Dieta del sondino

La dieta del sondino, cos'è

La dieta del sondino è un sistema di dimagrimento conosciuto come NEC, ovvero nutrizione enterale chetogena che consente di perdere peso assumendo pochissime proteine e sostanzialmente digiunando. Questa tecnica di calo ponderale del peso fu ideata da Gianfranco Cappello, professore e nutrizionista del policlinico Umberto I di Roma e consiste nell'applicazione di un sondino nasogastrico attraverso il quale si alimentano i pazienti. Con la somministrazione naso-enterale al soggetto a dieta si trasferisce un liquido composto da amminoacidi, acqua e sale. Il sondino è realizzato con una pompetta elettrica mediante la quale la soluzione salina viene infusa nel naso. Durante il trattamento i pazienti non possono ingerire cibi solidi ma soltanto acqua, vitamine, sali minerali o integratori alimentari e sono anche costretti a prendere farmaci gastro-protettivi per proteggere la mucosa gastrica sottoposta allo stress di questo regime alimentare davvero molto estremo. La dieta del sondino si fa soltanto sotto stretto controllo medico.
Con la dieta del sondino perdi peso

Hyper Vegan Protein Proteine Vegane da Fonti Vegetali Rilascio Graduale, Gusto Vaniglia gr750 - 1 Flacone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19€
(Risparmi 8€)


La dieta del sondino, come si fa

Un sondino nasogastrico La dieta del sondino può essere seguita soltanto se vi rivolgete ad un medico specializzato che vi applicherà il sondino nasogastrico e vi fornirà la soluzione attraverso la quale vi alimenterete. L'applicazione del sondino è una procedura standard ma abbastanza invasiva: la strumentazione viene fissata al naso e poi in una borsetta che dovrete portare sempre con voi all'interno della quale ci sono le sacche alimentari. Il ciclo dura minimo una settimana, al massimo due settimane. Al termine della prima fase della dieta del sondino, va obbligatoriamente sospesa la nutrizione enterale chetogenica: durante la pausa che dovrà essere di almeno dieci giorni si tornerà ad alimentarsi con cibi solidi, sempre sotto stretta osservazione del medico e del nutrizionista. Secondo le stime della comunità scientifica, grazie alla dieta del sondino si perde fino all'1% della massa corporea al giorno: in pratica chi pesa 100 chilogrammi, può liberarsi di un chilogrammo al giorno. Ma la perdita di peso comprende sia grasso, sia adipe, sia massa muscolare.

  • pancia piatta Ognuno di noi, da sempre, sogna di avere un corpo tonico e asciutto, senza inestetismi, adiposità, o chili di troppo. La moda propone quotidianamente all’immaginario collettivo corpi perfetti, sodi, q...
  • gambe Le gambe snelle, toniche e sode sono il desiderio di tutte le donne, ma purtroppo non tutte hanno un bel paio di gambe da modelle, da poter sfoggiare. Gran parte dell’universo femminile, sogna per una...
  • fianchi I fianchi sono una parte del corpo ricca di simbolismo. Sin dall’antichità i fianchi, in una donna, simboleggiavano la fertilità della Madre Terra che dà nutrimento e dunque rinnovamento e vita. I fia...
  • In vista dell’estate, si avverte l’esigenza di migliorare il proprio aspetto fisico. L’adipe, accumulato sull’addome sui fianchi e sui glutei, non è altro che il nemico da sconfiggere, in un tempo bre...

Hyper Proteine Vegane da Fonti Vegetali Rilascio Graduale, Gusto Cacao, gr 750 - 1 Flacone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,02€
(Risparmi 1,98€)


La dieta del sondino, vantaggi

Si perdono fino a 10 chili I vantaggi della nutrizione enterale chetogenica attraverso la dieta del sondino sono immediati, intuitivi e garantiti praticamente a tutti i soggetti che si sottopongono a questo trattamento medico. Se durante la settimana di dieta del sondino vi attenete alle regole non assumendo cibi e limitandovi alla soluzione salina, perderete fino all'1% di massa corporea al giorno: in pratica, se pesate 100 chilogrammi, perderete sette chili in sette giorni. Se il vostro fisico ve lo consente, potrete prolungare la procedura per due settimane di fila prima dell'obbligatoria sospensione della procedura, riuscendo ad ottenere un notevole e consistente dimagrimento. Inoltre digiunare riduce l'appetito e il senso di fame, per cui quando tornerete all'alimentazione tradizionale mangerete comunque di meno perché sarete abituati ad assumere poche calorie. Con il sondino, potrete continuare a svolgere le vostre attività quotidiane come il lavoro, lo sport, le uscite con gli amici: basterà fare un po' di attenzione a non danneggiare lo strumento.


Dieta del sondino: Gli svantaggi

Effetti collaterali Visto che si tratta di una nutrizione enterale chetogenica che si basa sul digiuno forzato, la dieta del sondino comporta tantissimi svantaggi, sia a livello fisico, sia a livello emotivo. Effetti collaterali di una terapia con il sondino abbastanza comuni sono la disidratazione o la diarrea, il dolore addominale con presenza di crampi prolungati allo stomaco, possono comparire febbri, nausea e vomito. Durante i primi giorni il cuore deve adattarsi al regime, per cui potreste andare incontro ad una sudorazione eccessiva, ad un aumento della tensione e della pressione arteriosa, anche alla tachicardia. Sul fisico, il dimagrimento si traduce in perdita di adipe ma soprattutto della massa muscolare, attenzione dunque a non esagerare. Dal punto di vista emotivo, sottoporsi a questo trattamento privativo richiede forza d'animo e rinunce intense alla vita sociale. Per aiutarvi durante la dieta del sondino, bevete molto, assumete vitamine e fatevi controllare regolarmente lo stato di salute da un professionista medico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO