Ibuprofene

Quando prendere l'ibuprofene

L’ibuprofene è un medicinale usato per alleviare i sintomi di alcune malattie, come l'influenza e il raffreddore. La sua composizione ha permesso la sua diffusione, poiché considerato un farmaco ben tollerato e che permette di eliminare velocemente dolore e febbre. È possibile acquistarlo senza prescrizione medica sia in farmacia che in para-farmacie. È consigliato per ridurre la febbre e i dolori che possono derivare da infiammazioni nei tratti respiratori alti come orecchie e naso e quelli bassi come gola e bronchi. Viene prescritto anche per alleviare i sintomi premestruali, ma anche per non sentire il mal di denti e quelli articolari, come l'artrite e l'osteoartrite. Nello stato liquido risulta facile per i pediatri prescriverlo come medicinale per curare i sintomi del raffreddore nei bambini molto piccoli.
Pillole di ibuprofene

BOSWELLIA * 300 mg / 90 capsule * Antinfiammatorio, immune (allergie) * 100% soddisfatti o rimborsati * Fabbricato in Francia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€
(Risparmi 4€)


Quanto ibuprofene assumere

Ibuprofene in capsule L'ibuprofene deve essere dosato per evitare un sovra dosaggio del medicinale. Non deve essere assolutamente superato il limite di 1800 mg. Questo dosaggio deve essere suddiviso in tre somministrazioni. Il farmaco è presente sotto forma di pillole, compresse, bustine e sciroppo per i bambini più piccoli. Per questi ultimi la quantità di medicinale da assumere è determinata dal pediatra in relazione al peso del bambino. Secondo l'indicazione della casa farmaceutica è necessario che il principio attivo sia assunto a stomaco pieno, per evitare problemi a carico della mucosa nello stomaco. Nel caso che si assuma il farmaco per curare il mal di testa è necessario fare uno strappo alla regola e prenderlo a stomaco vuoto, lo scopo è quello di facilitare il rapido assorbimento dell'eccipiente per far passare rapidamente il malanno.

  • I cortisonici hanno la stessa struttura del cortisolo Gli antinfiammatori steroidei, noti anche come corticosteroidi o cortisonici, sono farmaci con struttura molecolare molto simile al cortisolo, un ormone sintetizzato dalle ghiandole surrenali. Riprodu...

Curcumina 95 con piperina | 3 tipi di curcuminoidi | Antiossidante naturale | Vegan | Senza glutine | Senza additivi | Senza OGM | 90 VegeCaps

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,95€


Controindicazioni nell'assunzione dell'ibuprofene

Ibuprofene compresse L'ibuprofene ha delle controindicazioni. Innanzitutto è necessario capire la tolleranza del malato ai principi attivi contenuti nel farmaco. L'assunzione deve essere sempre valutata con la consulenza di un medico che conosca la storia pregressa. Essendo un farmaco non steroideo, è necessario capire in caso di manifestazione allergica se si è sensibili a tutti i farmaci della famiglia FANS o solo al'ibuprofene. Non deve essere assunto prima o dopo interventi di chirurgia cardiaca, poiché influisce sulla circolazione vascolare. Anche in gravidanza e nella fase dell'allattamento è da evitare, poiché potrebbe esserci un passaggio al bambino. In presenza di malattie intestinali, di ulcere, insufficienze renali, epatiche e respiratorie, l'assunzione deve essere interrotta immediatamente ed è necessario rivolgersi al medico


Ibuprofene: Effetti collaterali nell'assunzione dell'ibuprofene

Ibuprofene Esistono degli effetti collaterali nell'assunzione dell'ibuprofene. Questi si presentano all'aumentare del dosaggio e sono comuni a quelli che si creano con altri medicinali, come gli analgesici, gli antipiretici e gli antinfiammatori. In genere chi è allergico all'aspirina è anche sensibile a questo farmaco. L'allergia si traduce in prurito, orticaria, shock, rossore, vescicole, eruzione cutanea e asma. È possibile anche che si verifichino delle ulcere intestinali o gastriti. Questo genere di sintomi insorgono in oggetti con età superiore ai 60 anni e che hanno già una storia pregressa di sanguinamento interno. È possibile che soffrano di questo problemi i fumatori e chi consuma abitualmente alcolici. La sensibilità al farmaco si presenta anche nel caso si assumano dosi maggiori di quelle prescritte.



COMMENTI SULL' ARTICOLO