La sesta malattia

Cos'è la sesta malattia?

La sesta malattia è una patologia esantematica, ovvero si manifesta con un esantema o eruzione cutanea. Colpisce prevalentemente i bambini di età compresa tra i 6 e i 24 mesi. Quelli di età inferiore, infatti, sono protetti dagli anticorpi trasmessi dalla madre attraverso la placenta. In casi più rari anche gli adulti possono rimanerne contagiati ma in questo caso i sintomi sono più lievi. É causata da un'infezione virale dovuta a due virus piuttosto comuni e simili tra loro: gli herpes virus di tipo 6 e 7. Poichè i virus che la causano sono due, è possibile venire colpiti dalla sesta malattia per due volte durante la vita, ma si tratta di un caso molto raro. É una patologia altamente contagiosa, che si trasmette attraverso le gocce di saliva o di muco provenienti da un paziente infetto.
Bimbo con eruzione cutanea

Focus Supplements caffeina 100 mg/L-teanina 250 mg miscela produttività | Capsule vegetariane - Prodotta nel Regno Unito in strutture certificate ISO (1 Flacone)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
(Risparmi 6€)


Quali sono i sintomi?

Viso bimbo con sesta malattia La sesta malattia si sviluppa in tre fasi. La prima di queste è l'incubazione che ha una durata variabile dai 5 giorni alle 2 settimane. Durante questa fase il paziente è contagiato ma non manifesta ancora nessun sintomo visibile. La seconda fase è quella pre-esantematica, in cui i pazienti colpiti presentano di solito una leggera infezione alle vie respiratorie accompagnata da febbre alta che può raggiungere anche i 40° e che dura al massimo fino a una settimana. Negli adulti, invece, la febbre è più lieve se non assente. In questa fase, inoltre, possono manifestarsi anche raffreddore, congiuntivite, diarrea, vomito, inappetenza, una forte irritabilità e nervosismo. Quando la febbre sparisce si entra nella fase esantematica, caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione cutanea su tutto il corpo. Questa fase dura al massimo 48 ore e non dà prurito.

  • Scarlattina adulti allo stadio iniziale La scarlattina adulti è molto rara, di conseguenza difficilmente ad un controllo medico è riconosciuta. I sintomi sono simili a quelli di altre malattie. Il problema nasce quando le cure prescritte no...

Tocoss(TM) Nuovo allarme Anti-sonno Unit¨¤ Driver Alert Awake conducente Allarme Gadget Truck strumento di vendita calda assonnato ricordo fresco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,27€


La terapia

Termometro per febbre I sintomi con cui si manifesta la sesta malattia sono molto simili a quelli di altre patologie esantematiche, come la rosolia e il morbillo. Per questo motivo a volte viene confusa con esse e può diventare difficile diagnosticarla. Una volta individuata vengono somministrati esclusivamente medicinali antifebbrili, mentre gli antibiotici non servono poichè non è una malattia di origine batterica. L'eruzione cutanea sparisce dopo circa due giorni. Il decorso normale della sesta malattia dura una settimana, durante la quale si interviene per abbassare la febbre, anche con impacchi di ghiaccio per dare sollievo al paziente. Nel caso in cui la febbre rimanga alta, o il bambino si rifiuti di bere si consiglia di chiamare il medico. Attualmente i medici non sono a conoscenza di eventuali metodi di prevenzione.


La sesta malattia: Le altre malattie esantematiche

Braccio di bimbo malato Come abbiamo detto, le malattie esantematiche si manifestano con febbre alta e un rush cutaneo di macchioline rosse di durata variabile. Sebbene, almeno all'inizio, sia facile confonderle, ci sono comunque differenze tra l'una e le altre. La scarlattina, ad esempio, ha origine batterica e quindi viene curata con antibiotici, mentre per il morbillo è previsto il vaccino, che ne limita i sintomi. Molto simile alla sesta malattia, con la quale spesso viene confusa, è la rosolia. Anch'essa ha origine virale ma l'eruzione cutanea è formata da macchie rosee più grandi. É inoltre molto pericolosa per il nascituro quando colpisce una donna durante la gravidanza. La quinta malattia, invece, può colpire bimbi di età compresa tra 4 e 7 anni. In questo caso il rush cutaneo causa un forte prurito che di solito viene curato con la somministrazione di antistaminici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO