Nefrite

La nefrite: cos'è e quali sono le cause

La nefrite è un processo di origine infiammatoria che coinvolge i tessuti renali a vari livelli, per questo si differenzia a seconda della zona colpita. Nefrite è infatti un termine generico con il quale si va a specificare che l'infiammazione riguarda uno o entrambi i reni, senza entrare nel particolare. Essa può essere infatti la conseguenza di un'infezione batterica proveniente dalla vescica o dagli ureteri, prendendo quindi il nome di Pielonefrite; quando la causa scatenante è una risposta anomala del sistema immunitario, si parla generalmente di Glomerulonefrite; se, infine, la causa di base dell'infiammazione è costituita da un'alterazione metabolica, allora si è di fronte ad una situazione definita Gotta. La nefrite può inoltre compromettere più o meno seriamente la funzionalità renale se non si interviene tempestivamente con la terapia medica più opportuna.
Anatomia in sezione di un rene

Naturale Verde Giada nefrite pietra chip collare/collana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,14€


Glomerulonefrite, conseguenza possibile di una nefrite

Localizzazione anatomica dei reni I glomeruli sono le unità filtranti del rene: l'infiammazione di queste struttura è definita glomerulonefrite, una specifica sottodefinizione della nefrite. Essa può colpire entrambi i reni ma non tutti i glomeruli per cui, in corso di glomerulonefrite, i reni possono comunque riuscire a filtrare le urine, seppur in maniera meno efficiente. Quando il numero di glomeruli interessati dall'infiammazione è eccessivo, però, l'eliminazione delle scorie, dell'acqua e dei sali circolanti nel torrente sanguigno possono permanere e comportare delle conseguenze anche irreversibili. L'incapacità dei reni di produrre un'urina adeguata come concentrazione, volume e quantità, può indurre l'organismo ad auto-intossicarsi fino a morire per coma uremico. Intervenire tempestivamente è indispensabile perché contribuisce al potenziale ripristino della funzionalità renale e al recupero.

    CILIEGIO PEDUNCOLI SFUSO 100 gr. Ritenzione idrica, cistite, nefrite, uretrite

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 4€


    Nefrite e pielonefrite: le differenze

    Sezione di un rene con nefrite La pielonefrite è una sottodefinizione, anch'essa, della nefrite, indicando che l'infiammazione renale è stata causata da un'infezione batterica. La pielonefrite può essere acuta, con un attacco improvviso oppure cronica, con un'insorgenza più lenta derivata da infezioni batteriche ripetute, curate sommariamente, fino a determinare la cicatrizzazione di piccole porzioni del rene.La pielonefrite acuta si manifesta soprattutto nelle donne in gravidanza, come conseguenza di una cistite infettiva profonda che si diffonde a uno o a entrambi i reni; la pielonefrite cronica, invece, compare spesso nell'infanzia ed è provocata dal reflusso di urina dalla vescica ai reni, attraverso gli ureteri. Poiché esiste una causa infettiva, la pielonefrite comporta sempre un rialzo febbrile ed una terapia antibiotica di base, a cui si associa la fluidoterapia.


    Gotta: una delle complicazioni della nefrite

    Rappresentazione del sistema renale Quando alla base della nefrite vi è un'alterazione metabolica, associata a calcoli renali e ad artrite di una singola articolazione, si parla di gotta. La conseguenza più frequente di questo delicato stato patologico è l'insufficienza renale, perché il meccanismo di base è l'incapacità dell'organismo di eliminare l'eccesso di acido urico (iperuricemia) dal circolo ematico.Quando l'acido urico è presente in quantità notevoli, tende a depositarsi sotto forma di cristalli e piccoli calcoli nelle articolazioni, soprattutto in quelle di polso, caviglia e ginocchio.La presenza di cristalli, poi, può creare depositi anche nei tessuti molli, intasando la filtrazione renale fino a renderla completamente inefficace. L'articolazione colpita da gotta è spesso molto dolente, calda, gonfia e fortemente arrossata.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO