Dieta Mayo

Perché la dieta chetogenica funziona

La dieta chetogenica prescrive un elevato consumo di proteine e grassi e vieta il più possibile l'ingestione di carboidrati. Lo scopo è quello di abbassare il livello di glucosio nel sangue, mantenendo però costante quello di insulina. La carenza di zuccheri, infatti, indurrà l'organismo ad attingere dagli accumuli di grasso e quelli proteici per soddisfare il proprio fabbisogno energetico. Questa dieta, oltre ad aumentare la quantità di calorie bruciate durante la termogenesi, innesca la produzione di ormoni che riducono il senso di fame. Vengono anche prodotti metaboliti che effettivamente favoriscono lo smaltimento del grasso. La dieta chetogenica, dunque, risulta particolarmente efficace nella perdita di peso e nella riduzione dell'appetito a breve termine. È necessario, però, fare delle valutazioni critiche riguardo questo metodo, che è anche alla base della dieta Mayo.
dieta chetogenica alimenti

Primal Kitchen - Mayo fatto con l'olio dell'avocado - 12 oncia.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€


Perché la dieta chetogenica è dannosa

esempio dieta Mayo La dieta chetogenica e, di conseguenza, la dieta Mayo sono sconsigliate da qualsiasi medico. Esse, infatti, hanno diversi effetti collaterali, che possono causare anche gravi patologie a carico di alcuni organi vitali. La carenza di glucosio, infatti, può portare a uremia: la combustione delle riserve lipidiche e proteiche produce azoto, il quale va ad appesantire enormemente il lavoro di reni e fegato. Un'altra patologia indotta da questo tipo di diete è la chetosi. In assenza di glucosio, essenziale per il funzionamento del sistema nervoso centrale, l'organismo ricorre alle riserve adipose per il proprio fabbisogno energetico. In grave carenza di glucosio, però, la lipolisi non funziona come dovrebbe e, insieme agli elementi necessari, vengono prodotti i corpi chetonici. Anche se reni e polmoni sono in grado di smaltirle, un'elevata concentrazione di queste sostanze nel sangue può portare ad acidosi metabolica, la quale può risultare anche fatale.Fonte foto: healthimpactnews.com

  • Dieta e salute La dieta è la soluzione per chi desidera perdere peso. Chi desidera dimagrire, in primis decide di ridurre l’apporto calorico dei cibi, cercando di snellire la propria silhouette in un arco di tempo b...
  • addominali uomo Oggigiorno la moda impone una fisicità asciutta, tonica, longilinea e soda. Molte persone con problemi di obesità e di adipe in eccesso seguono ritmi di diete frenetici e praticano numerosissimi sport...
  • frutta per snellire La cellulite estetica è una condizione alterata del tessuto sottocutaneo della pelle che si gonfia a livello delle cellule adipose. Le cellule stesse infatti sono caratterizzate da un’ ipertrofia, dov...
  • appetito Uno dei fattori principali affinché una dieta sia corretta è quello di tenere a bada l'appetito. Il senso costante di fame inevitabilmente provocherà sempre più in noi la voglia di mangiare ed abbuffa...

La Zona italiana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,26€
(Risparmi 1,64€)


La dieta Mayo

Pompelmo e uova dieta Mayo Inventata negli anni '40 e diventata famosa negli anni '80, la dieta Mayo non ha nulla a che vedere con l'omonima clinica statunitense. Questo particolare regime alimentare è un tipo molto restrittivo di dieta chetogenica. I pasti sono piuttosto monotoni, in quanto si basano principalmente su due tipi di alimenti: uova e pompelmo. È consigliato, infatti, consumare fino 36 uova a settimana. I pasti a base di uova possono essere sostituiti dalla carne. Non è ammesso il consumo di cereali, patate e legumi. L'unico frutto previsto è il pompelmo e le uniche verdure consentite sono spinaci, cetrioli, pomodori, sedano e insalata, le sole per le quali è consentito l'uso di condimenti. Formaggi e latticini andrebbero evitati, fatta eccezione per un vasetto di yogurt a settimana. Tè e caffè non subiscono restrizioni. Non è indicata la grandezza delle porzioni, in quanto questa dieta dovrebbe ridimensionare di per sè il senso di fame. La Mayo va seguita per 14 giorni consecutivi, dopodiché vanno osservati 2 giorni di riposo, quando è consentito qualsiasi alimento, per poi riprendere i 14 giorni di dieta. Essa va ripetuta fino al raggiungimento del peso ideale.Fonte foto: livestrongcdn.com


Dieta Mayo: I danni della dieta Mayo

dieta equilibrata La dieta Mayo, ai rischi già elencati di una qualsiasi dieta chetogenica, ne aggiunge di specifici. La ripetitività degli ingredienti e lo scarso apporto di fibre vegetali e vitamine, infatti, possono causare gravi carenze nutrizionali. Si tratta di una dieta squilibrata che con il suo elevato contenuto di grassi può provocare livelli anomali di colesterolo nel sangue, ma che, contemporaneamente, non risulta sufficiente per sostenere la massa magra. La dieta Mayo, infatti, è insufficiente dal punto di vista proteico, malgrado l'elevata presenza di cibi proteici, in quanto lo scarso apporto di carboidrati provoca comunque il deterioramento della massa muscolare. Questo regime alimentare, inoltre, non è stabile sul lungo periodo: provoca spesso la riacquisizione di tutti i chili persi. Per perdere peso i medici, piuttosto, consigliano una dieta moderatamente iperproteica, ma equilibrata, che contempli tutti i nutrienti necessari all'organismo.Fonte foto: watchfit.com



COMMENTI SULL' ARTICOLO