Colesterolo totale

Cos'è il colesterolo totale

Il colesterolo totale dovrebbe essere inferiore a 200mg/dl, mentre per chi soffre di malattie cardiovascolari dovrebbe mantenersi al di sotto di 160mg/dl. Il colesterolo è un grasso indispensabile per l'organismo perché fornisce energia, ma se il valore limite viene sconfinato allora diventa un acerrimo nemico. Ogni volta, il grasso ingerito viene assorbito dall'intestino per giungere successivamente al fegato che lo converte in colesterolo e trigliceridi. Entrambi vengono incorporati in lipoproteine (HDL, LDL, VLDL) e ripartiti alle cellule adipose per mezzo del sangue. Il colesterolo se è presente in eccesso, si deposita sullo strato che riveste internamente le arterie causando l'indurimento delle pareti e il loro restringimento. Per questo è importante ridurre a tavola il consumo di grassi "saturi" contenuti nella carne di animale.
Apparecchio per misurare il colesterolo

Equilibra - Colest-Ok, 30 Compresse

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,25€
(Risparmi 1,2€)


Differenza tra HDL e LDL

Analisi del sangue Per tenere sotto controllo il colesterolo è necessario effettuare almeno una volta l'anno le analisi del sangue. Oltre al colesterolo totale bisogna verificare anche i valori dei trigliceridi, del colesterolo buono (HDL) e del colesterolo cattivo (LDL). I trigliceridi sono composti chimici che comprendono la maggior parte dei lipidi o grassi semplici. Costituiscono la più ampia riserva calorica dell'organismo e funzionano anche come isolante termico. Il loro valore dovrebbe essere inferiore a 170 mg/dl. Le LDL depositate lungo le pareti delle arterie aumentano i rischi di infarti e ictus, per questo è fondamentale conservare il valore sotto a 160 mg/dl, mentre è compito delle HDL pulire le arterie dal colesterolo cattivo, è importante che il livello si mantenga al di sotto di 35 mg/dl.

  • omega 9 Il gruppo omega rappresenta il gruppo di acidi grassi polinsaturi che sono considerati importanti per la salute di ogni individuo. Gli omega comprendono l’omega 3, l’omega 6, l’omega 9 che sono gli ac...
  • lardo I grassi , nome con cui sono comunemente conosciuti i lipidi , sono componenti nutritivi importanti per il nostro corpo e il suo funzionamento. Assunti tramite gli alimenti, essi vanno a formare il te...
  • colesterolo cattivo Negli ultimi anni sentiamo spesso parlare di colesterolo alto, un dato che tende ad essere alquanto pericoloso per la salute dell'uomo. Chiramente solitamente quando ci si sottopone a delle analisi de...
  • risultati monitor ecodoppler L’ecografia doppler è un normale esame medico per niente doloroso che controlla la costituzione e il funzionamento dei principali costituenti del sistema circolatorio. È una tecnica che nasce grazie a...

VITAMINA K2 MK-7 100mcg 60 capsule di Natural Natto, Regno Unito Prodotto secondo il codice di condotta GMP, adatto a vegetariani e vegani di Prowise Healthcare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 14,71€)


Cibi ricchi di colesterolo

Alimenti ricchi di colesterolo Il colesterolo si combatte prima di tutto a tavola con una dieta povera di grassi saturi. Conoscere gli alimenti con il maggiore contenuto di colesterolo è necessario per evitare un innalzamento del colesterolo totale. Gli alimenti con il maggiore contenuto di colesterolo sono le uova di gallina e i prodotti alimentari che le contengono. Andrebbero evitati anche i gamberi sgusciati o surgelati, le sardine e le acciughe sott'olio, mentre sono da prediligere la spigola, il merluzzo, la trota, il salmone affumicato e il tonno. Si consiglia di moderare anche il consumo di grana e brie, i più raccomandati sono lo yogurt, il latte di vacca, la ricotta di pecora e di mucca, la mozzarella e la crescenza. Tra i salumi sono da evitare il salame ungherese e lo speck, più grassi rispetto al prosciutto cotto e crudo.


Colesterolo totale: Come abbassarne i valori

Pistacchi tritati La prima regola per mantenere basso il colesterolo totale è ridurre il consumo di cibi contenenti colesterolo e grassi. Se si è in sovrappeso è il caso di mettersi a dieta, praticare attività fisica, tenere sotto controllo il diabete e la tiroide. Se questi accorgimenti preventivi non dovessero dare gli esiti sperati, occorre ricorrere ai farmaci dietro prescrizione medica. Anche la natura può essere d'aiuto. Per esempio i pistacchi contribuiscono ad abbassare il livello di colesterolo totale. La loro azione antiossidante concorre ad evitare l'ossidazione del colesterolo cattivo, responsabile di molte malattie cardiovascolari. Questo è un fattore da non sottovalutare, perché non basta avere il colesterolo totale alto per correre gravi rischi, ma è necessario che non sia ossidato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO