Ginseng siberiano

Bevande ricostituenti: cos'è il ginseng siberiano

La pianta di eleuterococco, utilizzata per la preparazione del ginseng siberiano, è un arbusto spinoso che può raggiungere i tre metri di altezza. Veniva usata per la preparazione della bevanda del diavolo, un elisir molto utilizzato nella medicina tradizionale cinese, in virtù delle sue proprietà energetiche e antifatica. La pianta di eleuterococco cresce spontanea in Siberia e Mongolia ed appartiene alle stesse varietà utilizzate per la preparazione del ginseng cinese e coreano, ma ha caratteristiche proprie del tutto particolari, perché agisce sul sistema immunitario e nello specifico sulle ghiandole surrenali che lo stress tende ad affaticare. Nella preparazione delle bevande e dei prodotti medicamentosi a base di ginseng siberiano, vengono utilizzate le bacche e la radice dell'eleuterococco. Il grosso rizoma e i frutti contengono importanti principi attivi, efficaci nel miglioramento e nella modulazione della secrezione degli ormoni, della resistenza psicofisica perché incrementano l’attività degli anticorpi, oltre a svolgere un importante lavoro antiossidante ed afrodisiaco.
Radice eleuterococco

Ginseng Siberiano 2000mg|Integratore Energetico 360 Compresse SimplySupplements

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,29€


Perchè assumere il ginseng siberiano

Bacche eleuterococco I principi attivi del ginseng siberiano sono definiti in quasi quaranta costituenti che riassumendo comprendono: glucosidi, polisaccaridi e composti fenolici. Per capire le proprietà benefiche del ginseng siberiano è bene elencare i molteplici effetti salutari che gli estratti dalla radice e dalle bacche producono sull'organismo. I più importanti riguardano le attività adattogene antistress, ovvero le capacità di migliorare le resistenze psicofisiche di adattamento contro gli agenti patogeni esterni e lo stress. Altre importanti proprietà benefiche del ginseng siberiano sono di tipo antiossidante e immunostimolate, perché i principi attivi influenzando le difese cellulari, migliorano il metabolismo e lo stato di benessere fisico. Indicato per le persone affaticate, i convalescenti e gli astenici, questo tipo di ginseng è consigliato agli sportivi ed è un aiuto efficace per gli studenti e le persone debilitate, grazie alla sua ottima tollerabilità. In vendita nelle erboristerie, fitofarmacie e parafarmacie specializzate in alimentazione energetica, il ginseng siberiano può essere assunto in polvere, da sciogliere nell'acqua, come tisana o in pillola tipo integratore alimentare.

  • radice di ginseng Il ginseng fa parte delle piante perenni che presentano radici carnose e che appartengono al genere delle panax della famiglia delle araliaciae. Il ginseng si trova nel nord America e in Asia oriental...
  • caffè Nell'alimentazione degli italiani non può di certo mancare il classico caffè. Questa bevanda è considerata un vero e proprio toccasana per tutti coloro che devono affrontare ogni giorno lavoro e vita ...
  • piramide alimentare La piramide alimentare è una vera e propria rappresentazione grafica piramidale che ha al suo interno una struttura precisa sulla quale si basa la dieta adatta ad ogni individuo. Di piramidi aliment...
  • il mirto Il mirto lo si può considerare tranquillamente un alimento, anche se principalmente si tratta di una pianta, detta Mirtys Communis, che è sempreverde e cresce nelle zone del Mediterraneo. Il mirto è p...

Eleuterococco (il GINSENG SIBERIANO) * 500 mg/60 capsule * Titolato allo 0,8% in eleuterosidi * Adattogeno, antistress, immunomodulante * Aiuta a contrastare lo stress *Fabbricato in FRANCIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,66€


Ricerche sul ginseng siberiano e controindicazioni

Piantagione ginseng I principali studi sugli estratti dalla radice e dalle bacche della pianta di eleuterococco, sono stati svolti in Russia Polonia e Giappone. Si è visto come la somministrazione di ginseng siberiano a sportivi e persone sottoposte a stress fisico a basse temperature, concorra in modo efficace al miglioramento delle loro performance e di resistenza agli sforzi e al freddo, perché inducendo al calo della coagulazione, favorisce le capacità di lavoro cellulare e il recupero delle attività fisiche. Gli studi hanno confermato le variazioni di colesterolo nel sangue e come sostanze quali: dopamina e noradrenalina, contenute nei principi attivi, funzionino come antidepressivi e stimolanti sul sistema nervoso. Altre ricerche hanno evidenziato l'influenza positiva sulle difese immunitarie, con una maggiore stimolazione del metabolismo e della velocità di debellamento dei virus. In merito alle controindicazioni del ginseng siberiano i test hanno rilevato alcuni effetti collaterali, quali: ansia e agitazione, ipertensione, mal di testa e insonnia, inoltre il ginseng siberiano è sconsigliato in gravidanza, durante l'allattamento e ai bambini sotto i 12 anni.


Ginseng siberiano: Differenze tra varietà

Radici essiccate Sia il panax ginseng (la specie più conosciuta di ginseng) che il ginseng siberiano, detto anche Eleuterococcus senticosus, fanno parte delle Arialacee. Sono piante cosiddette immunostimolanti in quanto diversi studi hanno confermato che determinano un'azione stimolante nei confronti dei meccanismi immunologici, sia di tipo cellulare che umorale. Tuttavia con il termine ginseng siberiano si indicano solamente gli estratti dalla radice e dalle bacche della pianta di eleuterococco, le cui caratteristiche chimiche poco hanno a che vedere con i più comuni ginseng, i quali hanno effetti differenti sull'organismo. Inoltre la pianta stessa di eleuterococco ha una particolare radice legnosa, molto diversa da quelle ad esempio del panax ginseng che in generale si presentano come tuberi teneri e carnosi. Nella radice del ginseng siberiano si trovano molti più costituenti rispetto ad altri ginseng che seppur agendo in maniera efficace sull'organismo, svolgono attività benefiche differenti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO