Sintomi cervicalgia

Impariamoli a riconoscere

La cervicalgia è una manifestazione clinica dolorosa della parte superiore della colonna vertebrale. Per l'intensità del dolore o per i fastidi che accompagnano la sintomatologia dolorosa, la cervicalgia può diventare un problema particolarmente invalidante tanto da impedire le classiche azioni quotidiane. I sintomi comuni della cervicalgia sono: mal di testa, sensazione di nausea, vertigini, torcicollo. Inoltre, il dolore può irradiarsi e raggiungere altre parti del corpo, quali la nuca, le braccia e, non di rado, anche le mani. Infatti, può capitare di avvertire debolezza e formicolio agli arti superiori. Tutti questi sintomi possono essere accompagnati anche da altri disturbi come rigidità muscolare, perdita di equilibrio, ronzio nelle orecchie, disturbi della vista e dell'udito, problemi di deglutizione.
Sintomi cervicalgia

Rokoy Happy Halloween, Gufo di Zucca Personaggio dei Cartoni Animati Fantasma Federa, Morbido Cuscino Quadrato Moda Cuscino Quadrato Home Decor Divano Mobili Camera da Letto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,99€


Comprendere le cause

Postura cervicalgia Le cause della cervicalgia possono essere imputate a fattori traumatici (infortuni, lesioni pregresse e degenerate, colpo di frusta, trasporto di pesi), fattori posturali (postura scorretta che porta a piegare in avanti la colonna vertebrale, soprattutto la parte superiore e il collo, come, ad esempio, accade nel caso di chi trascorre ore alla guida o con il capo chino sulla scrivania, tablet, smartphone, ecc., e sedentarietà),artrosi cervicale (patologia degenerativa delle vertebre cervicali),ernia cervicale (schiacciamento dei dischi delle vertebre cervicali),ed altri quali stress e utilizzo di cuscini non idonei. Inoltre, è stato evidenziato che difetti occlusali dell'arcata dentale superiore su quella inferiore e alcuni difetti visivi, possono predisporre alla cervicalgia

  • infiammazione cervicale La cervicalgia, meglio nota come cervicale, indica un dolore al collo che può estendersi alla base posteriore del cranio e ha una durata temporale variabile, a seconda dei casi. Si tratta di un distur...
  • Localizzazione della cervicalgia La cervicalgia può essere definita come una patologia a carico della zona cervicale, caratterizzata da un dolore cronico che può estendersi al collo, alla testa e nei casi più gravi agli arti superior...
  • Collo Quando le vertebre che sostengono la testa e il collo si infiammano si avverte difficoltà di movimento e rigidità muscolare. Nella cervicalgia sintomi e dolore evidenziano uno stato di sofferenza del ...
  • dolore cervicale La regione cervicale della spina dorsale è costituita da sette vertebre articolate tra di loro a creare la struttura di sostegno e movimento di testa e collo. Si parla di ernia cervicale quando il nuc...

Rokoy Decorazione Domestica, Cuscino Federa Morbido, Federa Cuscino Decorativo Federa Quadrata Divano Camera da Letto Garage, Zucca Castello Fantasma Decorazione Modello Horror Scuro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,99€


Come diagnosticarla

Visita medica cervicale La diagnosi della cervicalgia viene svolta da uno specialista, un fisiatra o un ortopedico, che, dopo aver svolto l'anamnesi del paziente e, quindi, recuperate tutte le informazioni necessarie alla elaborazione di un quadro clinico completo del paziente (come tipo di lavoro svolto, localizzazione e irradiazione del dolore), procede con l'esame obiettivo e con una valutazione muscolo-scheletrica e neurologica. A questo punto, se il medico sospetta che l'origine dei sintomi della cervicalgia sia da trovarsi in problematiche più serie come ernie o protusioni, allora procede con esami diagnostici approfonditi: Rx (radiografia), Tac (Tomografia assiale Computerizzata), Rm (Risonanza Magnetica) ed elettromiografia (che esamina il funzionamento della radice dei nervi e dei muscoli scheletrici). Ricevuti i risultati degli esami prescritti, lo specialista indicherà la cura adatta.


Sintomi cervicalgia: Cura e terapia

Cause cervicalgia La terapia, nella fase acuta, prevede la somministrazione di farmaci analgesici e antinfiammatori come l'ibuprofene e il naprossene. I farmaci possono essere assunti per via orale o applicati localmente sotto forma di creme, cerotti o gel. In caso di dolore particolarmente intenso, si ricorre ad infiltrazione di anestetici locali e cortisone, associato, in alcuni casi, a miorilassanti (sopratutto se l'infiammazione persiste). Per il colpo di frusta, è previsto anche l'utilizzo di un collare. Episodi e sintomi di cervicalgia ricorrente sono affrontati con un percorso riabilitativo che aiuta a migliorare la funzionalità del collo grazie a massaggi e terapie, effettuati da mani esperte. Il percorso può prevedere anche cicli di TENS, ultrasuoni, terapie laser, massoterpia, agopuntura ecc.



COMMENTI SULL' ARTICOLO