Arnica montana

Caratteristiche e proprietà curative dell'arnica montana

L'arnica montana cresce prevalentemente nelle regioni montuose, in terreni poveri e con proprietà acide, tradizionalmente utilizzata in medicina per il trattamento delle infiammazioni, dei traumi e delle infezioni locali. L'arnica è una delle più antiche piante medicinali menzionate sui libri, si trovano descrizioni delle sue proprietà terapeutiche nei trattati di medicina dell'antica Grecia, e tutto fa supporre che sia stata utilizzata anche in epoca preistorica. Questa popolarità tra i vari medici e terapisti, ha permesso all'arnica montana di essere considerata, in tutta la storia della medicina, l'erba più comunemente usata per il trattamento dei traumi. Ricca di principi antinfiammatori e antalgici, oggigiorno l'arnica è utilizzata dall'industria farmaceutica per la fabbricazione di unguenti e pomate, prescritte nella medicina dello sport per la cura di lesioni di vario tipo.
Fiore arnica montana

Arnica 35 – LA PIù CONCENTRATA- Crema Gel all'Arnica concentrata al 35% - ELIMINA EMATOMI, GONFIORI E DOLORI MUSCOLARI - 50 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Creme, oli e gel antidolorifici all'arnica

Olio arnica I benefici dell'arnica montana sono basati sulle sue proprietà antinfiammatorie, decongestionanti e astringenti. I medicamenti a base di arnica sono stati utilizzati nel tempo per trattare problemi di vario genere, ma viene consigliato preferibilmente il loro uso esterno, per evitare rischi a causa della relativa tossicità dell'arnica stessa e l'uso interno è consigliato solo per trattamenti con formule omeopatiche. Creme, oli e gel preparati con l'arnica montana trovano largo impiego per ridurre significativamente il dolore in caso di contusioni e prevenire i relativi ematomi, aiutano ad alleviare i dolori muscolari e prevenire l'infiammazione dopo lacerazioni e distorsioni, garantiscono ottimi risultati nel trattamento contro il dolore e l'infiammazione nell'artrite reumatoide.

  • fiore arnica L’acne è una patologia della pelle che si manifesta con la comparsa di comedoni e foruncoli di natura purulenta. I punti del corpo maggiormente interessati da questo inestetismo sono la schiena ed il ...
  • Contusione con ematoma al ginocchio Con il termine contusione si indica un'importante varietà di lesioni che si generano da traumi diretti. Essa differisce nettamente dalla ferita perché non è abbastanza forte da provocare discontinuità...
  • omeopatia Sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni l'omeopatia. C'è chi insomma per motivi religiosi o semplicemente per idee strettamente personali inizia a curarsi con i vari infusi di erbe che garant...
  • cure naturali Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la cura di molte patologie in modo estremamente naturale. E' risaputo come i medicinali tradizionali possano non poco avere delle controindicazioni imp...

BIO POMATA ARNICA MONTANA 30% 100ml - AZIONE ANALGESICA CALMANTE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Il successo dei prodotti omeopatici a base di arnica

Prodotti omeopatici L'arnica montana cresce ad altitudini fino a 2.800 m, raggiungendo un'altezza da 20 a 60 cm, con poche foglie e un luminoso fiore giallo, molto aromatico. La medicina omeopatica utilizza gli stimoli dell'arnica montana per curare traumi e lesioni di tutti i tipi e anche per trattare problemi di esaurimento sia fisico che mentale. Molti chirurghi plastici sfruttano i preparati omeopatici a base di arnica per ridurre con successo i lividi dopo l'intervento di chirurgia estetica. Gli studi non hanno ancora giustificato scientificamente le proprietà dell'arnica, limitandosi ad appurare che le piante sono ricche di inulina, un composto intermedio tra amido e zucchero, e di manganese e selenio, potenti antiossidanti. Il manganese è essenziale per le ossa in quanto influenza i livelli di ferro, magnesio e calcio.


Arnica montana: Preparazione della tintura madre

Tintura madre La tintura è un ottimo modo per preservare le proprietà dell'arnica montana, trasformandola in un liquido ottenuto con l'estrazione dei suoi principi per mezzo di solventi alcolici. Per una preparazione casalinga di una tintura, ad uso esterno, procurarsi un vaso di vetro da 200 cl con chiusura ermetica, introdurre 20 gr di fiori secchi di arnica e 150 cl di alcol a 90°C. Chiudere il vaso e lasciare macerare per 15 giorni, provvedendo ad agitare il contenuto almeno una volta al giorno. Filtrare per estrarre tutto il liquido, anche quanto è stato assorbito dai fiori, conservare la tintura ottenuta in un contenitore di vetro scuro ed etichettarlo specificando la data e il contenuto. Conservare in un luogo lontano da fonti di calore e di luce ed utilizzare la tintura diluita, in proporzione 1 a 5 con acqua sterilizzata, per curare contusioni, lividi e ferite.



COMMENTI SULL' ARTICOLO