Ossa braccio

Quali sono le ossa braccio

Nel gergo comune col termine di braccio tendiamo a indicare l'intero arto superiore; tecnicamente invece braccio indica il tratto compreso tra le articolazioni della spalla e il gomito. Ma quali sono le ossa braccio? Il braccio in quanto tale è costituito da un unico osso chiamato omero. La parte di arto superiore che va dal gomito al polso, invece, si chiama avambraccio e si compone invece di due ossa piuttosto sottili che si chiamano radio e ulna. In questo caso attenendoci al linguaggio comune converrà approfondire le caratteristiche delle ossa braccio e dell'avambraccio, approfondendo la loro conformazione e descrivendole in maniera dettagliata.
Braccio umano

3B Scientific A46 Modello di Anatomia Umana Scheletro del Braccio con Scapola e Clavicola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 87,41€


La conformazione dell'omero

Sezione osso L'unico osso del braccio vero e proprio si chiama omero e rispetto alle altre ossa braccio di cui parleremo è abbastanza lungo. Si tratta di un osso formato da una diafasi centrale e da due espansioni chiamate epifisi. Le epifisi a loro volta si distinguono in epifisi prossimali e distali. La prossimale è costituita dalla testa dell'omero che ha una superficie levigata ed è ricoperta da uno strato di ialina. L'epifisi distale invece presenta due porzioni articolari che sono curve per accogliere l'ulna e il radio. La diafisi, invece, è una sezione cilindrica che possiede invece tre margini e tre facce.

  • Dolore al braccio Il dolore muscolare braccio destro è un evento debilitante che, quando accade nella vita delle persone, limita le azioni di tutti i giorni. Il braccio è un organo ampiamente vascolarizzato con strati ...
  • Formicolio al braccio sinistro Il formicolio braccio sinistro rappresenta una vera e propria sintomatologia che può avere diverse maniere di manifestarsi. Si passa, infatti, dagli intorpidimenti agli indolenzimenti, dalle sensazion...
  • Dolore al braccio Il formicolio al braccio sinistro, oltre ad essere provocato da più cause, può manifestarsi con sintomi molto diversi tra di loro. Alcuni avvertono come una sensazione di fastidio e di pizzicore, come...
  • Dolori accusati dalla perirtrite al braccio La periartrite braccio è una malattia infiammatoria muscolare articolare che inizia con dolori lievi, che col passare dei giorni aumentano di intensità limitando le funzionalità delle braccia. Questi ...

Scheletro del braccio, sinistro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50,81€


Caratteristiche del radio

Illustrazione ossa braccio Una delle tre ossa braccio, o meglio volendo essere precisi dell'avambraccio, si chiama Radio. Si trova in posizione laterale ed è compreso tra il gomito e il polso. Anch'esso può essere classificato come osso lungo e quindi presenta epifisi prossimale, distale e diafisi. L'epifisi prossimale è formata dalla testa del radio piuttosto grossa e di forma circolare, chiamata anche capitello. Essa è rivestita da uno strato di cartilagine e presenta inserzioni per i muscoli. L'epifisi distale è molto più voluminosa e ha una faccia bipartita per l'articolazione del polso. La diafisi del radio è invece tripartita e presenta tre facce distinguibili grazie alla presenza di tre diversi margini.


Ossa braccio: L'ulna

Raggi braccio L'altro osso del braccio compreso tra gomito e polso e quasi gemello del radio è l'ulna. Si tratta anche in questo caso di un osso lungo, maggiormente sviluppato in senso prossimale che distale. L'epifisi prossimale dell'ulna è piuttosto voluminosa e forte e crea la maggior parte del gomito. La parte inferiore risulta invece essere piuttosto piccola e di forma arrotondata ed è ricoperta, come la parte superiore dell'omero, da cartilagine ialina. Anche la diafisi dell'ulna presenta tre facce separate da margini e nella faccia interossea (quella che si trova tra le altre due) si trova la cresta ulnare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO