Mastodinia

Comprendere la mastodinia

Quando si parla di mastodinia, detta anche mastalgia, ci si riferisce ad un dolore al seno normalmente definito dalle donne come una sensazione di tensione dolorosa alle mammelle, che può avere cause diverse e rientrare o meno in quadri patologici. Tuttavia, più della metà delle donne decidono di chiedere una visita al senologo proprio quando riscontrano questo sintomo. Prima di tutto, bisogna distinguere una condizione non patologica in cui si riscontra questo tipo di tensione: il periodo di allattamento. Nel corso di questa fase, infatti, una donna può sentire una sensazione del genere che è però del tutto normale, tanto da non essere inserita nel fenomeno della mastodinia. In questo caso si parla di semplice mastite. Un'altra distinzione relativa alla mastodinia riguarda la sua possibile connessione con il ciclo mestruale.
Dolore al seno

SenoCap Paracapezzoli coppette in argento 925 per la prevenzione e la protezione del seno in caso di ragadi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,5€


Mastodinia e ciclo mestruale

Fastidio al seno Ci sono diverse forme di mastodinia: ciclica e non ciclica. La forma più diffusa e non patologica è quella ciclica, che compare e scompare in virtù del ciclo mestruale. Molte donne, infatti, nei giorni precedenti al flusso mestruale hanno tra i sintomi un dolore al seno che poi scompare, man mano, dopo la mestruazione. Il dolore legato al ciclo solitamente si riscontra in entrambi i seni e può essere accompagnato da gonfiore e fastidio al tatto. Scientificamente ancora non è stata accertata la causa della mastodinia ciclica ma la tesi più acclamata è quella secondo la quale la tensione mammaria precedente alla mestruazione sia dovuta all'innalzamento di particolari ormoni. Essendo legata alla comparsa del flusso mestruale, questo tipo di mastodinia scompare del tutto con il sopraggiungere della menopausa.

  • nascita bambino Un uomo ed una donna quando si amano danno alla luce un bambino. Questo concetto prettamente sentimentale fa comprendere come la nascita di un figlio sia data dall'unione tra due persone di sesso diff...
  • sapone L’igiene è fondamentale per la salute del nostro corpo ed in particolare per le zone intime che sia per gli uomini che per le donne sono soggetti a irritazioni e a formazioni di batteri. Le patologie ...
  • Ovaio normale e policistico La sindrome dell'ovaio policistico è una patologia endocrina e metabolica diffusa nelle donne in età riproduttiva. Il disturbo è spesso caratterizzato dall'aumento di dimensioni delle ovaie con piccol...
  • ciclo mestruale doloroso Esistono due tipi di dismenorrea: la primaria e la secondaria. La dismenorrea primaria è quella che si manifesta in età giovanile con l'arrivo del menarca, la prima mestruazione, con dolori di una dat...

Manuale per l'accreditamento di eccellenza per operatori in colposcopia e fisiopatologia del tratto genitale inferiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Mastodinia non ciclica

Visita senologica La mastodinia non ciclica è quella che non ha connessioni eziologiche con il ciclo mestruale e le sue cause sono da ricercare in altri aspetti. Tra i motivi più diffusi della mastodinia, con una percentuale pari circa al 70%, c'è la mastopatia fibrocistica, una condizione di displasia benigna frequente nelle donne che superano i trent'anni di età. Accanto ad una predisposizione genetica, gli sbalzi ormonali contribuiscono alla creazione di questa condizione, riscontrabile anche attraverso la palpazione per la presenza di "palline" sottopelle di dimensioni variabili. Questo tipo di mastodinia non ciclica deve essere tenuta sotto costante controllo medico poiché, pur non essendo pericolosa in sé, potrebbe impedire o ritardare diverse diagnosi di vere e proprie malattie del seno, riscontrabili anch'esse attraverso il dolore e la formazione di "palline".


Il trattamento

Busto donna Come si può facilmente immaginare, nei casi in cui la mastodinia non sia patologica ma legata al ciclo mestruale, non ci sono trattamenti medici particolari a cui ricorrere per eliminarla. Qualora sia troppo fastidioso, si può scegliere di intervenire sul sintomo al momento della comparsa attraverso farmaci analgesici, sia in compresse che in creme ad uso locale. Diversamente, una cura ormonale o l'assunzione di contraccettivi ormonali potrebbero diminuire sostanzialmente il sintomo. Per quanto riguarda la mastodinia non ciclica il discorso è un po' più complicato perché, non dipendendo dalla condizione ormonale, non si può agire facilmente sul sintomo. L'azione del medico in tali situazioni, infatti, è a più ampio spettro e cerca di agire sulle cause del sintomo, talvolta complesse e la cui cura richiede tempo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO