Nevrosi

Che cos'è la nevrosi e chi ne soffre

La nevrosi è un disturbo psicopatologico classificato in medicina come neurosi: è un caso di psicologia clinica che deriva dalle crisi di ansia e che, tendenzialmente, ha una natura psicologica. Il primo a diagnosticare la nevrosi fu il clinico William Cullen che a metà Settecento isolò e studiò alcuni disordini di componente psichica legandoli ad un malfunzionamento del sistema nervoso: gli effetti di quella che Cullen chiamò nevrosi erano l'insofferenza, il disagio, l'ansia e lo stress. Successivamente il padre della psicologia Sigmund Freud diede una definizione ampia e corretta della nevrosi come una patogenesi psicologica provocata da pulsioni, desideri non realizzati e istinti repressi. Per Freud la nevrosi si manifesta a livello di incoscienza come un conflitto interiore tra l'Io, il Super-Io e l'Es. La mancata realizzazione delle aspirazioni personali, sostenne Freud, genera nevrosi e neurosi, dando così vita a disturbi del comportamento e patologie psichiche. La nevrosi è curabile.
Lo stress provoca nevrosi

Nevrosi e sviluppo della personalità. La lotta per l'autorealizzazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


Quali sono le cause della nevrosi

La nevrosi ha origine psicologica Le cause della nevrosi sono decisamente individuali, cambiano da soggetto a soggetto in base alle età, alla classe sociale, allo stile di vita e perfino alle regioni del mondo. Ma generalmente tutte le cause della nevrosi sono riconducibili alla sfera psicologica della persona, in particolare al suo mondo interiore. Secondo Sigmund Freud la nevrosi è causata da un conflitto tra l'Io e il Super-io, ovvero tra quello che crediamo di essere e quello che siamo secondo la percezione degli altri: quando i nostri desideri più intimi non si realizzano e diventiamo frustrati, allora esplode una nevrosi o neurosi. Per altri psichiatri e per alcuni psicologi, la nevrosi ha origine psicologica ma in particolare nella sfera della sessualità: il mancato benessere sessuale e il mancato piacere intimo farebbe scatenare conflitti interni che, se non risolti, degenerano in disturbi del comportamento. Anche stress, preoccupazioni, timori e depressione possono contribuire all'insorgere di una nevrosi.

  • Gelosia In un rapporto d'amore non esiste l'assoluta tranquillità di coppia, ma sono a dir poco necessari i momenti più cupi e bassi che permettono effettivamente di far comprendere ad entrambi i partner se l...
  • Coppia e difficoltà Quando si decide di formare una coppia non è poi così semplice riuscire a mantenerla unita e forte. Le differenze caratteriali devono essere accolte con grande pazienza, soprattutto se si prova un sen...
  • Amore e gelosia In un rapporto d'amore non sempre si riesce a trovare immediatamente il giusto equilibrio, c'è bisogno che la coppia maturi con il tempo, affrontando anche più volte momenti davvero bui che sembrano n...
  • Coppia e difficoltà Dar vita ad una coppia che si ama è nel normale ordine della natura, uomini e donne sono stati creati per poter stare insieme, condividere sentimenti, paure, emozioni, passioni, figli, tutto ciò insom...

Carattere e nevrosi. L'enneagramma dei tipi psicologici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€
(Risparmi 3€)


Quali sono gli effetti della nevrosi

La nevrosi provoca sbalzi di umore La nevrosi generalmente insorge anche in età molto giovane e dura a lungo, anche diversi anni se non diagnosticata e curata. Colpisce gli uomini come le donne, a prescindere dall'età. L'effetto principale della nevrosi è il cambiamento nel comportamento e negli atteggiamenti del soggetto che ne è affetto: produce ansia, insicurezza, insofferenza. Inoltre la nevrosi altera le capacità di lavoro delle persone e incide nella loro capacità di intrattenere o instaurare relazioni sociali, in particolare nella sfera affettiva e sessuale. Sul piano fisico, le nevrosi più gravi possono anche presentarsi con sintomi chiari come l'alterazione di alcune funzioni fisiologiche e psicologiche: non ci sono deliri e allucinazioni ma tremolii, tic e gesti ripetuti in maniera ossessiva e compulsiva. Ogni caso e ogni singolo degente possono presentare delle manifestazioni psicologiche e fisiche che soltanto uno psicologo o uno psichiatra possono identificare e isolare. Il punto più alto delle conseguenze della nevrosi è l'isteria.


Nevrosi: Rimedi, farmaci e attività contro la nevrosi

Lo sport aiuta contro la nevrosi La nevrosi è una patologia facilmente curabile nella maggior parte dei casi ma difficilmente diagnosticabile. Il consiglio generale è di evitare l'autodiagnosi e di rivolgersi ad un clinico specializzato alla comparsa dei primi malesseri di natura psicologica: soltanto un professionista potrà dirci se si tratta di nevrosi o di un disturbo di diverso genere. Non abbiate timore o vergogna nel contattare uno psicologo o uno psichiatra: il benessere mentale è fondamentale. La cura, dopo aver ricevuto una diagnosi che attesta la nevrosi, è varia: nei casi meno gravi un cambio di atteggiamento di vita accompagnato da un percorso di terapia può essere sufficiente. Negli episodi più significativi che tendono all'isteria, la nevrosi va trattata con farmaci: soltanto un professionista potrà indicarvi la terapia giusta. Servono in ogni caso volontà e forza d'animo per combattere la nevrosi: dovete innanzitutto voler guarire per guarire dalle neurosi e da ogni tipo di patologia di questo genere.



COMMENTI SULL' ARTICOLO