igiene nonato

Igiene neonato

Un bambino appena nato, necessita di numerose cure e attenzioni. L’igiene del neonato, inizia subito dopo il parto: la pulizia del corpo, va effettuata con acqua e detergenti neutri, senza toccare la ferita del cordone ombelicale, ancora aperta. La detersione interessa tutto il corpo, e va effettuata con acqua tiepida, e delle piccole spugne morbide, con le quali si potranno carezzare le zone più delicate. Il tralcio ombelicale, non va bagnato, perché la sutura definitiva della ferita, la si ha con l’essicazione del tralcio stesso. Solitamente, il pancino va coperto per proteggere specificatamente l’ombelico, con piccole garze sterili, che ne favoriscano la protezione. L’ombelico stesso, va disinfettato fino ad essiccazione completa, con delle garze sterili e dei prodotti antisettici molto delicati. Con le forme di tutela adeguate, il tralcio ombelicale, tende a seccarsi in circa quindici/venti giorni. L’igiene del neonato, va effettuata continuamente, con il bagnetto, preferibilmente al tramonto, quando la detersione del corpo, tende a favorire il riposo. La temperatura dell’acqua, deve superare i trentacinque gradi, mentre quella dell’aria, deve raggiungere uno standard di venticinque. L’ambiente in cui viene deterso il corpo del bambino, deve essere profumato ed accogliente. Il bambino va necessariamente lavato in una vaschetta apposita, comoda ed ergonomica, che sia principalmente confortevole per il neonato, ma anche maneggevole per l’adulto che si accinge a manipolare non solo il corpo dell’infante, ma anche diversi oggetti adatti alla detersione. Il bambino, va sostenuto con il braccio sinistro, immerso completamente nell’acqua con il capo in appoggio sull’avambraccio dell’adulto. Questa posizione, favorisce il rilassamento del bambino, che si sente protetto e coccolato, in un momento cosi intimo e delicato, durante il quale, si crea un contatto diretto con l’adulto. La comunicazione ha una valenza importantissima: durante il processo di detersione e pulizia, il bambino va accarezzato, coccolato; tenerezze e dolcezze, parole, canzoni, lo aiutano a sentirsi al sicuro. In questo modo inoltre, viene effettuata un associazione da parte dell’infante, tra il momento del bagnetto e una serie di tenerezze che l’adulto gli garantisce. Il corpo del neonato, va lavato con acqua tiepido-calda, e insaponato con prodotti estremamente delicati; il prodotto maggiormente utilizzato per il bagnetto dei neonati è l’avena, una sostanza rinfrescante ed antisettica, molto delicata e profumata, che rende la pelle morbida ed idratata.
igiene piedi

Imetec Bellissima Face Cleansing Spazzola per Pulizia Viso, Deterge ed Esfolia la Pelle del Viso, 5 Testine Intercambiabili per un Trattamento Personalizzato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,8€
(Risparmi 26,19€)


igiene nonato: Igiene del corpo

neonato igiene completa Dopo il bagnetto, il neonato va avvolto in un asciugamano morbido e tamponato delicatamente; sul corpo asciutto, ed in particolare sui genitali, è importante applicare una crema idratante che allevi possibili irritazioni nelle parti intime. Sul corpo, oltre ad una crema idratante, si possono applicare creme lenitive, o anche olii essenziali, con un lieve massaggio. L’applicazione della crema, rappresenta per il neonato un momento di relax e tenerezza, oltre che una protezione per la pelle delicata. Di norma, è preferibile non utilizzare creme profumate, che potrebbero provocare problematiche epidermiche quali irritazioni e dermatiti, o anche problematiche sul piano respiratorio. Il borotalco, non va applicato in quantità eccessive, onde evitare che il neonato lo respiri. Per l’igiene del capo del neonato, è consigliabile l’utilizzo di prodotti specifici, come oli o unguenti estremamente delicati; la testa va massaggiata con molta cura ed attenzione, cercando di rimuovere le piccole crosticine da latte, che tendono a formarsi nei primi tre mesi di vita del neonato. I capelli, vanno pettinati si, ma con le mani o con una piccola spazzola morbida. Lo shampoo classico, va utilizzato dopo i tre o quattro mesi, quando la cute del cranio è meno sensibile e delicata. Per rimuovere le secrezioni di orecchie, naso ed occhi, è necessario prestare molta attenzione e cura, utilizzando gli strumenti giusti. Per il naso, è consigliabile l’utilizzo di una soluzione fisiologica, che inserita nelle narici, tende a provocare uno starnuto che favorisce l’eliminazione di eventuali muchi. Per le orecchie, va utilizzata una garza sterile imbevuta di acqua: con le dita, senza forzare o effettuare pressioni, si dovrà pulire solo il padiglione auricolare; gli occhi, vanno puliti con del cotone idrofilo e dell’acqua tiepida, facendo molta attenzione alle reazioni palpebrali del neonato. Le unghie, anche se piccole, vanno tagliate regolarmente con una forbicina, dopo il bagnetto, affinchè tendano ad ammorbidirsi e siano facilmente malleabili alle recisione: tagliarle è necessario affinchè il bambino non si graffi in viso, e non accumuli al di sotto della lingua ungueale, residui di sporco. I genitali, vanno lavati tutte le volte che viene cambiato il pannolino, affinchè i residui di urine e feci, non irritino le zone intime del neonato. Il lavaggio va sempre effettuato con acqua tiepida e del sapone neutro, non profumato e non irritante. Per i maschietti, è bene pulire anche la zona peri genitale.


    Pulizia Viso USpicy Set Spazzola Viso Elettrica per la Pulizia e Massaggio, Restringe I Pori, Riduce I Punti Neri, Migliora La Tonicità della Pelle (4 Apposite Testine, Livello di Impermeabilità IPX5, 2 Velocità, Adatto a Tutti I Tipi di Pelle)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€
    (Risparmi 13€)



    COMMENTI SULL' ARTICOLO