Epo che cos'è

Epo, effetti e controindicazioni

L'eritropoietina è un ormone normalmente prodotto da alcuni organi del corpo umano che ha la funzione di regolare l'eritropoiesi cioè la produzione di globuli rossi.Per questa sua azione viene prodotta sinteticamente ed utilizzata come farmaco in pazienti affetti da anemie di varia natura per accrescerne il numero dei globuli rossi in circolo.Proprio questa sua proprietà ha portato alcuni medici e tecnici poco etici a suggerirne l'utilizzo ad atleti per migliorarne la performance sportiva grazie al maggiore apporto di ossigeno ai muscoli scheletrici e al cuore provocato da un numero di globuli rossi superiore al normale, esponendo, tuttavia, l'atleta al pericolo di trombosi a causa del notevole aumento della densità (viscosità) del sangue.
Epo globuli rossi

Corticosterone: Webster's Timeline History, 1951 - 2007

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,1€


Chi si avvantaggia con l'uso dell'epo

Siringhe cariche di epo Fino ai primi anni '90 del secolo scorso gli atleti sottoposti a sforzi prolungati trascorrevano dei periodi di training in alta quota per ottenere, grazie all'aria rarefatta, e quindi con minore concentrazione di ossigeno, un accrescimento del numero di globuli rossi in circolo. In quegli anni si era diffusa anche una pratica chiamata autoemotrasfusione che permetteva all'atleta, prelevando una certa quantità del proprio sangue e reimmettendolo in circolo poco prima di una gara, di aumentare la concentrazione di globuli rossi nel sangue e, quindi, migliorare il proprio rendimento.In quegli anni si sintetizzò per la prima volta artificialmente l'eritropietina a fini terapeutici, aprendo per molti atleti la strada all'abuso di questa sostanza a fini dopanti, nonostante i rischi per la salute.

  • Come agisce l'eritropoietina L’eritropoietina o fattore stimolante l’eritropoiesi (ESF) agisce sulle cellule stimolanti determinando la loro differenziazione in cellule eritroidi. Può attivare l’adenilciclasi (enzima localizzabil...
  • addominali uomo Oggigiorno la moda impone una fisicità asciutta, tonica, longilinea e soda. Molte persone con problemi di obesità e di adipe in eccesso seguono ritmi di diete frenetici e praticano numerosissimi sport...
  • corsa Tra gli sport più comuni c'è sicuramente la corsa. Vari esperti evidenziano come questo tipo di attività fisica possa garantire al nostro corpo un consumo di grassi notevole e soprattutto è considerat...
  • nuoto Il nuoto è uno degli sport più completi da praticare e che garantisce miglior salute al nostro organismo. Nuotare stimola in poche parole tutti i muscoli del corpo e garantisce anche un allenamento du...

Testo Booster a base di NO2 di BBGENICS - BlackDemon X-Treme II, integratore anabolico per lo sviluppo muscolare, ricetta originale americana, 60capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


I pericoli per lo sportivo che utilizza l'epo

Sport a rischio epo L'uso dell'epo nella pratica sportiva è espressamente vietato, non solo per l'illecito vantaggio che ne trae l'atleta sottoposto a questa terapia ma anche perchè espone lo stesso a forti rischi per la sua stessa salute.L'aumento della densità del sangue provocata dalla maggiore concentrazione di eritrociti, accresce la possibilità che si formi un trombo nel circolo sanguigno, possibile causa di trombosi, ictus o infarti ostruendo capillari e bloccando, quindi, l'irrorazione sanguigna di una determinata area del cervello o del cuore.Per questa ragione in molte discipline un atleta in cui viene rilevato un valore di ematocrito o di emoglobina troppo alto viene sospeso precauzionalmente dall'attività, in attesa del riscontro positivo o negativo dell'uso della sostanza a scopo dopante e a prescindere da esso.


Epo che cos'è: Strategie antidoping contro l'epo

esame urine antidoping Gli effetti dell'assunzione di epo sintetica possono durare fino a 3 settimane mentre l'eritropoietina ha un'emivita molto breve di, massimo, due o tre giorni.È, perciò, difficile individuarne l'uso in concomitanza con la prestazione sportiva. L'agenzia antidoping utilizza dei sistemi di individuazione indiretta mappando preventivamente il profilo ematologico di un atleta. Valori superiori al 50% di eritrociti nel sangue vengono ritenuti sospetti e comportano la sospensione precauzionale dell'atleta.Ultimamente è stato messo a punto un metodo diretto che, attraverso un metodo isoelettrico utilizzato nell'analisi delle urine, permette di distinguere l'eritropoietina endogena da quella esogena.Questo metodo individua epo esogena fino a 3 giorni dopo l'assunzione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO