 si va da 500 a 1.000 km. Maggiore è il peso dell'atleta che utilizza le scarpe e maggiore sarà la probabilità che la durata scarpe da running si avvicini alla cifra minima indicata precedentemente. In linea teorica non esistono in commercio delle scarpe che possano essere utilizzate per più di 1.000 km. Ci sono poi una serie di fattori che diminuiscono tale durata, tra cui l'abitudine a correre su terreni molto sconnessi o l'appoggio scorretto del piede, che può rovinare la tomaia e i rinforzi in zone non predisposte ad un utilizzo intenso. A tal proposito è importante verificare il tipo di appoggio con cui le scarpe da running sono state progettate in modo da stabilire se è il più adatto alle proprie esigenze. La scelta delle scarpe da acquistare si effettua dopo aver stabilito il proprio stile di corsa.
Scarpe da running

MFORSHOP scarpe donna sandali eco scamosciata tacco alto plateau cinturino B71 (37, Bluette)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


Cosa può aumentare la durata delle scarpe da running

Scarpa da corsa La durata delle scarpe da running è molto condizionata dai materiali utilizzati per la loro produzione: più alta è la qualità dei materiali, maggiore sarà la durata delle scarpe. Ci sono comunque alcune tipologie di scarpe appositamente progettate per non superare una certa durata, in genere inferiore ai 500 km. Il runner che pratica la corsa molto spesso tende a preferire scarpe che non abbiano una durata eccessiva, questo perché comunque ci sono alcune parti, senza considerare la suola e i rinforzi, che tendono con il tempo a deteriorarsi. Ad esempio la parte anteriore della tomaia o la zona dietro il tallone. Chi tende ad usurare in modo eccessivo queste parti può rovinare un paio di scarpe in pochi mesi, cosa che gli impedirà di utilizzarle per percorrere distanze molto lunghe. Conviene quindi scegliere, in queste situazioni, una scarpa che possa durare per almeno 300-500 km, terminati i quali bisognerà provvedere a sostituirla.

  • Professionisti in corsa I plantari da running sono delle solette da inserire nelle scarpe da corsa, ed aiutano ad assorbire l'impatto di ogni falcata. La corsa infatti sottopone sia il piede che tutto il corpo a continue sol...
  • Ragazza che corre Non tutti lo sanno, ma, correndo, i runner appoggiano il piede in maniera diversa l'uno dall'altro. L'appoggio del piede è determinato da alcune caratteristiche fisiche, come la struttura muscolare, o...

Scarpe donna cerimonia G. VENTURI sandalo blu e fascia con strass N.38 X3294

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,16€
(Risparmi 21,24€)


Fattori che rovinano le scarpe da running

Corsa campestre Ci sono diversi fattori che portano a rovinare ulteriormente e a diminuire la durata scarpe da running, in tempi anche molto brevi. Il principale è il peso del soggetto che le indossa. La durata massima di una scarpa da running è calcolata per un soggetto normopeso; quindi per un corridore alto circa 180 cm, il peso giusto dovrebbe essere inferiore ai 70-80 kg. Un indice di massa corporea superiore a 20 può diminuire la durata, in km, delle scarpe da running di circa il 20%. Maggiore è il sovrappeso e minore sarà la durata della scarpa. Le persone obese, o particolarmente in sovrappeso che intendono praticare la corsa per dimagrire dovrebbero acquistare scarpe che abbiano una durata superiore ai 500 km, per evitare di doverle sostituire spesso. Oltre a questo fattore le scarpe possono avere una vita minore a causa del clima sfavorevole oppure dei lavaggi frequenti necessari per pulire le scarpe. Ad esempio chi pratica corsa campestre tende a sporcare molto la tomaia, che dovrà essere lavata dopo ogni utilizzo, con conseguente deterioramento dei materiali.


Durata scarpe running: La scelta delle scarpe da corsa

Corsa campestre Quando si acquistano delle buone scarpe da corsa si dovrebbero considerare una serie di parametri importanti che riguardano le personali preferenze di corsa e le caratteristiche fisiche del singolo soggetto. Per questo motivo non è sempre necessario selezionare i modelli osservando esclusivamente la durata scarpe da running: si deve tenere conto dell'uso che se ne intende effettuare. Le scarpe rovinate non andrebbero invece mai utilizzate. Questo perché una tomaia usurata può non contenere correttamente il piede, portando ad aumentare il rischio di incidenti, anche gravi. La suola e i supporti rovinati e usurati invece non sorreggono correttamente il piede e non permettono di avere una corretta ammortizzazione. Questo si traduce in continui e regolari microtraumi sul piede, sulle articolazioni del ginocchio e della caviglia. A lungo andare si può arrivare a soffrire di particolari problematiche, dovute appunto alle scarpe ormai eccessivamente logore .



COMMENTI SULL' ARTICOLO