ginco biloba

Cure naturali

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la cura di molte patologie in modo estremamente naturale. E' risaputo come i medicinali tradizionali possano non poco avere delle controindicazioni importanti, insomma curando il problema si rischia però di dover patire altro tipo di sofferenze. Molto spesso ad esempio quando abbiamo mal di testa e facciamo uso della solita pillola, può capitare poi di patire di forte bruciore allo stomaco. Proprio per questo il campo della medicina si è espanso in vari settori, cercando soprattutto di dare sviluppo a quelle sostanze curative e nutritive che la stessa natura ci ha donato. Come insomma facevano i nostri antenati, anche quest'oggi la medicina alternativa vuole puntare sugli elementi naturali per curare determinate patologie. Il concetto sembra essere più che chiaro e questa può definirsi la regola principale dell'omeopatia. Tale disciplina medica, se così la possiamo definire, ha sempre avuto dei forti contrasti con la medicina tradizionale. Molti medici e scienziati vari non hanno mai appoggiato questa pratica omeopatica perché convinti che tale efficacia sia in realtà relativa e possa rischiare quindi di illudere i vari pazienti. Ovviamente il contrasto tra medicina tradizionale ed omeopatia ha radici molto più profonde e non servirebbero milioni di parole per spiegarlo.
cure naturali

Ginkgo Organic - Box 200 compresse di 400 mg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Omeopatia

omeopatia Sta di fatto che se molte persone non credono assolutamente all'efficacia della disciplina curativa dell'omeopatia, dall'altro lato c'è chi invece appoggia fermamente questo tipo di medicina alternativa e ci sono molte testimonianze di persone che hanno tratto molto giovamento salutare proprio dall'omeopatia. Ecco che quindi tale disciplina medica sta sempre più diffondendosi in tutto il mondo, ormai sono tantissime le persone che vogliono curarsi in modo naturale perché convinte che in questo modo a giovarne ne sia proprio la loro salute. Le erboristerie sono sempre più luoghi dove poter trovare qualsiasi tipo di cura naturale per qualsiasi tipo di problema fisico. In questo caso è piuttosto evidente come parliamo di malattie che siano non terminali, quindi curabili senza alcun approccio medico aggressivo. E' soprattutto dall'oriente che questa cultura dell'omeopatia si è poi sviluppata in tutto il mondo. Proprio dall'oriente arriva una pianta che ha effetti curativi davvero molto importanti e che non riguardano esclusivamente una sola malattia.


  • omeopatia Sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni l'omeopatia. C'è chi insomma per motivi religiosi o semplicemente per idee strettamente personali inizia a curarsi con i vari infusi di erbe che garant...
  • Attacchi panico Gli attacchi di panico sono patologie psichiatriche catalogate dagli esperti come disturbi generali di ansia e colpiscono indifferentemente bambini, anziani, adulti e adolescenti. Si stima che in Ital...
  • Fiore arnica montana L'arnica montana cresce prevalentemente nelle regioni montuose, in terreni poveri e con proprietà acide, tradizionalmente utilizzata in medicina per il trattamento delle infiammazioni, dei traumi e de...
  • Medicina olistica antistress Capire l'origine del malessere della persona è, nella medicina olistica, il primo passo verso la guarigione. Stress, squilibri energetici e preoccupazioni sono spesso fattori scatenanti di malattie e ...

Lindens Ginkgo Biloba 6000mg Tablets | 100 Pack | High strength | Convenient one-a-day tablet

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,52€


Ginco biloba

In effetti bisogna sottolineare come queste cure omeopatiche, quindi i vari estratti naturali, non si limitino a curare solo un determinato problema di salute, ma una stessa pianta può ad esempio essere utile per risolvere anche altri tipi di patologie. Questo è il caso anche del ginco biloba, pianta antichissima che si è sviluppata principalmente in oriente circa duecento milioni di anni fa, è una quindi delle più antiche che esistano sul nostro pianeta e anche una delle più longeve, basti pensare che può vivere anche più di mille anni. Oggi giorno il ginco biloba lo si trova anche nelle zone temperate d'Europa e le sue proprietà fitoterapiche sono davvero molteplici. Queste le si conoscevano già da tempo proprio in oriente, ma solo negli ultimi anni sono state apprezzate anche in altre parti del mondo. Le parti terapeutiche del ginco biloba si trovano principalmente nelle foglie, sono queste che contegnono i principi attivi più importanti. Vediamo nel dettaglio quali sono: flavonoidi, biflavonoidi, catechine, proantocianidine e derivati terpenici.


I principi curativi del ginco biloba

I più importanti sono proprio i flavonoidi, questi infatti hanno un notevole ed efficace potere anti-ossidante, come tali permettono di combattere e praticamente eliminare i radicali liberi che sono i principali artefici dell'invecchiamento dell'organismo. I radicali liberi si presentano ancor di più soprattutto durante uno stile di vita non proprio salutare, accompagnato poi dall'inquinamento, in questo modo accelerano notevolmente proprio l'invecchiamento cellulare e possono anche dar vita ad alcune forme tumorali. Il ginco biloba, oltre quindi ad evitare l'invecchiamento cellulare, garantisce un rafforzamento dell'intera rete capillare, contrastando in questo modo la formazione di cellulite, vene varicose e i vari problemi di ritenzione idrica. Grazie proprio ai flavonoidi il ginco biloba riesce quindi ad aumentare la circolazione sanguigna soprattutto a livello cerebrale perché migliora notevolmente le capacità mentali, non è un caso che il ginco biloba sia consigliato per gli anziani che rischiano la demenza senile o l'Alzheimer. Si migliorano in questo modo notevolmente le abilità cognitive, inoltre negli ultimi anni gli estratti di ginco biloba sono stati utilizzati anche per combattere patologie legate alla depressione, all'emicrania e anche problemi dell'apparato bronco-polmonare. Il potere del ginco biloba è quindi davvero imponente, ma è sconsigliato utilizzarlo durante la gravidanza, l'allattamento, nei bambini e si è sottoposti ad un intervento chirurgico. E' facilmente acquistabile in erboristeria o in farmacia e solitamente la cura consiste in una dose di 150 mg al giorno per due mesi. Un sovradosaggio può causare principalmente diarrea e mal di testa.




COMMENTI SULL' ARTICOLO